giovedì 23 settembre 2021

Passo della Focolaccia: scempio a 1600 metri d'altitudine

Il Passo della Focolaccia si trova a quota 1650 metri ed è un largo valico tra il monte Cavallo e la Tambura, a confine tra il comune di Massa e quello di Minucciano. 
È un antico valico che metteva in comunicazione Gorfigliano (Minucciano) e Resceto (Massa), qua fu costruito nel 1902 il bivacco Aronte, primo rifugio sulle Apuane. 
Con il tempo la zona è stata devastata dall’estrazione del marmo, facilitata dall’apertura della marmifera da Gorfigliano. Da tempo l’attività estrattiva in zona è fonte di proteste da parte degli ambientalisti a causa delle trasformazioni che la stessa ha causato, in maniera ormai irreparabile, all’originaria conformazione del passo. Inoltre sta crescendo di dimensioni il ravaneto che scende dalle cave nel versante verso Gorfigliano. (Fonte Escursioni Apuane)























Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Domenica 26 settembre: Manifestazione Apuane Libere al Passo della Focolaccia


Aderiamo numerosi alla manifestazione promossa dall'Associazione Apuane Libere al passo della Focolaccia; partenza alle ore 9.00 dalla Val Serenaia. Alle 12:00 verrà circondato pacificamente quello che rimane del Passo della Focolaccia, ex sella di origine glaciale che una volta si trovava a quota 1650 metri sulle Alpi Apuane, tra le province di Lucca e di Massa-Carrara. 
Lo faremo per rilanciare la solidarietà tra le varie associazioni toscane che portano avanti le varie vertenze ambientali e per protestare contro i nuovi PABE del Comune di Massa che hanno in previsione la riapertura di un' altra cava in galleria anche dal lato mare e quindi visibile dalla costa..

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

martedì 21 settembre 2021

Calendario Seconda categoria girone C stagione 2021/22

Il 3 ottobre 2021 riprenderà finalmente il via il Campionato di Seconda Categoria. 
Il Gallicano di Mister Salotti farà di tutto per vincere questo campionato per festeggiare nel migliore dei modi i suoi 100 anni di storia nel 2022!

Queste sono le 14 squadre che parteciperanno:

  1. Academy Tau
  2. Barga
  3. Borgo a Mozzano
  4. Corsagna
  5. Filettole Calcio
  6. Fornoli
  7. Gallicano
  8. Migliarino Vecchiano
  9. Montecarlo
  10. New Team
  11. Pontasserchio
  12. Pontecosi Lagosi
  13. San Filippo
  14. San Macario Oltreserchio


Questo il calendario




Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 16 settembre 2021

Osservando l'infinito - Trassilico 25 settembre



Sabato 25 settembre alle ore 21 nella suggestiva location della Rocca di Trassilico si svolgerà l'ormai consueto appuntamento annuale con le stelle: "Osservando l'infinito" 
Il comune di Gallicano in collaborazione con il comitato paesano di Trassilico organizza una serata dedicata al cosmo. 
L'associazione Astrofili Valdinievole A Pieri illustrerà con il proprio telescopio le meraviglie dell'universo che verranno poi spiegate e mostrate in diretta su uno schermo al pubblico presente. 
Un appuntamento da non perdere! 

Green pass e prenotazione obbligatori 
Per info e prenotazioni +39 3336114806

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 10 settembre 2021

Al via l’Edizione Zero della Garfagnana EPIC Gravel

Domenica 12 settembre si svolgerà l’Edizione Zero della Garfagnana EPIC Gravel. 
107 chilometri e 3000 mt di dislivello da percorrere principalmente su strade sterrate, attraversando i paesi più belli della Garfagnana fino a lambire le vette più alte degli Appennini: 
Gallicano, Castelnuovo di Garfagnana, Pieve Fosciana, San Romano in Garfagnana, Parco dell’Orecchiella, Casone di Profecchia, Passo del Giovarello, Passo delle Radici, Giro del Diavolo, Saltello, Barga. 

Ritrovo ore 7:30 presso gli Impianti Sportivi di Gallicano.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 8 settembre 2021

XL Parata Nazionale della Bandiera - Cattolica 10-11-12 settembre 2020

Dopo un anno forzato di stop, torna la Parata Nazionale della Bandiera che si svolgerà a Cattolica nei giorni 10-11-12 Settembre nella cornice dello Stadio Calbi.


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 2 settembre 2021

Memorial Ferdinando Saisi - Aldo Mazzanti

Importante amichevole  per ricordare due figure che hanno contribuito a fare grande US Gallicano come calciatori prima e come dirigenti a fine carriera: Ferdinando Saisi e Aldo Mazzanti. 
A loro è dedicato il trofeo in palio sabato prossimo nella gara di allenamento congiunto con US Castelnuovo con inizio alle ore 16,00 presso lo stadio “Silvio Toti” di Gallicano.


 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 26 agosto 2021

Palio di San Jacopo 1992: "hanno ucciso il Borgo Antico"

Nel 1992 il Borgo Antico non partecipò al palio e i Bufali riscrissero le parole della canzone "HANNO UCCISO L'UOMO RAGNO " trasformandola in " HANNO UCCISO IL BORGO ANTICO".

 

1° strofa


Insolita notte a S. Andrea
il loro capannone é come una trincea;
loschi individui si aggirano intorno,
molto curiosi di sapere.
Tutto ad un tratto nella Pro Loco,
un tizio entra di corsa con una novità
dritta, sicura si mormora che
qualcuno ha sparato: BANG!!!(Rit)


2° strofa


Alla centrale della Pro Loco
il presidente dice che volete che sia,
quel che è successo non ci fermerà,
il Palio qui continuerà.
Ma nei rioni c'è panico ormai,
nessuno esce di casa, nessuno vuole guai;
ed agli appelli alla calma a NOI TV,
al Palio chi ci crede più.(Rit)

3° strofa

Le strade del Borgo son tutte isolate,
però il capannone è sempre acceso a serate;
perchè non si vedono non si sa,
qualcosa sotto ci sarà.
Le loro facce son miti per noi,
attori troppo belli son gli unici eroi:
povero lui, sì era lui una star,
ma tanto non ritornerà. (Rit)

Ritornello

HANNO UCCISO IL BORGO ANTICO
CHI SIA STATO NON SI SA,
FORSE TUTTA LA PRO LOCO,
FORSE LA STUPIDITA';
HANNO UCCISO IL BORGO ANTICO
NON SI SA NEANCHE IL PERCHE',
AVRA' AVUTO UN PO' DI STRIZZA
PER IL PALIO IN SE' PER SE'.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Palio di San Jacopo 1991: tra due litiganti il terzo gode

Ai responsabili del Rione
Borgo Antico e Monticello

p.c. al Sindaco del Comune
di Gallicano
e all'assessore Enzo Regoli


17 maggio 1991


Oggetto: Palio di S.Jacopo

In data odierna con 17 voti ( maggioranza) il Consiglio del Rione Bufali decide ulteriormente di rilanciare la proposta agli altri due rioni (Borgo Antico e Monticello) per la tradizionale manifestazione del 25 Luglio.

Il rione propone la sfilata dei carri allegorici con le consuete manifestazioni sportive, inclusa anche la gara di Formula 1.
Considerate le difficoltà più volte ribadite da parte del Rione Monticello per l'allestimento della sfilata con carro allegorico, il rione Bufali 

SFIDA

il rione Borgo Antico a realizzare carro e sfilata, in uno scontro diretto fra i due rioni, con la partecipazione straordinaria del rione Monticello, per portare avanti la tradizione gallicanese del 25 luglio.
Il rione Bufali vuole mantenere viva questa manifestazione, che è conosciuta in tutta la Provincia.
Una festa ricordata per la bravura dei carristi ed anche per la bellezza dei costumi realizzati per i partecipanti alla sfilata.
Attendiamo la risposta al più presto, poichè il 25 luglio si avvicina.
I nostri rappresentanti potranno dare ulteriori chiarimenti, conoscendo esattamente le decisioni del Consiglio e facendone le veci nelle riunioni interrionali.

IL CONSIGLIO DEL RIONE

BUFALI



PER DOVER DI CRONACA PROPRIO IL MONTICELLO VINSE L'EDIZIONE SPECIALE DEL 1991 CON " MA QUALE PALIO D'EGITTO! "


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Non tutti sanno che... le frazioni ed i Rioni


Non tutti sanno che.... il 4 maggio 1973 la Pro Loco di Gallicano ed i rappresentanti di tutti i Rioni presero i seguenti accordi d'inclusione nei vari Rioni delle Frazioni del Comune (Trassilico esclusa).
  • Bolognana – Rione Bufali
  • Cardoso, Turritecava, La Barca, Campia, Fiattone – Rione Roccaforte
  • Campo, Perpoli – Rione Monticello
  • Verni – Rione Strettoia


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 23 agosto 2021

La cascata della Pendolina

Sul versante destro della Valle della Turrite Cava è situata la cascata della Pendolina, che raccoglie le acque del torrente della Pendolina ed ha un salto d'acqua di oltre cinquanta metri.

Al piede della cascata l'acqua ha scavato nella roccia un pozzo profondo. 

La cascata ha una portata di acqua che varia a seconda delle stagioni, solo nei periodi particolarmente secchi è pressoché asciutta.

Raggiungere questo luogo è molto facile ed è alla portata di tutti, bastano 10-15 minuti di cammino per circa 750 metri di sentiero. 

Questa è la mappa.

 

Molti la conoscono con il nome "cascata del Pendolino" perché il vento spostando continuamente la caduta dell'acqua ricorda il movimento del pendolo.

Il suo vero nome però, come testimoniano anche alcuni libri locali, è "cascata della Pendolina" (o "Pendorina" per gli abitanti di Vallico) perchè, come scritto sopra, raccoglie le acque del torrente Pendolina (affluente della Turrite Cava, a sua volta affluente di destra del fiume Serchio).

Queste foto sono state scattate il 21 agosto 2021, quindi in un periodo particolarmente secco.

Inizio sentiero in Località Mulini (Fabbriche di Vallico)





Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

domenica 22 agosto 2021

Escursione sul Monte Cavallo da Val Serenaia

Il Monte Cavallo, con le sue 4 "Gobbe" alte rispettivamente 1882, 1888, 1872 e 1850 metri, è sicuramente una delle più belle vette delle Alpi Apuane, ma anche una delle più difficili da raggiungere. 


La sua ascensione (dalla Foce di Cardeto - Cresta Nord) richiede grande prudenza in quanto presenta difficoltà fino al secondo grado con tratti molto esposti; è adatta quindi ad escursionisti esperti!



L'itinerario inizia da Val Serenaia (m. 1.100) che si trova nel Comune di Minucciano.
La Val Serenaia, con il suo Orto di Donna, rappresenta uno dei luoghi più affascinanti delle intere Alpi Apuane: una conca glaciale circondata da alcune delle montagne più belle tra le quali spicca il Monte Pisanino massima vetta apuana con i suoi 1947 metri. La zona è ricca di boschi e di belle e rare fioriture e la presenza di ben tre rifugi e di un campeggio offre la necessaria ospitalità per effettuare escursioni anche di più giorni. L’estrazione intensiva e disordinata del marmo ha modificato pesantemente il versante sinistro della valle togliendo un po’ di fascino ai luoghi, incontaminati sino alla seconda metà del 1800 (Fabio Frigeri - Escursioni Apuane).
Parcheggiata la macchina subito dopo il Rifugio Val Serenaia, iniziamo la nostra escursione imboccando il sentiero CAI 178 che in circa 1h30' ci porta alla Foce di Cardeto (m. 1.644), stretto valico posto tra il Pizzo Altare e il Monte Cavallo.
Il sentiero 178 prosegue scendendo dalla parte opposta, noi lo lasciamo e iniziamo a salire la traccia sulla destra che attraversa due grossi massi cominciando così la dorsale nord della cima nord del Monte Cavallo.
La salita alla "prima gobba" è molto ripida con passaggi di roccia di secondo grado esposti (alcuni tratti del crinale vengono aggirati a sinistra). Con molta attenzione raggiungiamo la prima cima (secondo me la più difficile) del Cavallo, quella nord (m. 1.882). 





Da qui il panorama è eccezionale: il Pisanino, il Pizzo d'Uccello, il Contrario e soprattutto la seconda gobba del Cavallo con la sua caratteristica parete rocciosa a “vela”... sembra impossibile da raggiungere!




Proseguiamo la "cavalcata" scendendo verso la sella che separa la cima settentrionale dalla vetta. 
La risalita è inizialmente facilitata da un cavetto d'acciaio e proseguendo il percorso sul filo di cresta, attraversando tratti di erba e rocce, raggiungiamo la vetta a 1.888 metri (la scritta sulla roccia riporta l'errata e "vecchia" quota di 1.895 m.).





La soddisfazione è tanta soprattutto per Gabriele e Riccardo che salivano per la prima volta sul Monte Cavallo.





Superata la terza gobba si scende alla quota più bassa della montagna (1850 m.) e prendendo la traccia in discesa tra il paleo raggiungiamo il sentiero n° 167. Svoltiamo a sinistra ed arriviamo alla Forcella di Porta (1747 m.) e da lì al Passo della Focolaccia (1.650 m.) dov’è situato il bivacco Aronte, il più alto rifugio della Apuane e il più antico, essendo stato inaugurato il 18 maggio 1902 dalla sezione Ligure del CAI.













Dal Passo della Focolaccia, che rappresenta uno dei più grandi disastri ambientali al mondo, continuiamo verso sinistra sulla marmifera fino ad incontrare un bivio che prende a sinistra per Foce di Cardeto, lasciando a destra la marmifera; imbocchiamo tale bivio e giungiamo alla Foce di Cardeto dopo qualche saliscendi e dopo aver visitato la Buca della Neve. 




Oltrepassata la Foce di Cardeto proseguiamo per il Rifugio Orto di Donna per il sentiero CAI 179 che raggiungiamo dopo circa 50 minuti.
Un bel pranzo da Stefania e rientriamo al punto di partenza seguendo il sentiero CAI 180.





Clicca qui per vedere tutte le foto.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!