giovedì 18 luglio 2024

Entro la metà di agosto il nuovo presidente dell’Unione dei Comuni della Garfagnana

David Saisi, sindaco del Comune di Gallicano, ‘traghetterà’ l’Unione Comuni Garfagnana verso il rinnovo del consiglio e l’elezione del nuovo presidente.


Con il rinnovo dei consigli comunali, a seguito delle elezioni amministrative dell’8 e 9 giugno, è infatti iniziata la gestione provvisoria dell’ente. Un passaggio che, come da Statuto, vede il sindaco del Comune con il maggior numero di abitanti (non considerando quello uscente) assumere il ruolo di presidente pro-tempore.

Gallicano, con i suoi 3 mila 604 abitanti, è risultato – dopo Castelnuovo di Garfagnana (5 mila 637) il cui sindaco è, però, il presidente uscente dell’Unione Comuni Garfagnana – il Comune più popolato tra quelli componenti l’Ente.

David Saisi ha raccolto quindi, temporaneamente, il testimone di Andrea Tagliasacchi in attesa che i singoli Consigli comunali designino i loro rappresentanti al consiglio dell’ente. L’ultima assise è stata convocata per il 28 giugno, dopodiché ci saranno 30 giorni per nominare i consiglieri. La scadenza ultima è, per cui, quella del 28 luglio.

A quel punto David Saisi dovrà, entro 15 giorni, convocare il nuovo Consiglio per l’elezione del presidente. Il termine ultimo, in questo caso, è il 13 agosto. Nel caso in cui non venisse raggiunto il numero legale o la maggioranza richiesta, si procederà ad una nuova convocazione non oltre 15 giorni, tenendo conto che l’ultimo giorno utile per l’elezione del Presidente è il 12 settembre. In caso di mancata elezione del Presidente, il Consiglio dell’Ente verrà sciolto ed i Consigli Comunali provvederanno ad una nuova designazione dei rappresentanti.

“Sarà mio compito – ha dichiarato il presidente pro-tempore dell’Unione Comuni Garfagnana David Saisi – guidare l’ente in questa fase di passaggio per garantire la continuità amministrativa, sovrintendendo il funzionamento dei servizi, degli uffici e dell’esecuzione degli atti ed esercitando le altre funzioni attribuitemi dallo statuto”.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 11 luglio 2024

Redditi da fotovoltaico (ritiro dedicato) - Trattamento fiscale

I contributi ricevuti dal proprietario dell’impianto fotovoltaico (persona fisica non esercitante attività di impresa), che per la vendita dell’eccedenza di energia utilizza il regime del “ritiro dedicato” (GSE), rappresentano fiscalmente “redditi diversi” e vanno indicati nella dichiarazione dei redditi.

Più precisamente, rientrano nella categoria dei “redditi derivanti da attività commerciali non esercitate abitualmente” e, pertanto, devono essere riportati, con il codice 1, nel rigo D5 del modello 730 (quadro D - “Altri redditi”). Per chi presenta il modello Redditi Persone fisiche, il rigo in cui indicare questi redditi è RL14 (colonna 2).

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 10 luglio 2024

Estate Gallicanese 2024 - Calendario eventi








Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

22° Gran Tour del Pratofiorito

La ASD Jurassic Bike organizza la XXII° edizione del Grand Tour del Pratofiorito, manifestazione ciclistica per Mountain Bike a Bagni di Lucca.


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Seconda miglior compagnia d’Italia Under 18 per gli Sbandieratori di Gallicano

Si sono chiusi nel pomeriggio della scorsa domenica i giochi della parata nazionale della bandiera under 18 della Lega Italiana Sbandieratori, tenutisi a Montefalco, in Umbria, e la compagine degli Sbandieratori Musici di Gallicano è rientrata in Garfagnana con un nuovo carico di successi.


Sono state ben quattro le coppe conquistate dalla compagnia di Gallicano durante questi veri e propri “campionati italiani giovanili della bandiera”, manifestazione giunta alla sua 13esima edizione, che ha visto sfidarsi più di venti compagnie e 400 atleti nelle cinque specialità in gara, divise in tre fasce d’età diverse.

Nella giornata di venerdì, i Musici della scuola di tamburo e chiarina si sono laureati vicecampioni italiani, aggiudicandosi il secondo posto nella gara di Assolo Musici categoria Under 15 (Caterina Pieroni, Sara Pieroni, Elena Mazzanti, Elettra Giusti, Sofia Onesti, Mirko Onesti, Rachele Ornella Castelli e Sebastiano Fiori). Sabato è stata la volta di Sofia Nobili Ambrosini e Noemi Chiani, terze classificate nella coppia under 15.

Ma i migliori risultati per il gruppo di Gallicano dovevano ancora arrivare e lo hanno fatto proprio nelle due categorie di gara più prestigiose: la piccola e la grande squadra Sbandieratori under 18, nelle quali il Gruppo Sbandieratori Gallicano si è aggiudicato il primo posto. Luca Maffei, Gabriele Rossi, Davide Rossi, Ana Maria Pasare, Nikita Peccioli e Sofia Marroni hanno riportato in Garfagnana il titolo italiano under 18 di grande squadra dopo 5 anni dall’ultima vittoria. Domenica mattina gli atleti Gabriele Rossi, Ana Maria Pasare, Nikita Peccioli, e Sofia Marroni si sono riconfermati campioni, portando a casa anche il titolo di campioni italiani di piccola squadra under 18.


Il gruppo di Gallicano è risultato, alla fine della manifestazione, la seconda miglior compagnia d’Italia Under 18 per i risultati ottenuti.

“È una bellissima soddisfazione per i ragazzi in primis, ma anche per tutti i maestri di bandiera e gli istruttori musici di chiarina e tamburo che durante tutto l’anno seguono i nostri quasi 40 allievi della scuola di bandiera e di strumenti storici – ha dichiarato Giulio Baldacci, presidente del gruppo Sbandieratori e Musici di Gallicano – Soddisfazione ancora più grande se pensiamo di essere riusciti ad ottenerla proprio quest’anno, in cui festeggiamo i 50 anni dalla fondazione del gruppo il prossimo 27 luglio. Il perfetto connubio tra passato e futuro nell’anno in cui torneremo, dopo 10 anni, ad organizzare a Gallicano la parata nazionale della bandiera “dei grandi” il prossimo 5-6-7 settembre. Sperando che stavolta siano i maestri ad ‘imitare’ gli allievi”.


I ragazzi impegnati nelle altre specialità sono stati

Categoria Under 12
– Singolo: Giorgio Chiani
– Coppia: Giorgio Chiani, Filippo Ferrari
– Piccola Squadra: Pamela Marroni, Filippo Ferrari, Rachele Ferrari, Gioele Politi


Categoria Under 15
– Singolo: Davide Rossi
– Coppia: Sofia Nobili Ambrosini, Noemi Chiani
– Piccola Squadra: Sofia Nobili Ambrosini, Noemi Chiani, Alessia Rossi, Aurora Corradi
– Grande Squadra: Atleti della Piccola Squadra + Dafne Martinelli, Pamela Marroni

Categoria Under 18
– Singolo: Luca Maffei
– Coppia: Gabriele Rossi, Luca Maffei


Il Gruppo Sbandieratori e Musici di Gallicano dà appuntamento a tutti i suoi simpatizzanti, sostenitori e amici il 27 luglio agli impianti sportivi di Gallicano per festeggiare i 50 anni dalla fondazione.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Garfagnana a piedi e in bici la nuova mappa interattiva

Si chiama ‘Garfagnana a piedi e in bici’ la nuova web-app che l’Unione Comuni Garfagnana mette a disposizione di chiunque frequenti il territorio: uno strumento digitale facile da consultare ed accessibile, da ogni posizione e dispositivo, grazie ad un apposito QR Code collegato al sito www.turismo.garfagnana.eu. Questa terza web-app va ad aggiungersi alle due già realizzate in precedenza: ‘Sagre in Garfagnana’ e ‘Via del Volto Santo’.



La mappa offre all’utente la possibilità di individuare sul territorio passeggiate, escursioni, itinerari in mountain-bike e in bici da corsa – oltre ad una serie di informazioni utili come, ad esempio, le 10 regole da seguire quando si pianifica un’attività outdoor.

All’interno del sito si trova, infine, una sezione dedicata alle segnalazioni: scrivendo all’indirizzo e-mail info@turismo.garfagnana.eu è infatti possibile indicare la posizione gpx del percorso e una breve descrizione del problema (segnaletica, manutenzione etc.).

“Il progetto di mappatura digitalizzata dei tracciati – afferma il presidente dell’Unione Comuni Garfagnana David Saisi – consentirà l’integrazione con gli strumenti multimediali capaci di valorizzare le risorse del territorio e promuovere una nuova offerta turistica”.

Propedeutico per questa web-app è stato il più ampio progetto di valorizzazione, potenziamento, messa in sicurezza e georeferenziazione della rete sentieristica della Garfagnana che l’Unione Comuni Garfagnana, con un importante contributo della Fondazione Cassa di Risparmio di Lucca, ha realizzato per un investimento complessivo di 40 mila euro.

Nell’ambito di questo ultimo progetto sono stati georeferenziati e verificati – dal punto di vista della loro fruibilità – 30 sentieri, più le vie storiche (Via Matildica e Via del Volto Santo), individuati dalle guide ambientali che collaborano con l’Unione Comuni Garfagnana e con l’Osservatorio Turistico di Destinazione Garfagnana.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 5 luglio 2024

Bando per la realizzazione del "Cencio" 2025

I Presidenti dei Rioni Borgo Antico, Bufali e Monticello indicono il bando pubblico per la realizzazione del "Cencio" per l'edizione del Palio di San Jacopo 2025.
Il premio per chi realizzerà il “cencio” del Palio di San Jacopo edizione 2025 sarà di € 150,00.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Trentesimo anniversario - L'estate del '94 quando fu svuotato il lago di Vagli


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Dall’8 luglio, al via le prenotazioni del bonus colonnine domestiche 2024

Il contributo massimo erogabile è di 1.500 euro a persona, e sale fino a 8.000 euro in caso di installazione sulle parti comuni dei condomini, fino a esaurimento delle risorse disponibili



Puntuale, come annunciato, con un avviso pubblicato sul proprio sito istituzionale, il ministero delle Imprese e del Made in Italy comunica che dalle ore 12 di lunedì 8 luglio, potrà essere prenotato, tramite l’apposita piattaforma informatica, il “Bonus colonnine domestiche”, per l’acquisto e l’installazione di infrastrutture di ricarica di veicoli elettrici (come colonnine o wall box) da parte di persone fisiche e condomìni, dal 1° gennaio 2024.

L’accesso alla piattaforma può essere effettuato tramite Spid, Carta d’identità elettronica (Cie) o Carta nazionale dei servizi (Cns). Una volta entrati nella procedura è possibile procedere alla compilazione guidata dell’apposito modulo elettronico di richiesta. Per il perfezionamento della domanda è necessario il possesso di una casella di posta elettronica certificata (Pec) attiva.

Ricordiamo che le modalità e la procedura di concessione del contributo 2024 sono state messe a punto con il decreto direttoriale dello scorso 12 giugno (vedi “Bonus colonnine domestiche, definite le linee guida per il 2024”).

Possono beneficiare dell’incentivo previsto dal Dpcm 4 agosto 2022 le persone fisiche residenti in Italia e i condomìni rappresentati dall’amministratore pro-tempore o da un condomino delegato, fino all’esaurimento delle risorse disponibili, pari, per il 2024, a 20 milioni di euro. La somma massima erogabile a ogni richiedente ammonta a 1.500 euro per i privati e sale fino a 8.000 euro in caso di installazione sulle parti comuni degli edifici condominiali.

Sul sito del ministero sono disponibili le risposte ai quesiti più frequenti (faq) riguardanti la concessione del contributo.

Per maggiori chiarimenti e informazioni, inoltre, è possibile contattare Invitalia, che gestisce la misura per conto del Mimit, compilando il modulo online oppure telefonando al numero verde gratuito 800 77 53 97 (dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18).

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 28 giugno 2024

Tour gastronomico "Cardoso con Gusto" - Sabato 13 luglio 2024

Cardoso, nel comune di Galliano, vi aspetta per “Cardoso con Gusto”, speciale tour gastronomico in programma sabato 13 luglio con inizio alle 18,30. Tra le caratteristiche vie del paese di Cardoso sarà possibile gustare i sapori della cucina classica locale.
 




Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

8 Sassi: 8 modi di vivere la montagna - Sassi 6-7 luglio 2024



8 sono le aree nelle quali il CAI di Lucca opera: escursionismo, alpinismo, arrampicata, sci alpinismo, speleologia, torrentismo, mountain bike e attività ludico formativa per i più piccoli.

Il paese di Sassi è stato scelto non solo in virtù della sua posizione geografica privilegiata di fronte al gruppo delle Panie, ma anche e soprattutto per l’accoglienza e l’entusiasmo dimostrati dagli abitanti nei confronti dell’iniziativa.

Il progetto 8Sassi è quindi il risultato dell’unione di due passioni: la nostra che trova nella montagna una seconda casa e quella degli abitanti che nella stessa montagna vivono quotidianamente.

Di una cosa siamo certi, è la passione che può cambiare il mondo e per questo ci auguriamo di veder nascere in chi vorrà prendere parte a questo evento lo stesso entusiasmo e amore per la montagna che accomunano tutti noi.

Per maggiori informazioni: www.8sassi.it

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 21 giugno 2024

Apuane: nasce il rifugio Baita Pania, nei luoghi di Fosco Maraini

Con dieci posti letto, a un quarto d’ora di cammino dalla strada, il nuovo rifugio è adatto agli escursionisti tranquilli. La cucina è quella tradizionale della Garfagnana. Inaugurazione ufficiale il 22 giugno.

Più in alto, oltre i fitti boschi di faggio e le rocce modellate dal carsismo, si alzano la Pania della Croce, una delle cime più belle e famose delle Apuane, e i suoi arcigni satelliti dalla Pania Secca al Pizzo delle Saette. Verso il basso, oltre al bosco, ai prati e ai molti casali in abbandono, si apre la Garfagnana, la più bella valle di montagna della Toscana.
A est, contro al cielo, si stagliano le giogaie dell’Appennino che segna il confine con l’Emilia-Romagna, dal massiccio del Monte Prado e del Cusna fino al Rondinaio e al Giovo. Tra i due, chi sa dove cercare con lo sguardo scopre il santuario di San Pellegrino in Alpe, storico crocevia di sentieri e cammini.




Sabato 22 giugno, sulle Apuane, s’inaugura un nuovo punto d’appoggio. Dalle ore 10.30 gli escursionisti saliti al rifugio Baita Pania potranno partecipare a un rinfresco. Andrea Taiani, sindaco di Molazzana, e Mario Puppa, consigliere della Regione Toscana, parleranno dell’importanza di sentieri e rifugi per lo sviluppo del territorio. Accanto a loro sarà Antonello Chiodo, ideatore e gestore della nuova struttura.
La Baita Pania, a 1200 metri di quota, è di proprietà dal Comune di Molazzana. Si trova nel Parco delle Alpi Apuane, a poca distanza dal sentiero che sale verso il rifugio Rossi e le Panie. Per arrivarci basta camminare un quarto d’ora, lungo una carrareccia segnata che sale dai prati e dalle case contadine di Piglionico, dove termina la strada asfaltata.
A rendere affascinante la zona contribuisce il Parco culturale che ricorda Fosco Maraini, alpinista, orientalista e scrittore fiorentino, che amava e frequentava la zona. Maraini aveva acquistato il casale in pietra della Pasquìgliora, ai piedi delle Panie, e oggi riposa nel piccolo cimitero dell’Alpe di Sant’Antonio.
A gestire il rifugio Baita Pania è Antonello Chiodo, che migliaia di escursionisti e alpinisti hanno conosciuto quando gestiva il rifugio Rossi alla Pania, della Sezione di Lucca del CAI, che sorge circa un’ora di cammino più in alto. Nato 65 anni fa a Cinisello Balsamo nell’hinterland milanese, ha iniziato la sua carriera gestendo per 17 anni il rifugio Falc ai piedi del Pizzo dei Tre Signori, sulle Orobie. Poi, per quasi un ventennio, si è occupato del rifugio Rossi alla Pania.

“Questa zona è ricchissima di storia e di storie” spiega Chiodo. “I due edifici del rifugio sono nati nel dopoguerra al servizio di una cava di marmo, che non ha mai aperto perché non c’era nulla da scavare. Nei lavori per la strada è tornata alla luce una necropoli dei Liguri Apuani, signori della zona prima dell’arrivo dei Romani. Lapidi e monumenti ricordano gli episodi più duri della Resistenza”.

“Ho molti anni di esperienza nel settore, mi riconosco nelle parole di Annibale Salsa, che ha spiegato che i rifugi sono dei presidi culturali” prosegue il gestore della Baita Pania. “Chi arriva da una lunga camminata può fermarsi qui prima di tornare al posteggio. La Baita, però, si rivolge prima di tutto ai camminatori più tranquilli e alle famiglie con bambini, che qui trovano un’ampia area giochi”.

“Organizzeremo corsi e giornate dedicate allo yoga. Nel menù spicca la cucina tradizionale della Garfagnana, dai tortelli al ragù ai tagliolini al tartufo e dai ravioli fatti in casa alla polenta incaciata, realizzata con una varietà locale di mais”.

La Baita Pania si raggiunge seguendo i cartelli e i segnavia del CAI, oppure i sentieri FM6 e FM7 del Parco culturale dedicato a Fosco Maraini (https://parcomaraini.org). Il Sentiero Italia passa poco più in basso. I posti-letto del rifugio sono 10, per prenotazioni e informazioni si può chiamare il 348.3898003.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 19 giugno 2024

martedì 18 giugno 2024

Scattano oggi gli scavi archeologici all’antica Pieve di Gallicano

Il sito è ritenuto di notevole interesse, visto che si tratta di una pieve antica completa.


Saranno almeno dieci, tra studenti, specializzandi e dottorandi dell’Università di Pisa, che da oggi parteciperanno alla prima campagna di scavo presso la Pieve di San Cassiano a Gallicano. Il progetto archeologico della Divisione di Paleopatologia dell’Università di Pisa, condotto in accordo con la Soprintendenza Archeologia, Belle Arti e Paesaggio di Lucca e Massa Carrara, funzionaria responsabile Marta Colombo, sarà effettuato sotto la direzione scientifica di Antonio Fornaciari e vedrà, appunto, il coinvolgimento di studenti in archeologia dell’ateneo pisano.

Il progetto, che si avvale del sostegno dell’amministrazione comunale di Gallicano, dell’Istituto Storico Lucchese sezione di Gallicano, dell’Unione Comuni Garfagnana e di numerosi privati cittadini, tra i quali gli attivi collaboratori logistici di cantiere Alvaro Simonini e Fabrizio Riva, ha tra i suoi principali obiettivi quello di ricostruire l’evoluzione dell’insediamento religioso, valutarne il potenziale bioarcheologico e indagare la possibile presenza di preesistenze tardo-antiche. Durante lo scavo i partecipanti avranno la possibilità di svolgere attività di scavo archeologico e antropologico, rilievo e documentazione. Un ringraziamento particolare va dai promotori ai proprietari dei terreni interessati allo scavo che hanno manifestato il loro consenso all’operazione, Sabrina Poli, Giovanni Verciani e Luigi Guazzelli.

Lo specifico sito archeologico è ritenuto di notevole interesse, visto che si tratta di una pieve antica completa, unico nella provincia di Lucca. L’indagine stratigrafica dell’area della Pieve di Gallicano sarà poi accompagnata da una lettura archeologica delle emergenze del territorio del comune di Gallicano nella fascia compresa tra le pendici del Palodina, la Turrite di Gallicano e il Serchio, con l’obiettivo di ricostruire l’evoluzione del paesaggio tra età antica ed età moderna. A questo proposito l’indagine beneficerà per le ricerche nel sito della Pieve e per l’indagine geomorfologica territoriale della collaborazione con il Dipartimento di Scienze della Terra dell’Università di Pisa, professoressa Monica Bini e professor Adriano Ribolini.

Gli studi storici e archivistici indispensabili per acquisire informazioni inedite sulle vicende del sito saranno coordinati da Ilaria Sabbatini dell’Università di Palermo e vedranno la stretta collaborazione della sezione gallicanese dell’Istituto Storico Lucchese, diretto da Loretta Mazzanti. Lo scavo archeologico della pieve di Gallicano offrirà, tra l’altro, nuovi dati per ricostruire la storia del sito, ma dovrebbe consentire anche di caratterizzare la popolazione della Garfagnana attraverso lo studio dei resti scheletrici probabilmente presenti nel cimitero annesso alla pieve, che dovrebbero coprire un ampio ventaglio di secoli.

Fiorella Corti – La Nazione Lucca

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Inaugurazione Rifugio Baita Pania



Sabato 22 giugno inaugura il Rifugio Alpino Baita Pania in Località Piglionico.
Il Rifugio si raggiunge dalla Garfagnana nella Toscana settentrionale. Da Lucca la strada prov. n°20 collega a Gallicano, qui si devia per Molazzana raggiungendo la località Piglionico. Da qui in 15 min. e per comodo sentiero si arriva al rifugio.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 17 giugno 2024

sabato 15 giugno 2024

Apertura dello Scavo Archeologico della Pieve Medievale di San Cassiano a Gallicano in Garfagnana

Oggi, 15 giugno 2024, ha preso il via l’atteso scavo archeologico della Pieve Medievale di San Cassiano a Gallicano in Garfagnana, condotto dalla Divisione di Paleopatologia dell’Università di Pisa. L’iniziativa, frutto di mesi di preparazione e di studi preliminari, si concentra su un sito di rilevante importanza storica, già attestato sin dall’Alto Medioevo e documentato fino alla metà del Quattrocento.



Segui quotidianamente le indagini archeologiche con il diario di scavo online:  www.gallicano.paleopatologia.it

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!