domenica 31 gennaio 2016

Careggine: lavori di ristrutturazione agli impianti sciistici la "Cima"

Rilanciare il turismo invernale come veicolo di sviluppo del territorio. E' l'obiettivo principale che si è posta l’amministrazione comunale di Careggine che ha terminato i lavori di miglioramento e messa in sicurezza del comprensorio sciistico.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

sabato 30 gennaio 2016

La devastazione delle Alpi Apuane


Questo, e molto altro ancora, è quello che succede quotidianamente sulle Alpi Apuane. 
Ancor più grave è il fatto che molte cave si trovino all'interno del Parco Regionale, riconosciuto Geoparco Unesco e con siti di interesse comunitario. 
L'attività estrattiva senza controllo minaccia seriamente ecosistemi, endemismi, falde e corsi d'acqua (a rischio con la marmettola), crinali e vette, e in alcuni casi la sicurezza delle persone. 
Oltre ovviamente alla bellezza dei paesaggi. 
Tra i principali attori della distruzione ci sono le multinazionali, che premono fortemente per la produzione di detriti utilizzati per il mercato del carbonato di calcio. 
Tutto ciò non è più accettabile e va affrontato seriamente prima che i danni diventino irreversibili. 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

La traccia della Garfagnana EPIC 2016

Questa è la traccia provvisoria della Garfagnana EPIC 2016. Il percorso inizierà e finirà a Gallicano (LU) e si svolgerà in senso orario.


I partecipanti riceveranno per e-mail, una settimana prima dell'evento, la traccia ufficiale in formato gpx.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Il Circolo Fotocine Garfagnana è il fotografo ufficiale della Garfagnana EPIC 2016


È nata un’importante collaborazione tra la Garfagnana EPIC e il Circolo Fotocine Garfagnana, associazione di fotoamatori costituitasi a Castelnuovo di Garfagnana nel 1975 e punto di riferimento per gli appassionati di fotografia di tutta la Valle del Serchio che fin dalla sua costituzione fa parte della FIAF (Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche). 

Il Circolo Fotocine Garfagnana sarà il “fotografo ufficiale” della Garfagnana EPIC 2016. 
I fotoamatori saranno disposti sui tratti più spettacolari del percorso per catturare i momenti più belli dell’avventura Epica. 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 29 gennaio 2016

Nuova tessera sanitaria: come e dove attivarla

Nuova tessera sanitaria: come e dove attivarla

Nel corso del 2016 i cittadini toscani riceveranno la nuova Carta sanitaria elettronica. La distribuzione è già stata avviata: le nuove tessere sanitarie, in sostituzione di quelle in scadenza (la durata è di 6 anni), verranno recapitate a casa, in ordine alfabetico di codice fiscale, con un anticipo di circa 90 giorni rispetto alla data riportata sulla carta già in possesso del cittadino.

Ecco cosa fare per attivarla

Se la tua vecchia carta non è stata attivata o è scaduta:
Potrai richiedere il PIN della nuova recandoti presso uno degli sportelli delle aziende sanitarie toscane, presso le farmacie e i Comuni della Regione Toscana aderenti al progetto, munito della carta e di un documento d’identità valido. Sul sito della Regione la mappa degli sportelli disponibili

Se la tua vecchia carta è attivata e non è scaduta:
Puoi ottenere il PIN della nuova con le seguenti modalità:
Recandoti presso uno dei totem PuntoSì distribuiti sul territorio e seguendo la procedura usando la vecchia TS-CNS. Sul sito della Regione la mappa dei PuntoSì.
Oppure accedendo, con la vecchia carta, al servizio di rilascio PIN della nuova carta.

Il codice PIN consente di utilizzare la carta in qualsiasi momento, inserendola in un apposito lettore. Insieme al codice PIN sarà consegnato al cittadino anche il codice utente che va utilizzato per:
– procedere alla sospensione (blocco) di emergenza della Carta – puoi fare questa operazione attraverso il contact center, il sito web o uno degli sportelli predisposti sul territorio della Regione Toscana;
– l’operazione di riattivazione della Carta (sblocco).

Anche chi ha la vecchia carta attiva e ancora valida può comunque recarsi allo sportello. Il rilascio PIN online è un’opportunità in più.

Come si attiva per i minori e i soggetti a tutela
Per attivare la carta nel caso di persona minorenne o sottoposta a tutela, un genitore o il tutore deve recarsi allo sportello munito di:
– la propria carta sanitaria elettronica (se ne è in possesso)
– la carta sanitaria elettronica del minorenne o tutelato;
– un proprio documento di identità valido.

Per attestare l’esercizio della potestà genitoriale o di legale rappresentante è sufficiente un’autocertificazione. L’operazione di rlascio PIN semplificata può essere effettuata anche da un genitore per la carta dei propri figli.
Attenzione: se lo hai già attivato, il Fascicolo Sanitario resta attivo anche se la vecchia Tessera è scaduta.
Sul sito della Regione Toscana, all’indirizzo http://www.regione.toscana.it/servizi-online/servizi-sicuri/carta-sanitaria-elettronica/come-attivarla, tutte le informazioni sulla Carta sanitaria elettronica e le istruzioni per l’attivazione e il rilascio del PIN della nuova Carta.

Le informazioni si possono avere anche chiamando il numero verde 800-004477
E’ possibile accedere ai servizi anche su www.open.toscana.it, area Servizi Toscana.
La Tessera sanitaria – Carta nazionale dei servizi (TS-CNS) – lo ricordiamo – è gratuita e viene spedita a cura dell’Agenzia delle Entrate a tutti i cittadini assistiti dal Servizio sanitario nazionale. E’ un documento personale, valido per le seguenti funzioni: tessera sanitara nazionale; tessera europea di assicurazione malattia (Team), che sostituisce il modello E-111 e garantisce l’assistenza sanitaria nell’Unione Europea e in Norvegia, Islanda, Liechtenstein e Svizzera, secondo le normative dei singoli Paesi; tesserino del codice fiscale.

Una volta attivata, la tessera sanitaria consente di accedere in sicurezza al proprio Fascicolo sanitario elettronico e ai servizi online della Regione Toscana e degli altri enti della pubblica amministrazione, tra cui il pagamento del bollo auto, la consultazione e l’autocertificazione della posizione economica per la definizione del ticket sanitario, il ritiro del modello CUD sul sito di Inps.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

La maglia ufficiale della Garfagnana EPIC 2016 by Sara Greco


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 27 gennaio 2016

martedì 26 gennaio 2016

Gallicano, la riscoperta del ponte... con l'albero sopra

Le immagini di un antico ponte nei dintorni di Gallicano (tra la Taverna e Fiattone).

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

L’acqua Azzurrina conquista l’Australia

Andare in Australia e bere l’acqua delle Alpi Apuane. Sembra fantascienza, ma non lo è. 
La Fonte Azzurrina di Careggine sbarca dall’altra parte del mondo stringendo un importante accordo commerciale con l’azienda B-Well. 
A darne notizia è un entusiasta Mario Puppa, sindaco di Careggine, che ha postato sulla propria pagina Facebook il video spot dell’acqua che viene trasmesso sulla tv australiana. 


Un vero e proprio colpaccio che rafforza l’immagine e il valore dell’azienda che dopo la riapertura, grazie alla Tesorino Spa, si sta consolidando. Ma come ci è finita l’acqua garfagnina in Australia? E perché? 
Galeotta è stata una fiera del settore alimentare a Parma, l’importante salone internazionale Cibus. 
La Fonte Azzurrina era presente con un proprio stand e gli acquirenti australiani hanno eletto l’acqua delle Alpi Apuane come quella con le migliori caratteristiche organolettiche per il loro mercato. 
Ed anche se il marchio è B-Well, nello spot non manca una visione delle Alpi Apuane e la scritta “Naturally free-flowing from the Tuscan Apuan Alps”. 
«E’ una notizia sorprendente – afferma Puppa – ci rende orgogliosi e soddisfatti e conferma, inoltre, la solidità dell’azienda e la bontà della nostra acqua». Non è l’unica buona notizia per l’Azzurrina. 
Un’azienda di Careggine, la “Sapori di un tempo della Garfagnana”, ha puntato sull’acqua “vicina di casa” per realizzare nettare di mirtillo ed ai frutti di bosco. 

Fonte: Il Tirreno - Luca Dini

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Paolo Petrozzino è il nuovo presidente della Pro Loco di Gallicano

 
Ieri, 25 gennaio 2016, il consiglio direttivo della Pro Loco di Gallicano ha eletto le seguenti cariche:
  • Presidente: Paolo Petrozzino
  • Vice Presidente: Alessio Mazzanti
  • Cassiere: Saverio Valiensi
  • Vice Cassiere: Livio Dini
  • Segretario: Marco Parducci
  • Vice Segretario: Francesca Taddei
 In bocca al lupo e buon lavoro!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 25 gennaio 2016

Pluralità d'interventi sulla stessa abitazione

Qualora per la stessa unità abitativa vengano realizzati nuovi lavori (diversi da quelli realizzati in anni precedenti, per i quali si è gia fruito dei 96.000 euro), spetta ancora la detrazione dei 96.000 euro? Rimane ancora valida la circolare 15/E del 2003? 

 Nell’ipotesi di una pluralità di interventi sullo stesso immobile, anche se abilitati da differenti provvedimenti urbanistici ma comunque eseguiti nello stesso anno, la detrazione del 50% compete autonomamente per ciascun intervento, ma il limite massimo cui commisurare la detrazione, complessivamente, per tutti gli interventi è pari a 96.000 euro (articolo 16–bis del Tuir, Dpr 917/1986, e articolo 1, comma 74, lettera c, della legge 208/2015; si veda anche la guida al 50% su www.agenziaentrate.it). 
Viceversa, se i lavori sullo stesso immobile sono eseguiti in anni diversi, e gli stessi sono abilitati da diversi provvedimenti urbanistici abilitativi dei lavori (non un intervento di durata pluriennale), il limite di 96.000 euro si calcola autonomamente per ciascun intervento. 

Fonte: L'Esperto risponde - Il Sole 24 Ore - Marco Zandonà

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Il cambio dei caloriferi è intervento straordinario

Vorrei sapere se è possibile fruire della detrazione fiscale del 50% per la sostituzione dei soli termosifoni, senza avere aperto una Dia. 

La risposta è affermativa.  La sostituzione dei termosifoni (e non la mera riparazione degli esistenti) è intervento di manutenzione straordinaria, nonchè intervento idoneo a conseguire risparmio energetico e, come tale, fruisce della detrazione del 50% (articolo 16–bis del Tuir, Dpr 917/1986, e articolo 1, comma 47, della legge 190/2014; legge 208/2015; si veda anche la guida al 50% e il bonus mobili su www.agenziaentrate.it).

Fonte: L'esperto risponde - Il Sole 24 Ore

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Detraibilità dei pannoloni per incontinenti

Ho acquistato in farmacia, per conto di mia madre, invalida civile al 100%, dei pannoloni per incontinenti. Può detrarre tale spesa, anche se non si tratta di un farmaco?
 
La spesa per l'acquisto di pannoloni per incontinenti è da includersi tra le spese mediche ed è pertanto detraibile (paragrafo 2 della circolare 17/E del 2006). I pannoloni, infatti, sono mezzi ausiliari di un organo carente o menomato nella sua funzionalità (Dm 332 del 27/8/1999 emanato dal ministero della Sanità).
Per potere usufruire dello sconto di imposta, è necessario essere in possesso dello scontrino fiscale emesso dal rivenditore, che deve contenere necessariamente la descrizione del prodotto acquistato, e la prescrizione del medico. In alternativa, il contribuente può rendere, a richiesta degli uffici, una dichiarazione sostitutiva dell'atto di notorietà che attesti la necessità per la quale è stato acquistato l'ausilio.
 
Fonte: Fisco Oggi - Gianfranco Mingione

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Sono stati eletti i componenti della Pro Loco di Gallicano

Con una massiccia partecipazione di votanti, il primo passo verso la formazione dei nuovi ordini direttivi della Pro Loco di Gallicano, è stato compiuto. Dopo il rinvio avvenuto nelle scorse settimane, si sono chiuse le elezioni per eleggere i dieci membri del "governo" dell'associazione, che si occupa di gestire le principali manifestazioni gallicanesi. Ben 109 gli iscritti aventi diritto che si sono presentati al seggio di Piazza del Popolo (sede della Pro Loco), per votare tra i dodici aspiranti amministratori. Ogni elettore aveva a disposizione 9 preferenze, in modo tale da poter distribuire le scelte su più candidati, tutti espressione della società civile. 
Questi gli eletti, chiamati poi a scegliere il nuovo presidente che succederà a Sandro Giannoni: Livio Dini (73 voti), Alessio Mazzanti (71 voti), Marta Fiori (61 voti), Francesca Taddei (60 voti), Saverio Valiensi (58 voti), Michela Paoli e Marco Parducci con 57 preferenze ciascuno, Paolo Petrozzino (52 suffragi) e Giacomo Giannerini con 50 voti. Non eletti nel consiglio i candidati Stefano Maffei e Roberto Celli, che hanno riportato rispettivamente 39 e 29 preferenze. 
Si diceva di persone impegnate da anni o di recente nelle attività della Pro Loco, mentre Francesca Taddei è stata assessore comunale nelle passate amministrazioni di centrosinistra. Le ultime elezioni si sono svolte nel febbraio del 2013, e della vecchia compagine sono rimasti solo Paolo Petrozzino, Giacomo Giannerini, Livio Dini e Alessio Mazzanti. Un rinnovamento ampiamente previsto dagli intendimenti dei soci, che saranno chiamati nelle prossime settimane a scegliere il presidente, cassiere e segretario. 
La Pro Loco di Gallicano, sodalizio che lavora a stretto contatto con l'amministrazione comunale (che ha anche un rappresentante per la maggioranza e per la minoranza) è in prima linea per allestire gli eventi che caratterizzano il paese di Gallicano: dalla festa di Carnevale alla palestra ex scuole medie (da due anni evento di punta dell'inverno, con tanti bambini provenienti anche dai centri limitrofi), al festival "Il Pane e le rose" agli impianti sportivi, il Luglio Gallicanese e soprattutto il Palio di San Jacopo, manifestazione che esporta ormai il nome di Gallicano in tutto il mondo. 


Fonte: Il Tirreno - Nicola Bellanova

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

domenica 24 gennaio 2016

La Linea Gotica in MTB: la Croce di Brancoli e il Monte dell'Elto

Escursione organizzata dal Gruppo MTB CAI di Lucca dedicata alla scoperta di alcuni luoghi della Linea Gotica, teatro di violenti scontri durante la Seconda Guerra Mondiale.



Da Ponte a Moriano abbiamo raggiunto la Croce di Brancoli, punto più alto di tutta l’escursione e dalla quale si gode di un bellissimo panorama. L’attuale croce, alta più di 18 metri, venne eretta nel 1958, dopo che la precedente, considerata un punto di riferimento strategico, venne abbattuta dall’esercito tedesco nel 1944.
Dalla Croce di Brancoli siamo scesi al Piaggione, attraversato il ponte della ferrovia e da Valdottavo abbiamo raggiunto prima San Donato e poi il Monte dell'Elto, dove sono ancora presenti molte trincee e bunker. 
Dalla modesta sommità di questo monte, dove il panorama è comunque interessante, siamo scesi a Domazzano e siamo rientrati a Ponte Moriano passando da Rivangaio (la gita prevedeva anche la visita al "Castellaccio", situato sopra il paese di Aquilea, ma per motivi di "orario" io ed altri 5 abbiamo accorciato il giro).

Ecco qualche foto dell'escursione (per vedere l'intera galleria clicca qui):

Chiesa di San Lorenzo - Pieve di Brancoli
La Conserva m. 664
Direzione Croce di Brancoli
Nel piazzale sottostante la Croce di Brancoli 
Croce di Brancoli 
Discesa per il Piaggione 
San Donato
Salita per il Monte dell'Elfo
Nei pressi della cima del Monte dell'Elto
Trincee Monte dell'Elto
Panorama dal Monte dell'Elto

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

sabato 23 gennaio 2016

Servizio di Noi Tv sul restauro dell'Arco

Il servizio di Noi Tv del 22/01/2016 dedicato all'inizio dei lavori di restauro del ponte canale dell’acquedotto irriguo del capoluogo, conosciuto come “Arco” e ubicato nel capoluogo in via Eremo.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 22 gennaio 2016

Santuario della Madonna della Guardia, Monte Argegna - il video

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

In sicurezza il "Castellaccio" entro primavera



Continua alacremente il lavoro di pulizia e messa in sicurezza del territorio da parte dell'Amministrazione Comunale di Gallicano che ha programmato entro la primavera del 2016 un intervento importantissimo nel centro storico, la messa in sicurezza del versante a monte delle case in Piazza della Madonna, meglio conosciuto come "Castellaccio". 
Per la risoluzione di tale problematica, i cittadini si battevano da anni, ed oggi grazie all'impegno di questa Amministrazione finalmente partiranno i lavori necessari. Il Vice Sindaco Dino Ponziani, anche Assessore ai Lavori Pubblici, ringrazia gli abitanti della zona per la pazienza e la collaborazione ricevuta, soprattutto l'ex consigliere comunale Rolando Puccetti, che da molti anni poneva il problema, presentando anche un'interpellanza.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 21 gennaio 2016

Escursione sul Monte Croce

Ecco le foto della prima escursione trekking dell'anno 2016: il Monte Croce dal Pioppo, località che si trova nel Comune di Stazzema. Per approfondimenti sul Monte Croce clicca qui.











Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Il Carnevale dei bambini - domenica 7 febbraio


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

La Premier torna a Gallicano

“E' con enorme piacere che diamo la notizia del ritorno sul territorio comunale, dagli inizi di gennaio 2016, dell'azienda Premier, che con circa 15 persone tra dipendenti e collaboratori, gestisce presso la sede storica, in località Zinepri di Gallicano, la logistica dei prodotti”. 
 Con queste semplici ma sentite parole il comune di Gallicano accoglie il ritorno della fabbrica Premier a Gallicano. 
 “Il manager Madeo non poteva festeggiare in maniera migliore i 60 anni di vita del marchio Premier nato in California nel 1956. Siamo andati a trovarlo e ci ha guidato all'interno dello storico stabilimento illustrandoci i cambiamenti e la ristrutturazione di alcune parti per la funzionalità del controllo, delle spedizioni, della gestione dei loro prodotti” – spiega l’amministrazione comunale. 
 “Abbiamo reinvestito oltre centomila euro per sistemare le postazioni e il magazzino – specifica Madeo - siamo soddisfatti del nostro ritorno a Gallicano, questa decisione era in ballo da tempo e l'input è stato dato, accelerando i lavori, dalla chiusura dello stabilimento CSS Energy che purtroppo penalizzava moltissimo i dipendenti per le esalazioni odorifere. Per difficoltà economiche, la produzione vera e propria da anni è stata spostata all'estero, abbiamo uno stabilimento a Tunisi e altri in Oriente, e seppur con dispiacere per la perdita del lavoro qui in Italia, la nostra decisione ci ha permesso di sopravvivere come azienda e addirittura di espanderci conquistando mercati internazionali. Tutta la produzione è coordinata da personale specializzato e l'ideazione di nuovi modelli, il loro design sempre più evoluto e raffinato, nonché la corretta gestione dei processi di sviluppo e progettazione, sono gli aspetti in assoluto più importanti e delicati che hanno contribuito allo sviluppo e al successo della Premier. Nella divisione Ricerca e Sviluppo i tradizionali sistemi di modellazione manuale sono stati affiancati da evolute tecniche di progettazione computerizzata, in grado di migliorare le diverse fasi della lavorazione. Invece la logistica della nostra azienda - che fornisce alla rete esterna attraverso un sistema articolato e complesso composto dalla componente strutturale degli spazi delle strutture, delle attrezzature necessarie per la conservazione e gestione fisica dei prodotti, per la relativa gestione informativa e dalla componente organizzativa e gestionale delle risorse umane, nonchè dei materiali e dei fornitori di servizi- abbiamo scelto di organizzarla a Gallicano con l'idea di espanderci in questo settore nel prossimo futuro”.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 20 gennaio 2016

Garfagnana EPIC: due giorni di emozioni in MTB - 4 e 5 giugno 2016


Dopo la prima fortunata edizione, che ha visto la partecipazione di 116 appassionati di mountain bike provenienti da tutta Italia, ritorna, il 4 e 5 giugno 2016, Garfagnana EPIC. 
L'evento, che ha la particolarità di non essere una gara, propone un percorso suggestivo e ricco di emozioni alla scoperta della Garfagnana e alla ricerca di un connubio perfetto tra sport e natura. 

Il tracciato prevede 150 chilometri di sentieri tra Alpi Apuane e Appennino Tosco-Emiliano con un dislivello di 5500 metri. L'ideale per chi vuole mettersi alla prova in un contesto emozionante, pedalare incontro ad una natura incontaminata, godere, dopo ascese epiche, di panorami mozzafiato e ritemprarsi con la degustazione di prodotti tipici. 

Garfagnana Epic si articola in due giorni, con partenza il 4 giugno da Gallicano (LU), ove si farà rientro il 5 giugno. 

Per info e contatti www.garfagnanaepic.com info@garfagnanaepic.com




Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 18 gennaio 2016

Foto dall'alto del Monte Argegna


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

L'abbonamento RAI - i casi risolti

IL MANCATO POSSESSO DELLA TV
Chi è intestatario di una utenza elettrica ma non ha la tv, come può evitare il versamento automatico del canone in bolletta?
Deve fare un’autocertificazione allo sportello Sat dell’agenzia delle Entrate (le modalità saranno definite da un provvedimento direttoriale) dichiarando di non possedere l’apparecchio televisivo. La dichiarazione vale per l’anno di presentazione e va rifatta ogni anno.

LA TELEVISIONE VIA INTERNET
Chi ha un computer senza un sintonizzatore tv deve pagare il canone?
No. Solo gli apparecchi adatti o adattabili a ricevere il segnale audio/video tramite la piattaforma terrestre e/o satellitare sono soggetti al canone. I computer, se consentono l’ascolto o la visione dei programmi radiotelevisivi via internet non sono assoggettabili al canone.

L’INQUILINO DI UNA CASA ARREDATA
L’inquilino che abita in un appartamento ammobiliato dove è presente una tv, deve pagare il canone?
Sì. Al versamento del canone Rai, in questo caso, è obbligato l’affittuario, anche se l’apparecchio non è di sua proprietà. È lui, infatti, il «detentore» dell’apparecchio secondo la definizione di legge.

L’ABBONATO ALLA TV VIA SATELLITE
Chi ha un contratto per la visione di trasmissioni tramite satellite o via cavo deve pagare il canone Rai?
Sì. L’obbligo di pagare deriva dalla detenzione di uno o più apparecchi adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive. Dunque, anche chi non guarda mai la Rai, ma ad esempio guarda tv private o straniere, deve pagare il canone.

IL RESIDENTE ALL'ESTERO
Chi risiede all’estero ma ha una casa in Italia dove è presente un televisore, deve pagare il canone Rai?
Sì. La residenza in un Paese estero non esonera il contribuente dal pagamento del canone Rai, se nella casa posseduta in Italia sono presenti apparecchi televisivi. Il possesso è infatti il primo requisito.

ESENZIONE PER GLI OVER 75
Chi è esentato dal canone?
Non sono tenuti a versare il canone, per la Tv della casa di residenza, i contribuenti di età pari o superiore a 75 anni con un reddito proprio e del coniuge che non supera complessivamente 6.713,98 euro all’anno, senza conviventi. Una parte delle maggiori entrate del canone dovrebbe essere destinata, dal 2016 al 2018, a innalzare a 8mila euro la soglia di esenzione.

L’USO DELLA TV COME MONITOR
Chi usa l’apparecchio televisivo come monitor per il computer o solo per vedere videocassette o Dvd, deve pagare il canone?
Sì. L’obbligo di pagare deriva dalla detenzione dell’apparecchio televisivo. La sua destinazione a un uso diverso (visione di nastri, uso come terminale o come monitor per i videogiochi) non ne esclude l’adattabilità alla ricezione delle trasmissioni tv.

LA TV NELLA SECONDA CASA
Chi ha una seconda casa deve pagare il canone due volte?
No. Il canone è dovuto una sola volta per gli apparecchi Tv detenuti nei luoghi adibiti a propria residenza o dimora, dallo stesso soggetto e dai soggetti appartenenti alla stessa famiglia anagrafica. Per formare una famiglia anagrafica servono la coabitazione e la dimora abituale nello stesso Comune.

IL POSSESSO DELLA RADIO
Chi non ha il televisore ma ha in casa una radio, deve pagare il canone Rai?
No. In base alla legge 449/1997 (articolo 24, comma 14), dal 1998 sono esonerati dal pagamento del canone i detentori dei soli apparecchi radiofonici, purché siano collocati in abitazioni private, indipendentemente dal loro numero.

IL LOCALE PUBBLICO
Chi è titolare di un bar o di un ristorante e della relativa utenza elettrica, pagherà il canone in bolletta?
La presunzione di possesso della Tv legata alla fornitura di energia elettrica si applica solo per le utenze domestiche. Tutti coloro che detengono una tv in locali o esercizi pubblici devono comunque pagare il canone speciale (ma non nella bolletta elettrica).

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Pc, seconde case, affitti: le incognite del canone tv

A fine mese, quest’anno, il fatidico bollettino del canone Rai non arriverà nelle case di decine di milioni di italiani. Molti, avvezzi alla consuetudine pluridecennale del 31 gennaio, si chiederanno se non ci sia stato un errore nei recapiti o - magari - se siano stati esentati per qualche errore burocratico. Niente da fare. Il canone, anche se ridotto a 100 euro per il 2016, sarà pagato in automatico nella bolletta elettrica. Ma per quest’anno, in fase di rodaggio, l’appuntamento è spostato a dopo il 1° luglio, quando arriverà una bolletta elettrica con l’importo delle prime 5 o 6 delle 10 rate in cui sarà diviso il canone. Dal 2017, invece, il nuovo sistema sarà a regime e il canone sarà diviso in ragione delle bollette che arriveranno per l’energia elettrica.
Proviamo a vedere, in sintesi, come funzionerà il nuovo sistema delineato dalla legge di Stabilità (la legge 208/2015) che si propone anche di risolvere il problema dell’evasione una volta per tutte. La Rai, intanto, in attesa di predisporre un numero verde, ha preparato alcune Faq all’indirizzo web www.canone.rai.it.

Chi paga
È tenuto a pagare chi ha un apparecchio adatto a ricevere le trasmissioni o comunque ha un’utenza elettrica nel suo luogo di «residenza anagrafica», perché il possesso del televisore, in questo caso, è presunto. Di fatto, a pagare sarà l’intestatario della bolletta elettrica.

Come e quando si paga
Il pagamento avverrà in 10 rate uguali, insieme alla bolletta elettrica (dove gli importi saranno indicati a parte). Nel caso le bollette che arrivano in un anno siano meno di dieci (come capita spesso, infatti, ne arriva una a bimestre), le rate saranno addebitate sulla prima bolletta utile in arrivo. Non esiste più, quindi, una scadenza unica e uguale per tutti ma sarà variabile a seconda della politica seguita dal fornitore di energia elettrica.
Gli stessi fornitori dovranno riversare all’erario gli importi incassati entro il 20 del mese successivo all’incasso e comunque tutto il canone va riversato entro il 20 dicembre di ogni anno. Se omettono il versamento o le comunicazioni di legge, scattano sanzioni e interessi come per le imposte erariali, ed è possibile il ravvedimento. Chi già paga la bolletta elettrica sul conto corrente bancario continuerà a farlo in automatico, compreso quindi il canone tv.

Controlli e sanzioni
Difficile dire che cosa accadrà se a non pagare saranno i diretti interessati, cioè i titolari della bolletta elettrica. In pratica, questo potrebbe accadere indirettamente quando non si paga, appunto la bolletta elettrica, nella quale il canone tv è incorporato. Ma le nuove norme non prevedono nulla al riguardo, e sarà probabilmente il decreto dell’Economia (da varare entro il 15 febbraio prossimo) a definire questo aspetto del rapporto con il fornitore. In effetti la norma parla di «riversare» solo quanto incassato, quindi le aziende non rischiano di essere coinvolte ma certo, agendo per il recupero dei crediti, dovrebbero incassare anche gli arretrati del canone tv.
Restano comunque in vigore le vecchie norme, che prevedono, di base, la sanzione amministrativa da 200 a 600 euro per il 2016; ma se si paga prima che arrivi l’accertamento è solo il 20% del canone, quindi, per il 2016, 20 euro.

Il nodo dell’incrocio dei dati
Svariati milioni di famiglie hanno più di un’utenza elettrica. I casi sono infiniti e in genere derivano dal fatto che molti possiedono altre case oltre a quella in cui vivono. Di base, la legge 208/2015 prevede la possibilità di uno «scambio di dati» tra aziende elettriche, Anagrafe tributaria, ministero dell’Interno, Comuni, Acquirente unico e Authority energetica.
Uno dei principali problemi da risolvere è anche la mancata coincidenza tra le residenze comunicate ai gestori dell’energia elettrica e quelle registrate nell’anagrafe dei Comuni. Gli utenti, infatti, si preoccupano di farle coincidere solo se possono ottenere eventuali tariffe agevolate per la casa di residenza.
Un altro nodo è quello del passaggio del consumatore da un’impresa elettrica all’altra: il versamento rateale del canone, infatti, comporterebbe calcoli complessi per quantificare il debito residuo e addebitare gli importi nelle bollette. In questo caso, la soluzione più agile potrebbe essere quella di imporre il pagamento di tutto il canone dovuto prima di passare dal vecchio al nuovo gestore.
 
 
Fonte: Il Sole 24 Ore - a cura di Saverio Fossati Valentina Melis

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

domenica 17 gennaio 2016

Risultati elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo Pro Loco


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Via ai lavori, l’Arco si rifà il look grazie ad Art Bonus e alle banche


Un simbolo del paese, presto tornerà a nuovo splendore grazie all'utilizzo dell'Art Bonus e all'intervento delle fondazioni bancarie. Lunedì 11 gennaio sono iniziati i lavori di manutenzione straordinaria del Ponte Canale dell'acquedotto irriguo di Gallicano, meglio conosciuto come l'Arco. Il progetto di recupero ha dovuto seguire un lungo e complesso iter burocratico, passando tra l'altro sotto la supervisione della Sopraintendenza delle Belle Arti di Lucca. 
Il finanziamento dell'opera, ammontante a 70mila euro, è frutto della sinergia tra pubblico e privato: «Ringraziando la Fondazione Cassa di risparmio di Lucca e le aziende del territorio che hanno aderito all'Art Bonus – afferma il sindaco David Saisi – l'amministrazione Comunale si augura di continuare su questa strada per concretizzare i molteplici obiettivi dell'ampio programma di riqualificazione del centro storico rinnovando le vesti dei tanti luoghi che da sempre caratterizzano Gallicano e la sua gente». 
Il ponte canale versa in cattive condizioni a seguito dell'infiltrazione dell'acqua negli interstizi delle murature con il conseguente distacco di materiale lapideo della muratura e della cerchiatura in mattoni degli archi e dei fornici rotondi, fenomeno che si accentua durante il periodo invernale per l'azione del gelo e del disgelo. 
Il progetto prevede la pulizia dei parati con l'eliminazione della vegetazione infestante e del muschio, la fornitura e posa in opera di una lamiera di rame sagomata posta all'interno del canale al fine di eliminare il problema delle infiltrazioni d'acqua, il consolidamento degli archi e delle murature mediante la pulizia e stuccatura, il consolidamento delle cornici dell'arco sopra la strada provinciale al fine di scongiurare il problema della caduta di materiale sulla via. Sono previsti inoltre lavori per la messa in sicurezza di alcuni punti dell'acquedotto irriguo consistente in opere di manutenzione straordinaria di tratti che presentano fenomeni di deterioramento e di cedimento che lasciano filtrare acqua.

Fonte: Il Tirreno - Nicola Bellanova

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 15 gennaio 2016

Il CAI Garfagnana rinnova il direttivo. Al vertice c'è Ottavio Baisi

La sezione CAI di Castelnuovo di Garfagnana ha rinnovato il direttivo.
Tre i nuovi nomi: Sara Gherardi (che si occuperà della biblioteca della sezione), Matteo Lunardi (commissione fotografica e social) e Luca Mori (vicepresidente).
"Un ringraziamento particolare - spiega il segretario Luciano Turriani - al passato presidente Gabriele Turri, che continuerà con noi il lungo cammino iniziato diversi anni fa non più come consigliere e presidente, ma nel ruolo di tesoriere. A tutti gli altri consiglieri che per motivi di lavoro, non si sono potuti candidare, un profondo ringraziamento per l'ottimo lavoro svolto. Infine un grazie di cuore a coloro che hanno dato la loro disponibilità a essere eletti e non sono passati. La sezione e i suoi soci vi ringraziano."
Serata degli auguri CAI Castelnuovo 18-12-15
Ecco nel dettaglio il nuovo direttivo:
  • presidente: Ottavio Baisi;
  • vice presidente: Luca Mori;
  • segretario: Luciano Turriani;
  • tesoriere: Gabriele Turri (esterno al cosiglio);
  • consiglieri: Alessandra Dini, Matteo Lunardi, Danilo Musetti, Andrea Pierotti, Alessio Rossi;
  • revisori: Alessandro Biagioni, Roberto Biagioni (presidente), Giuliana Magnani.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 13 gennaio 2016

Il cavolo nero di Trassilico su RAI 1


La Garfagnana due volte su RAI 1 nei prossimi 15 giorni. 
Martedì 19 gennaio ore 11 su RAI 1 "A conti fatti" con Elisa Isoardi si parlerà del cavolo nero di Trassilico e in cucina: "il mancato freddo per i cavoli". 
Sabato 23 gennaio RAI 1 ore 10,30 "Buongiorno benessere" con Vira Carbone ancora sul cavolo nero di Trassilico "proprietà benefiche". 

Anche con le piccole cose si può valorizzare un territorio.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Elezioni per rinnovo consiglio direttivo Pro Loco Gallicano (triennio 2016-2018)


Domenica 17 Gennaio 2016, dalle ore 10 alle ore 17, presso la sede dell’associazione in Piazza del Popolo, si svolgeranno le elezioni per il rinnovo del Consiglio Direttivo della Pro Loco di Gallicano per il triennio 2016-2018. 
Le votazioni sono riservate ai tesserati Pro Loco (sarà comunque possibile tesserarsi al momento). 

Questo l'elenco dei candidati: 
  • CELLI ROBERTO 
  • DINI LIVIO 
  • FIORI MARTA 
  • GIANNERINI GIACOMO 
  • MAFFEI STEFANO 
  • MAZZANTI ALESSIO 
  • PAOLI MICHELA 
  • PARDUCCI MARCO 
  • PETROZZINO PAOLO 
  • TADDEI FRANCESCA 
  • VALIENSI SAVERIO

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

martedì 12 gennaio 2016

Numero telefonico dedicato per le chiamate alla Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica)


Da martedì 19 gennaio 2016 la Continuità Assistenziale (ex Guardia Medica) avrà un numero telefonico proprio, diverso dal 118, che tutti i cittadini residenti nei Comuni della Piana di Lucca e della Valle del Serchio, come anche in Versilia, dovranno chiamare per consultare un medico nelle fasce orarie non coperte dall’orario di lavoro dei Medici di famiglia e dei Pediatri di famiglia. 

Il 118, invece, resterà sempre il numero dedicato alle emergenze (malori improvvisi, incidenti stradali, cadute con traumi medio-gravi, ecc.) che necessitano di un soccorso immediato. 

In particolare a partire dal 19 gennaio ogni ambito territoriale, con il suo numero telefonico dedicato, farà riferimento ad una determinata sede di Continuità Assistenziale. 

Questi i numeri di telefono specifici che i cittadini dovranno chiamare per poter usufruire di questo importante servizio distribuito in maniera capillare su tutto il territorio. 
  • Per i Comuni di Altopascio, Montecarlo, Porcari e Villa Basilica: sede di Altopascio - tel. 0584-616780. 
  • Per il Comune di Capannori: sede di Capannori - tel. 0584-616787. 
  • Per i Comuni di Lucca e Pescaglia: sede di Lucca – tel. 0584-616779; sede di Ponte a Moriano tel. 0584-616786. 
  • Per i Comuni della Media Valle del Serchio: sede di Bagni di Lucca - tel. 0584-616788; sede di Barga - tel. 0584-616793; sede di Coreglia Antelminelli - tel. 0584-616789; sede di Gallicano – tel. 0584-616790. 
  • Per i Comuni della Garfagnana: sede di Castelnuovo Garfagnana - tel. 0584-616794; sede di Piazza al Serchio – tel. 0584-616795 
Come avviene anche oggi, i cittadini potranno fare riferimento alla Continuità Assistenziale dal lunedì alla domenica dalle ore 20 alle 8 di mattina, il sabato dalle 8 alle 20 (prefestivi dalle 10 alle 20) e la domenica e i festivi dalle 8 alle 20.

Da precisare che dalle ore 20 alle 8 di tutti i giorni, la Val Pedogna e la Val di Turrite dovranno chiamare uno dei numeri di riferimento della Media Valle del Serchio

I numeri di telefono, specifici per sede di Continuità Assistenziale, hanno tutti il prefisso 0584-, in quanto la telefonata transiterà da un centralino elettronico che avviserà l’assistito che sta rispondendo il servizio di Continuità Assistenziale (e quindi non il servizio di Emergenza Territoriale 118) e informerà l’utente che la telefonata è registrata. 
La chiamata verrà quindi inoltrata al medico di Continuità Assistenziale e, solo in caso di mancata risposta da parte del medico di Continuità Assistenziale, il cittadino verrà messo in contatto con la centrale 118. 

Il Medico di Continuità Assistenziale, presa in carico la chiamata valuterà l'intervento più opportuno: 
  • consiglio telefonico 
  • visita ambulatoriale 
  • visita domiciliare 
  • o attivazione del servizio di emergenza 118. 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 11 gennaio 2016

Il Serchio di anonimo garfagnino

Il Serchio

Priciso nun lo so, ma eden tant'anni
che da Soraggio mi ni vado al mare;
nun ho mai cambio riligion, né panni
e fo' l mi comodaccio a tutto andare.

Or camino cusì, ora cosà:
quando son cicco e quando grosso,
s'un mi piace sta qui, vado di là,
insomma faccio tutto quel che posso.

Prudente son coi muri e i cavalletti,
coi ponti tutti della firuvia
che se voleo con quattro minuetti
podevo e posso sbaraccalli via.

Lavo la roba sporca alle signore 
e cerco di lavà grandi e cicchini,
ricevo roba di cattivo odore
e quello che mi danno j spazzini.

Porto spesso la legna a chi un ci n'ha.
rùtolo sassi eppò faccio la rena
e questo è tutto il mal che posso fa,
se qualche volta mi vedete in piena.

Ed ora, quasi un lavorassi assà,
m'han preso per l'orecchio come un ciuco
e m'han vinduto ad una società
per gusto che j passi drento il buco

(anonimo garfagnino)


Questa poesia l'ho trovata in un vecchio quaderno delle scuole elementari (maestra Casci Maria Annita).

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

domenica 10 gennaio 2016

La Linea Gotica in MTB


Escursione dedicata alla scoperta di alcuni luoghi della Linea Gotica, teatro di violenti scontri durante la Seconda Guerra Mondiale. Sarà visitato "il Castellaccio" situato sopra il paese di Aquilea, dal quale, tramite strade asfaltate e cararecce, ci sposteremo sul Monte dell’Elto, dove sono ancora presenti molte trincee e bunker. 
Dalla modesta sommità di questo monte, sarà possibile vedere gli altri due siti che incontreremo, dopo aver affrontato l’ultima salita della giornata, cioè il "Pittone" con le sue gallerie scavate nella montagna e la Croce di Brancoli, punto più alto di tutta l’escursione e dalla quale si può godere di un bellissimo panorama. 
L’attuale croce, alta più di 18 metri, venne eretta nel 1958, dopo che la precedente, considerata un punto di riferimento strategico, venne abbattuta dall’esercito tedesco nel 1944.

TERMINE ISCRIZIONI: VENERDI 22 GENNAIO ORE 18.00

Difficoltà: MC/MC (medie capacità tecniche); 
Tempo di percorrenza: 6 ore circa (comprensive delle pause); 
Lunghezza: 40km; Dislivello: +/­ 1200m circa; 
Ciclabilità salita: 100%; 
Ciclabilità discesa: 100%; 
Orari: ritrovo ore 8.30 – partenza ore 9.00; 
Trasporto: mezzi propri; 
Ritrovo: Ponte a Moriano (LU); 
Direttori: ASE-C David Maffei 349 5594385; 
Costo: non Soci CAI 8,00€ (copertura assicurativa); 
Pranzo: al sacco. 

ISCRIZIONI Elìa Serafini 328 7054066 – mtb@cailucca.it 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

La prima diga del Lago di Vagli



Questa fotografia risale al 1943 ed è forse l’unica immagine che ritrae la costruzione della prima diga di Vagli, poi sostituita da quella attuale.
Il signore alto al centro è mio nonno Pietro Calamari, al tempo segretario comunale di Vagli, la bambina più piccola è mia zia Alice Calamari (conosciuta come Lolli) e la seconda signora a destra è mia nonna Erminia Danti. 
La zia Lolli mi ha raccontato che le acque di questa diga, che aveva dimensioni più piccole rispetto a quella odierna, avrebbero comunque sommerso il paese di Fabbriche di Careggine e che, a seguito dell’interesse di una società nazionale, i lavori furono interrotti per costruirne una più grande e alta, con più invaso, che tutti oggi conosciamo. 

Da sinistra a destra: maestro Nitrini Battista, maestra Baisi Ida (moglie del dottor Franceschi), segretario Pietro Calamari, Alice Calamari (bambina più piccola), Renata Vanni (l’altra bambina), mamma di Renata Vanni, Erminia Danti e Fontana Tina (moglie di Baisi Diuilio).


Questo il video della settimana Incom del 03/07/1947 "Val Garfagnana. Inondazione artificiale".

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

sabato 9 gennaio 2016

Il Rifugio Monte Tondo 1600 m s.l.m.

Il rifugio Monte Tondo, a 1600 metri di quota, nel Parco dell’Appennino Tosco Emiliano, è una storica struttura di alpeggio del Patrimonio Agricolo Forestale della Regione Toscana, in gestione all’azienda agricola Angela Piagentini. 
Il rifugio dispone di un bivacco con 18 letto e la possibilità di soggiornare con le tende nelle vicinanze. Nel ristoro agrituristico è possibile degustare i piatti della tradizione garfagnina realizzati con le produzioni aziendali, mentre i frutti di sottobosco vengono trasformati in gustose confetture per le crostate cotte nel forno a legna, come il pane di patate e le torte salate, dal profumo inimitabile. 

Nel 2015 è stato punto di ristoro della Garfagnana EPIC e lo sarà anche nel 2016. 
Siamo andati a trovare Angela e Stefano il giorno della Befana…. queste le foto (clicca qui).










Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!