venerdì 22 gennaio 2021

Cartolina di Gallicano imbiancata


Foto realizzata da Matteo Mazzanti

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Contributo per il ripristino funzionale dei danni all’abitazione in conseguenza degli eventi nevosi e idrogeologici gennaio 2021

In conseguenza degli eventi nevosi ed idrogeologici del gennaio 2021, la Regione Toscana ha trasmesso le schede per la ricognizione dei danni occorsi ai soggetti privati e relativi al patrimonio edilizio abitativo ed ai beni mobili ivi ubicati al fine di poter accedere ad eventuale contributo per il ripristino. Clicca qui.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 11 gennaio 2021

Garfagnana Epic, iscrizioni al via

La Nazione del 10-01-21

 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

sabato 9 gennaio 2021

giovedì 7 gennaio 2021

MTB: al via le iscrizioni alla Garfagnana EPIC 2021



Aperte da questa mattina le iscrizioni per Garfagnana Epic 2021, la maratona in MTB non competitiva giunta alla VII° edizione, in programma il 29 e 30 maggio 2021 tra Garfagnana e Valle del Serchio. 

Sarà possibile iscriversi fino al 28 marzo o, comunque, fino al raggiungimento del numero massimo di 300 partecipanti. 

Garfagnana Epic è una due giorni ricca di emozioni tra Alpi Apuane e Appennino Tosco-Emiliano, un’avventura in Mtb attraverso i sentieri, le antiche faggete e i panorami mozzafiato della Valle del Bello e del Buono. 

Non una gara, ma un’impresa epica, una sfida con se stessi in compagnia di amici con la stessa passione. Il percorso della manifestazione, tra i più duri e spettacolari d’Italia con i suoi 160 chilometri e gli oltre 6000 metri di dislivello, vede in questa edizione un’importante novità, toccando i 2054 metri d’altitudine del monte Prado, il più alto della Toscana. 

«Nessun evento può portarti più in alto», afferma soddisfatto Daniele Saisi, ideatore nonché veterano della manifestazione, ricordando come Garfagnana Epic sia ormai diventata sinonimo di garanzia e affidabilità nel mondo della mountain bike. 
«Il nostro è uno dei pochi eventi che, nonostante le restrizioni generali dovute ai protocolli Covid-19, nel 2020 ha trovato una propria collocazione nel calendario», ribadisce Saisi. 

Nel 2021 verrà inoltre riproposta la Epic Day, 80 chilometri e 3200 metri di dislivello concentrati nella sola giornata del 29 maggio. Un percorso diverso da quello della Garfagnana Epic, ma altrettanto suggestivo, vario e tecnico, che quest’anno si snoderà fin sopra i crinali appenninici, regalando scorci particolarmente suggestivi. 

Entrambi gli eventi – Garfagnana Epic ed Epic Day – partiranno da Gallicano il 29 maggio alle ore 8:00.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 4 gennaio 2021

Le novità 2021 per famiglie e consumatori

Assegno unico per i figli
Stanziati i fondi, nell’ambito della riforma fiscale, per ridisegnare le misure di sostegno per le famiglie in favore di un assegno unico e universale, modulato in base all’Isee, per ciascun figlio under 21 a partire da luglio 2021. Prevista una maggiorazione a partire dal terzo figlio e per figli disabili. Ai lavoratori autonomi e ai liberi professionisti verrà così riconosciuto per la prima volta un supporto per i figli a carico fino alla maggiore età. I dettagli verranno definiti nella legge delega e nei successivi decreti attuativi da approvare.
Disegno di legge (atto Senato n. 1892) nell’ambito del Family act (da approvare) e legge di bilancio 2021, comma 2

Congedo di paternità
Il congedo obbligatorio del padre aumenta a 10 giorni per i figli nati o adottati nel 2021. Mantenuto anche il giorno facoltativo. Il congedo obbligatorio spetta anche in caso di morte perinatale. 
Legge di bilancio 2021, comma 363

Bonus per madri sole con figli disabili
Alle madri disoccupate o monoreddito, facenti parte di nuclei familiari monoparentali con figli a carico aventi una disabilità riconosciuta in misura non inferiore al 60%, è concesso un contributo mensile nella misura massima di 500 euro netti, per ciascuno degli anni 2021, 2022 e 2023, con il limite massimo di spesa pari a 5 milioni di euro per ciascun anno. Necessario un decreto attuativo.
Legge di bilancio, comma 365

Proroga del bonus bebé
Rifinanziato (con 340 milioni di euro per il 2021 e 400 per il 202) l’assegno di natalità, il sussidio mensile da 80 a 160 euro, calcolato in base all’Isee. Si potrà richiedere, quindi, per ogni figlio nato o adottato dal 1° gennaio al 31 dicembre 2021. Per i beneficiari del bonus nel 2020, invece, l’Inps ricorda che per le mensilità residue è necessario fare il nuovo Isee 2021 a gennaio.
Legge di bilancio , comma 362

Bonus nido a regime
Il bonus asilo nido viene rinnovato nel 2021 (le risorse stanziate sono a regime), sempre così modulato: 3mila euro con Isee fino a 25mila euro; 2.500 euro con Isee a 40mila euro; 1.500 euro oltre i 40mila euro. Come chiarito dall’Inps, però, per le rette versate entro la fine dell’anno scorso era necessario presentare domanda entro il 31 dicembre 2020. Per i periodi di frequenza del 2021, invece, si presume che l’Inps aprirà una nuova procedura. 
Legge 160/2019, articolo 1, comma 343 

A luglio scade il premio alla nascita
L’incentivo una tantum da 800 euro per le future mamme corrisposto dal settimo mese di gravidanza sarà garantito fino all’arrivo dell’assegno unico per i figli, annunciato a partire da luglio 2021. Salvo cambiamenti in sede di approvazione della legge delega, il contributo infatti verrà assorbito dal nuovo strumento di sostegno alle famiglie.
Disegno di legge (atto Senato n. 1892) nell'ambito del Family act (da approvare)

A fine giugno scade il bonus vacanze
Altri sei mesi per utilizzare il bonus vacanze richiesto entro il 31 dicembre 2020 dai soggetti con Isee inferiore a 40mila euro. Il contributo da 150 a 500 euro in base ai componenti del nucleo familiare, istituito con il decreto Rilancio, è utilizzabile solamente presso le strutture aderenti.
Decreto Ristori (Dl 137/2020), articolo 5, comma 6

Lo switch off per la Tv
A settembre inizia lo switch off, cioè il passaggio dal vecchio digitale terrestre a quello di seconda generazione in standard DVB-T2. Per continuare a vedere i programmi Tv occorrerà avere apparecchi televisivi adeguati al nuovo standard oppure cambiare televisore o usare un decoder ad hoc. Lo switch off si completerà a metà 2022. Sono previsti contributi di 50 euro per le famiglie con meno di 20mila euro di Isee. La legge di bilancio per il 2021 ha stanziato altri 100 milioni. 
Legge 205/2017 e successive e decreto Mise 18 ottobre 2019 

Nuove condizioni per il roaming
Dal 1° gennaio 2021 aumenterà la quantità dei Giga disponibili in roaming Ue secondo quanto stabilito dal Regolamento roaming like at home che prevede condizioni ogni anno migliorative fino al 2022. Il tutto perfezionando la formula che calcola i dati utilizzabili gratuitamente in Europa (traffico voce e Sms sono equiparati alla propria offerta nazionale). 
Regolamento Ue 531/2012 e successive modifiche 

Il kit digitalizzazione
Al fine di ridurre il fenomeno del divario digitale e favorire la fruizione della didattica a distanza ai soggetti appartenenti a nuclei familiari con un reddito Isee non superiore a 20mila euro annui, con almeno uno dei componenti iscritti a un ciclo di istruzione scolastico o universitario non titolari di un contratto di connessione internet o di un contratto di telefonia mobile, che si dotino del sistema pubblico di identità digitale (Spid), è concesso in comodato gratuito un dispositivo elettronico dotato di connettività per un anno o un bonus di equivalente valore da utilizzare per le medesime finalità. Dote da 20 milioni di euro per il 2021. Necessario un decreto attuativo. 
Legge di bilancio, comma 623 

Lotteria degli scontrini
I consumatori che effettuano acquisti di beni e di servizi presso esercenti che trasmettono telematicamente i corrispettivi potranno partecipare alla cosiddetta Lotteria degli scontrini. Per partecipare si deve comunicare il codice lotteria individuato dal provvedimento dell’agenzia delle Dogane e dei Monopoli. I premi non sono tassati. 
Dl Milleproroghe, articolo 3

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Agevolati i filtri per l’acqua potabile

Credito d’imposta per l’acquisto e l’installazione di sistemi di filtraggio di acqua potabile per ridurre il consumo di contenitori di plastica. Il bonus è pari al 50% delle spese sostenute fino a mille euro per ciascuna unità immobiliare o esercizio commerciale e a 5mila euro per gli esercizi pubblici. 
Necessario un provvedimento del direttore dell’Agenzia delle entrate da adottare entro il 31 gennaio per stabilire i criteri e le modalità per usufruire del credito d’imposta. 

Legge di bilancio, comma 1087 e seguenti

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Arriva il bonus «rubinetti»

Previsto un “bonus idrico” di mille euro per ogni persona residente in Italia, da usare entro il 31 dicembre 2021, per interventi di sostituzione di vasi sanitari in ceramica con nuovi apparecchi a scarico ridotto e di apparecchi di rubinetteria sanitaria, soffioni doccia e colonne doccia esistenti con nuovi apparecchi a limitazione di flusso d’acqua. A disposizione 20 milioni di euro per il 2021. 
Necessario un decreto attuativo entro il 2 marzo. 

 Legge di bilancio, comma 62

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

sabato 2 gennaio 2021

giovedì 31 dicembre 2020

lunedì 28 dicembre 2020

A primavera verrà inaugurato il nuovo percorso "Pieve di Gallicano"

Condivido questo post fatto da Fabrizio Riva sul gruppo Facebook Gallicano News.

La Pieve di San Giovanni Battista
​Tanto è stato scritto sull'antichissima Pieve di San Cassiano, poi San Giovanni Battista di Gallicano da importanti studiosi, ma nulla è stato fatto per cercare di recuperare quel poco che è rimasto ancora visibile della sua esistenza.
​Le Pievi di San Giovanni Battista di Gallicano, Santa Maria di Loppia, San Giovanni Battista di Pieve Fosciana e San Pietro Di Careggine avevano la competenza su gran parte della Garfagnana. 
La pievania di San Cassiano e Giovanni Battista di Gallicano comprendeva una zona che andava da Cascio a Gioviano. Una Pieve antichissima e importantissima che risale probabilmente al V, VI sec. come centro preposto alla diffusione del Cristianesimo.
​Considerata quindi la sua rilevanza storica nasce all'interno dell'Istituto Storico Lucchese sezione di Gallicano con la collaborazione dell'amministrazione comunale di Gallicano il desiderio di rilanciare e far conoscere a tutti il luogo dove era nata in tempi antichissimi la Pieve di San Giovanni Battista.
​Per fare ciò come primo intervento è in programma di tracciare un itinerario che partendo da piazza del Popolo, sede del palazzo comunale, percorrendo via Domenico Bertini raggiunga la chiesa di san Jacopo, arrivi alla Rocca, prosegua sulla strada comunale per Valico fino al luogo dove anticamente era stata edificata la Pieve. Si procede poi discendendo sulla strada vicinale nominata della Pieve e in breve si ritorna in paese. Alcuni sopralluoghi sono già stati effettuati e ci siamo impegnati a proseguire inizio nuovo anno. Siamo fiduciosi che il percorso possa inaugurato in primavera.
​Sarà un cammino storico-naturalistico agevole e senza alcuna difficoltà, fruibile anche dai più piccoli, da classificarsi F(facile). Pensiamo che questo primo intervento possa far conoscere a tutti gli abitanti di Gallicano e non solo la storia della Pieve. Vorremmo proseguire cercando di mettere in campo una ricerca archeologica autorizzata che meglio possa approfondire le origini della sua storia.
Questo è il logo che abbiamo scelto per segnare il percorso.


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 24 dicembre 2020

La distruzione della montagna su DMAX. Il dissenso del Gruppo Regionale CAI Toscana e TAM CAI Massa

Condivido questa lettera che il TAM CAI Massa ed il Gruppo Regionale CAI Toscana, in concomitanza dell'ultima puntata "Uomini di Pietra" in onda su DMAX, ha inviato a diversi soggetti pubblici che, a diverso titolo, hanno promosso e sponsorizzato il serial "Uomini di Pietra" su DMAX
Al momento, a distanza di un mese, solo Toscana Film Commission ha risposto. Per il resto silenzio.



A Trentino Film Commission - Sig. Giampaolo Pedrotti
A Toscana Film Commission - Sig.ra Stefania Ippoliti
p.c. Presidente della Provincia di Trento - Maurizio Fugatti
Presidente della Regione Toscana - Eugenio Giani
Assessora Regione Toscana per le politiche della Montagna - Stefania Saccardi 

Il 19 di Novembre è cominciata una serie televisiva sul canale digitale DMAX intitolata “Uomini di pietra” sostenuta da Trentino Film Commission e promossa da Toscana Film Commission.
Vi scriviamo, Sig. Giampaolo Pedrotti e Sig.ra Stefania Ippoliti, per comunicarVi il nostro assoluto dissenso.
In questa prima puntata la narrazione del lavoro in cava si è basata su 3 punti: 
la montagna pericolosa, quasi a giustificare l’accanimento contro di essa; 
la lotta contro la natura, che ricorda approcci datati che la comunità internazionale oramai condanna senza possibilità di appello;
le esigenze del mercato che va sopra a tutto, ricordando il Leviatano di Hobbes.
Su questi tre assi abbiamo assistito a 46 minuti di distruzione della montagna, di una montagna che è pericolosa, di una natura, “matrigna”, cattiva al punto da non far rispettare gli impegni con i clienti (Arabi, Cinesi, Inglesi e tutti palazzi lussuosi, zero arte per intenderci). Perchè bisogna soddisfare i clienti.
Abbiamo assistito ad una contrapposizione natura-uomo che innalza quest’ultimo ad eroe, al tempo stesso dominato del mercato che detta tempi e modi per vincere contro la natura. (l’appellativo “bastardo” da parte di un cavatore contro un pezzo di monte che non vuole cadere come vuole lui, è la quintessenza di tutto questo).
Tutto questo è vergognoso e antistorico.
Di tutto questo ci meravigliamo delle vostre posizioni e vi proviamo a spiegare perché.
La Trentino Film Commission, Sig. Pedrotti, ha lanciato l’iniziativa “Green Film” per stimolare la riduzione degli impatti ambientali delle produzioni cinematografiche: “ al fine di ridurre al minimo l’impatto ambientale” cita il vostro disciplinare. In questa produzione “Uomini di pietra”, che voi sostenete, esaltate un’attività estrattiva che inquina un ambiente unico come le Alpi Apuane. 
Vi sarebbe bastato leggere qualche relazione dell’Agenzia Regionale Per l’Ambiente della Toscana per appurare questa nostra affermazione. 
Vi sarebbe bastato, da esperti in filmografia, guardare il film “Antropocene” che narra dei maggiori disastri ambientali mondiali e uno di questi disastri è, appunto, l’escavazione del marmo in Apuane.
Vi chiediamo quindi come potete far convivere nei vostri obiettivi, la sponsorizzazione di una serie televisiva che narra della distruzione della montagna (in parte dentro i confini del Parco Regionale delle Alpi Apuane) e l’iniziativa “Green film”
L’11 aprile del 2018 il consiglio della Provincia Autonoma di Trento, ente da cui dipende Trentino Film Commission e che ci risulta lei, Sig. Pedrotti, esserne dipendente, ha approvato una mozione per l’ “Adozione delle linee guida finalizzate all'individuazione delle attività umane incompatibili con le peculiarità dei territori montani” con l’impegno della Giunta Provinciale “a monitorare le situazioni di conflittualità legate ad utilizzi di dubbia sostenibilità delle aree alpine, con particolare attenzione alle zone soggette a tutela ambientale ed ai territori dolomitici inseriti nei beni UNESCO”
Richiamando l’UNESCO ci corre l’obbligo di ricordare che l’inserimento delle Dolomiti nel Patrimonio Mondiale dell’UNESCO è dovuto soprattutto perché “ I paesaggi naturali ed i processi essenziali al mantenimento dei valori del bene e della sua integrità si trovano in buono stato di conservazione e sono ampiamente integri” (UNESCO, Dichiarazione di eccezionale valore universale, Integrità)
Ci troviamo davanti ad un altro paradosso che qualcuno ci deve pur spiegare. Nel vostro territorio promuovete linee guida per le attività umane incompatibili con le peculiarità dei territori montani (tipo l’inquinamento acustico dei mezzi di trasporto sui passi Alpini oppure i concerti musicali tenuti in alta quota ), dall’altra sostenete produzioni cinematografiche che esaltano le capacità di mezzi di lavoro di 50 tonnellate con 450 cavalli di potenza all’interno di aree protette come il Parco Regionale delle Alpi Apuane. Vi domandiamo se avete mai sentito un mezzo di questi in azione, così, per nostra curiosità.
Chiediamo poi a lei sig.ra Ippoliti di Toscana Film Commission se ha visto la serie in anteprima oppure no. 
Non tocchiamo la questione ambientale in Apuane perché è un tema stradiscusso a partire dal PIT per arrivare alla recente approvazione del Piano Regionale Cave che ha visto l’allora presidente del Consiglio Eugenio Giani, ora Presidente della Regione Toscana, rigettare la quasi totalità degli emendamenti pro ambiente presentati in Aula consiliare.
Vogliamo chiederLe, se appunto non lo ha fatto, di visionarlo perché troverà interessante vedere come in cava, nonostante le telecamere possano indurre a maggior rispetto delle norme, si sottovalutano i presidi di sicurezza. Vedrà usare il martello pneumatico senza guanti, senza occhiali senza sistemi di protezione acustica, vedrà maneggiare filo diamantato, molto tagliente, senza guanti, vedrà salire scale di oltre 3 metri con il casco non allacciato, oppure vedrà girare nel cantiere il capocava, esperto, senza casco. Capocava che la narrazione del filmato ce lo presenta come ligio “alla etica del lavoro”. Ci chiediamo a quale etica.
Le consigliamo la visione perché Regione Toscana sulla sicurezza in cava ci ha investito circa 2,5 milioni di euro, soldi pubblici, suoi e nostri, ha implementato risorse umane, ha messo la propria faccia per garantire maggiore sicurezza in un settore che purtroppo piange continuamente perdita di vite umane: una pochi giorni fa proprio nel bacino marmifero versiliese dove si sono girate le scene di questa rappresentazione televisiva.
Insomma da una parte di spendono soldi pubblici per la sicurezza in aziende private e dall’altra si invita alla visione di una serie che mostra cosa non si fa per la sicurezza.
Infine il patron di Henraux che dialoga a distanze ravvicinate con i suoi collaboratori, stringe mani, pacche sulle spalle, alla faccia delle precauzioni anticovid, salvo poi scoprire in una scena che la mascherina la tiene ordinatamente al polso.
Insomma tutta una serie di messaggi che andrebbero censurati senza se e senza ma.
Per questo riteniamo veramente inopportuno sia il sostegno come Trentino Film Commission, cioè Provincia Autonoma di Trento, che la promozione sul sito di Toscana Film Commission, alla produzione “Uomini di Pietra”.
Crediamo che un passo indietro da parte vostra sarebbe opportuno per mantenere quella credibilità che in tanti anni di storia della Provincia Autonoma di Trento avete conquistato con le vostre valli, le vostre donne e i vostri uomini che non meritano certamente le contraddizioni che avete invece mostrato in questa operazione.
Vi invitiamo inoltre, sig. Pedrotti e sig.ra Ippoliti, a visitare le nostre Alpi Apuane, le nostre valli, le nostre emergenze ambientali che sono ogni giorno messe sotto pressione (giusto per usare un eufemismo) dalle attività di escavazione. Sarete nostri ospiti. 
Forse potrebbe servire, a tutti.
Gruppo Regionale CAI Toscana
TAM CAI Massa

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 21 dicembre 2020

sabato 19 dicembre 2020

41° edizione della Fiaccolata di Gallicano


Domenica 20 Dicembre 2020 si svolgerà la 41esima edizione della Fiaccolata di Gallicano e della Valle del Serchio.
Sarà una modalità diversa, per ovvi motivi, rispetto a tutte le precedenti, ma rimarrà intatto lo spirito che ha caratterizzato tutte le edizioni precedenti: fare del bene. 
Oggi la difficoltà principale riguarda il nostro territorio. La lontananza dalle terapie intensive e dalle sale rianimazione, presenti all'Ospedale S.Luca di Lucca, può essere colmata solo in un modo: dotando delle migliori attrezzature le nostre ambulanze che fanno servizio di 118.

Alla popolazione chiediamo una partecipazione simbolica, illuminando le finestre di casa con candele e lumini. Non è purtroppo prevista la partecipazione fisica al corteo con le fiaccole. 

Fino alle ore 20.00 la Chiesa di San Jacopo non sarà illuminata. Dalle ore 20.00 si illuminerà e verranno suonate le campane da Don Fiorenzo, che ringraziamo.
Sempre alle ore 20.00 partiranno da Piazza V. Emanuele due cortei simbolici: 
uno che attraverserà il paese percorrendo Via G. Pascoli e Via della Repubblica, con rientro in Piazza, da parte delle Ambulanze che rappresenteranno tutta la Valle del Serchio e oltre; 
l'altro corteo partirà, con fiaccole accese, da Piazza V. Emanuele e percorrerà Via Roma, Via della Pania, Via S. Giovanni, Piazza del Popolo, Via Cavour con rientro in Piazza. Vedrà coinvolti, con il rispetto delle norme anti-covid, i rappresentanti di tutte le pubbliche amministrazioni della vallata e un rappresentante per ogni Associazione che ha dato la propria disponibilità a partecipare. Saranno presenti Alma Castelvecchi e Duse Lemetti, il Vescovo Paolo Giulietti e la dirigente scolastica Alessandra Mancuso. Parteciperanno il presidente della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, un componente del CdA della Banca Versilia Lunigiana e Garfagnana e il Presidente dei Lions Club Garfagnana. 

Grazie a NoiTv saremo in diretta con due interventi nel TGNoi delle ore 19.30 e verrà realizzato uno speciale 41° Fiaccolata trasmesso nei giorni seguenti.

Sarà possibile contribuire direttamente a questo ambizioso progetto donando tramite bollettino di CCP o IBAN utilizzando gli estremi specificati nell'immagine o utilizzando bancomat/carta di credito seguendo il link: https://www.gofundme.com/f/1y8k6a11uo...
I
nsieme possiamo colmare la distanza!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 18 dicembre 2020

Donazioni, numeri record. "Obiettivo quota 400"

La Nazione 17-12-20

 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Le mani sul territorio



La Procura della Repubblica presso il Tribunale di Lucca sta indagando 36 persone per ben 63 ipotesi di reato in relazione a una complessa inchiesta riguardante un presunto vero e proprio sistema di gestione del territorio di Vagli di Sotto (LU), sulle Alpi Apuane.
Fra gli indagati, sottoposti a misure restrittive della libertà personale, l’amministratore locale Mario Puglia e l’impresario del marmo Giorgio Turba.

Un quadro aggiornato e completo sulle indagini in atto sul "Sistema Vagli" è ben riassunto dal GR.I.G.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!