lunedì 17 gennaio 2022

Il Monte Piglione in MTB

Un bell'anello in MTB di circa 22 km e 900 metri di dislivello con la "conquista" dell’ultima vetta delle Apuane meridionali ed anche la più orientale: il Monte Piglione.
 

La partenza di questo giro è San Rocco in Turrite, frazione di Pescaglia. 


Per strada asfaltata raggiungiamo in 3 km Focchia dove, 300 metri dopo la Chiesa, imbocchiamo a sinistra una strada sterrata in salita che ci porta a Bucino in 5,5 chilometri.
Da Bucino proseguiamo per asfalto fino a raggiungere il Rifugio Alto Matanna, uno dei primi, se non il primo rifugio inaugurato sulle Alpi Apuane nel 1894.



A sinistra dell'albergo parte il sentiero CAI 3 che ci conduce, dopo aver passato il cosiddetto Bozzone, alla Foce del Pallone dopo circa 1 km.




Dalla Foce del Pallone seguiamo il sentiero CAI 101 fino alla Foce del Termine o del Crocione ed imbocchiamo il sentiero CAI 103 direzione "Groppa".




Dopo poco abbandoniamo il 103 per prendere un evidente sentierino caratterizzato dall’inedita presenza di pini dal fusto molto basso. 




Superato il boschetto arriviamo ai piedi del Piglione ed in breve raggiungiamo l'evidente cima sud a 1180 metri dove è presente una piccola croce bianca.







La discesa dalla cresta Sud è ripida e divertente e presenta alcuni tratti leggermente esposti. Una volta arrivati sulla strada asfaltata, in discesa, rientriamo al punto di partenza.






Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 12 gennaio 2022

Assegno unico e universale

Dal 1° gennaio 2022 è possibile presentare la domanda per l’Assegno unico e universale tramite il servizio online. La prestazione sarà pagata a partire da marzo e andrà a sostituire le altre prestazioni e detrazioni.

L’Assegno unico e universale è un sostegno economico alle famiglie attribuito per ogni figlio minorenne a carico e fino alla maggiore età e, al ricorrere di determinate condizioni, fino al compimento dei 21 anni di età. L’Assegno unico è riconosciuto anche per ogni figlio a carico con disabilità senza limiti di età.

È “unico” perché mira a semplificare e potenziare gli interventi in favore della genitorialità e della natalità, è “universale” perché è garantito a tutte le famiglie con figli a carico residenti e domiciliate in Italia.

Con il messaggio 31 dicembre 2021, n. 4748 si forniscono i requisiti e le indicazioni necessarie per la presentazione della domanda.

Sul canale Youtube dell’Istituto è possibile consultare un video tutorial che spiega come presentare la domanda di Assegno unico.


Le prestazioni assorbite

L’Assegno unico assorbe le seguenti prestazioni:
il premio alla nascita o all’adozione (Bonus mamma domani);
l’assegno ai nuclei familiari con almeno tre figli minori;
gli assegni familiari ai nuclei familiari con figli e orfanili;
l’assegno di natalità (cd. Bonus bebè);
le detrazioni fiscali per figli fino a 21 anni.

La prestazione non assorbe né limita gli importi del bonus asilo nido.

I tempi per presentare le domande

Chi presenta la domanda entro il 30 giugno 2022 avrà comunque gli arretrati da marzo. Per le domande presentate dal 1° gennaio al 28 febbraio 2022 il pagamento è previsto a marzo, per le domande presentate successivamente il pagamento sarà effettuato il mese successivo alla presentazione delle stesse. Per i nuovi nati l’Assegno unico decorre dal settimo mese di gravidanza.

L’importo varia in base all’ ISEE

L’importo dell’Assegno unico, che non concorre alla formazione del reddito complessivo imponibile ai fini IRPEF , è determinato secondo il valore ISEE che, quindi serve per fare la domanda anche se non è obbligatorio. Chi non presenta l’ ISEE avrà l’importo minimo e potrà comunque presentarlo in un secondo momento. La domanda si presenta nelle stesse modalità dell’Assegno temporaneo.

Assegno unico compatibile con il Reddito di Cittadinanza

L’Assegno unico è compatibile con la fruizione di altre misure in denaro a favore dei figli a carico erogate dalle regioni, province autonome di Trento e di Bolzano e dagli enti locali, ed è compatibile con il Reddito di Cittadinanza nei termini e secondo i vincoli indicati. Ai nuclei familiari percettori del Reddito di Cittadinanza l’Assegno unico sarà corrisposto dall’INPS, senza necessità di presentare domanda.

Il simulatore dell’Assegno unico e universale

È online il simulatore dell’Assegno unico e universale. Il servizio permette agli interessati di simulare l’importo mensile della nuova prestazione di sostegno per i figli a carico.

Il servizio è accessibile liberamente, senza credenziali di accesso, ed è consultabile da qualunque dispositivo mobile o fisso.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

martedì 4 gennaio 2022

Garfagnana EPIC 2022: iscrizioni al via il 7 gennaio

Tra poche ore apriranno le iscrizioni agli eventi della Garfagnana EPIC 2022: EPIC Gravel, EPIC Road, EPIC Day e Garfagnana EPIC.

Per iscriversi è necessario compilare il form dell’evento scelto (on line dal 7/1/22) allegando la copia del bonifico bancario.

Per partecipare sarà obbligatorio consegnare al briefing copia di:
certificato medico di idoneità all’attività sportiva agonistica valido al 5 giugno 2022;
tessera FSN/EPS/DSA (Federazioni Sportive Nazionali / Enti di Promozione Sportiva / Discipline Sportive Associate).

Le iscrizioni chiuderanno il 27 marzo o al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto per ogni evento.

Il costo d’iscrizione è:

EPIC Gravel: € 90

EPIC Road: € 90

EPIC Day: € 90

Garfagnana EPIC: € 145 Tenda – € 160 Ostello – € 180 Hotel

Ogni iscritto riceverà, tra le altre cose, la maglia da ciclista ufficiale della Garfagnana EPIC 2022, il buff e la T-shirt tecnica Finisher (solo per i finisher).




Qualora un iscritto fosse impossibilitato a partecipare alla Garfagnana EPIC 2022, la quota d’iscrizione pagata:

– verrà rimborsata con una trattenuta di € 20 se comunica l’impossibilità entro il 27/03/22;
– NON verrà rimborsata se comunica l’impossibilità dopo il 27/03/22. In questo caso gli sarà recapitato per corriere la maglietta ufficiale della EPIC dopo la manifestazione.

Se l’evento fosse rimandato per COVID-19, la quota d’iscrizione sarà valida per la data successiva o potrà essere rimborsata con una trattenuta di € 20.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

domenica 2 gennaio 2022

Garfagnana EPIC Bike Festival 2022


Tanti gli eventi in programma per il 2022, un’edizione che si presenta come un vero e proprio Bike Festival di ben quattro giorni consecutivi (dal 2 al 5 giugno), dedicata agli appassionati di tutte le bike e di qualsiasi età.

Si inizierà giovedì 2 giugno con gli “epici del futuro”: la Epic Kids. Protagonisti saranno i bambini, impegnati a sfrecciare lungo due sentieri interamente disegnati sul territorio del comune di Gallicano. Venerdì 3 giugno sarà la volta degli amanti delle “ruote strette”. Dopo i risultati soddisfacenti dell’edizione zero di prova del 2021, debutterà la prima edizione della Epic Gravel: 105 chilometri e 3000 metri di dislivello su strade secondarie e strade bianche, adatti per gravel ed anche mountain bike. Percorso consigliato per chi non vuole rinunciare a lambire le vette delle montagne ma, al contempo, preferisce evitare le difficoltà dei single track e dei passaggi di portage (bici in spalla).

Il medesimo giorno partirà la prima edizione della Epic Road, la vera novità dell’anno 2022, riservata alle biciclette da corsa. Si tratta di una Lakes Edition, caratterizzata principalmente da passaggi su strade secondarie che costeggeranno tutti i laghi della Garfagnana: 135 chilometri e oltre 3600 metri di dislivello lungo suggestivi specchi d’acqua incorniciati da imponenti cime montuose.

Sabato 4 giugno torneranno prepotenti in campo le “ruote grasse”. Sterrato, sentieri, crinali, portage, discese tecniche saranno protagonisti indiscussi della terza edizione della Epic Day, un percorso di 80 chilometri ed oltre 3200 metri di dislivello da affrontare in un giorno.

Sempre sabato 4 prenderà il via la Garfagnana Epic, la prima nata e ormai giunta all’ottava edizione, con i consueti 160 chilometri e 6000 metri di dislivello da svolgere in due giorni, con la chiusura dell’evento il giorno dopo, domenica 5 giugno. Un’avventura su due ruote, un percorso sempre diverso (non ancora ufficializzato quello del 2022), volto a far conoscere le bellezze di un angolo di Toscana incontaminato e ancora poco conosciuto.

Epic Kids, Epic Gravel, Epic Road, Epic Day e Garfagnana Epic: cinque eventi e nessun vincitore.

Sì, perché la filosofia degli eventi epici non è competitiva, ma si basa piuttosto sul piacere di un’escursione nella natura, seppur faticosa, da condividere con amici vecchi e nuovi.

Iscrizioni dal 7 gennaio 2022.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 30 dicembre 2021

lunedì 20 dicembre 2021

Il messaggio di solidarietà della Fiaccolata Natalizia di Gallicano sale sempre più in alto






Dalle vette innevate della Pania, il giorno stesso dell'evento, abbiamo portato le fiaccole ad accendersi su quelle stupende cime, in una fiaccolata del tutto particolare. Perchè il nostro annuncio di fratellanza arrivi anche al di là delle nostre montagne

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 17 dicembre 2021

Indetraibili le spese mediche pagate dall’assicurazione

I giudici negano lo sgravio: gli esborsi non sono «a carico» del contribuente

Le spese mediche sostenute direttamente dall’assicurazione non sono detraibili, in quanto non sono state sostenute dal contribuente e, pertanto, non sono rimaste a suo carico. È quanto hanno stabilito i giudici della Ctr Piemonte con la sentenza n. 640/3/2021.

Nel caso esaminato, un contribuente aveva presentato un’istanza di rimborso dell’Irpef, che si fondava sulla mancata indicazione nella dichiarazione dei redditi di alcune spese mediche sostenute direttamente dall’assicurazione per le cure prestate al figlio fiscalmente a carico. In sostanza, il contribuente riteneva di avere diritto alla detrazione del 19% per tali spese e, non avendole inserite in dichiarazione, aveva chiesto il rimborso della maggiore Irpef pagata.

A seguito del silenzio rifiuto opposto dall’ufficio, il contribuente aveva presentato ricorso, sostenendo che:
  • le spese per le cure prestate al figlio a carico dovrebbero essere considerate comunque «a carico del contribuente» alla luce dell’articolo 15 del Dpr 917/86;
  • il premio pagato alla compagnia assicurativa non era detraibile né deducibile.
I giudici di primo grado hanno respinto il ricorso, ritenendo che le spese fossero invece «non a carico» del ricorrente, e il contribuente ha presentato appello.

La Ctr ha confermato la decisione della Ctp in primis evidenziando che l’articolo 15 del Tuir individua l’elenco tassativo degli «oneri deducibili o detraibili» stabilendo che, per essere tali, questi devono essere stati effettivamente sostenuti, ossia pagati dal contribuente nel proprio interesse o in quello delle persone fiscalmente a suo carico nell’anno oggetto di dichiarazione.

Inoltre, si considerano a carico del contribuente anche le spese sanitarie rimborsate per effetto di assicurazioni sanitarie, a condizione che per i premi pagati non spettino altri benefici fiscali. In sostanza, i giudici hanno rimarcato che tale norma, contrariamente a quanto affermato dal contribuente, non contempla il caso in cui l’assicurazione sostenga direttamente la spesa, ma solo ed esclusivamente il caso in cui le spese siano state anticipate dal contribuente e successivamente rimborsate da parte della compagnia assicurativa.

In definitiva, per i giudici, alla luce del disposto degli articoli 10 («oneri deducibili») e 15 («detrazioni per oneri») del Tuir, risulterebbe evidente, in base alla stessa terminologia utilizzata dal legislatore, l’intento di portare in detrazione gli oneri effettivamente sostenuti.

Va ricordato, però, che con la circolare 7/E del 2021 l’amministrazione finanziaria ha invece chiarito che si considerano a carico del contribuente anche le spese direttamente sostenute da assicurazioni per effetto di premi di assicurazioni sanitarie versati dal contribuente (ma non detraibili) e a fronte di premi per assicurazioni stipulate dal sostituto di imposta o pagati dallo stesso, con o senza trattenuta a carico del dipendente (che hanno concorso alla formazione del reddito).

Fonte: Il Sole 24 Ore - Davide Settembre

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

martedì 14 dicembre 2021

90° Minuto invita tutti a partecipare alla Fiaccolata di Gallicano

Lo staff di 90° Minuto Marco Lollobrigida, Daniele Adani, Katia Serra, Tiziano Pieri e Alessandro "spillo" Altobelli vi invitano a partecipare alla 42ª edizione della Fiaccolata Natalizia di Gallicano!

 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Programma 42° Fiaccolata Natalizia di Gallicano


 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 3 dicembre 2021

A Gallicano uno sportello per attivare gratuitamente SPID


 

Il Comune di Gallicano mette a disposizione uno sportello per 'attivazione gratuita di SPID e Tessera Sanitaria Elettronica, in quanto solo con l'identità digitali sarà possibile accedere ai servizi online delle pubbliche amministrazioni.
Lo sportello sarà aperto nei seguenti orari presso i locali della Biblioteca Comunale Gallicano :

LUN 14-19
MAR 14-19
MER 8-13
GIO 14-19
VEN CHIUSO
SAB 14-19

Per maggiori informazioni:
0583 74593
ciaf.gallicano@gmail.com

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Serata degli auguri 2021 - CAI Garfagnana


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 1 dicembre 2021

Vaccinato con Sinopharm, ma per l’Italia non è in regola

Manager lucchese (per la precisione di Gallicano) che ha difficoltà a rientrare nel nostro Paese ha scritto al Presidente della Repubblica.

Il manager Gallicanese Omar Balducci

Manager immunizzato in Ungheria con il vaccino cinese, ha difficoltà a rientrare in Italia, così scrive una lettera al presidente della Repubblica a nome degli Italiani che vivono all’estero. 
Protagonista di questa vicenda è Omar Balducci, 37enne lucchese che ormai da cinque anni vive e lavora in Ungheria per conto di multinazionale del settore della carta. «La pandemia ha colpito duramente l’intero pianeta e il tanto atteso arrivo dei vaccini ci ha offerto la possibilità di proteggerci – spiega Balducci nella lettera a Mattarella – Non appena avuta la possibilità di ricevere la tanto agognata vaccinazione, io e la mia famiglia, ci siamo precipitati dal nostro medico curante in Ungheria, il quale ad aprile ci ha inoculato il primo vaccino disponibile: il Sinopharm». 
Si tratta di un vaccino prodotto in Cina che ha ottenuto lo status di piena accettazione da parte dell’Organizzazione mondiale della Sanità, in quanto considerato “sicuro ed efficace” e pertanto è stato distribuito in 80 Paesi nel mondo e inoculato a oltre 1 miliardi di persone. «L’Ungheria – racconta Balducci – è stata una di quelle nazioni che all’inizio della pandemia, vista la carenza di forniture di vaccini autorizzati Ema (Pfizer, Moderna, AstraZeneca) e la difficile situazione epidemiologica, ha deciso di fare uso anche di Sputnik V, il vaccino russo, e di Sinopharm. 
Lo ha fatto per tutelare l’incolumità dei propri cittadini e dei suoi ospiti. Alla fine i vaccini approvati sono stati diversi ma, soprattutto all’inizio, non c’era possibilità di scegliere e a noi è toccato Sinopharm. L’Agenzia Europea per i Medicinali (Ema), tarda a riconoscere la conformità di questo vaccino, oltre che di Sputnik V e questo crea disagi a chi per lavoro deve spostarsi su ambo i lati del confine. L’Unione Europea si dimostra di non essere davvero “unita”». 
 L’Italia è tra i Paesi che non accettano un green pass europeo riportante un vaccino non riconosciuto da Ema qual è Sinopharm: «Posso andare senza problemi in Spagna, Croazia o Slovenia – dice – ma per il mio Paese è come se non fossi vaccinato. E dire che ho già fatto anche la terza dose. Ma ogni volta che devo venire a Lucca per fare una riunione, devo fare un antigenico in aeroporto e poi un tampone che mi fa avere un green pass di 48 o 72 ore per entrare in azienda. 
Dato che il problema non riguarda solo me – racconta Balducci – ho deciso di fare appello al presidente della Repubblica perché intervenga per porre fine a un atteggiamento discriminatorio nei confronti non solo dei cittadini Ue, ma soprattutto degli italiani residenti all’estero che si vedono negare accesso e libera circolazione nel proprio Paese pur avendo completato il ciclo vaccinale e disponendo di un Green pass europeo valido a tutti gli effetti».

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Aspettando il Natale - Gallicano 12 dicembre


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 25 novembre 2021

Fisco 2022, le aliquote Irpef diventano quattro? Calcola il beneficio

C'è l'accordo politico sulla riforma Irpef, le aliquote dovrebbero passare da 5 a 4.  
La fascia di reddito fino a 15mila resta al 23%, quella 15-28mila va dal 27% al 25%, quella 28-50mila va dal 38% al 35%, mentre oltre i 50mila si passa direttamente al 43%.



Chi ha redditi medi avrà maggiori benefici.
Ho preparato per i miei lettori questo programmino che vi permetterà di calcolare, una volta inserito il reddito annuo lordo, il beneficio fiscale.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 24 novembre 2021

Tra i Sassi Scritti del Prato Fiorito

Riporto sul blog questo bell'articolo di Giancarlo Sani (foto di Giancarlo Sani e David Bonaventuri) sull'escursionismo in Val di Lima intitolato "Tra i Sassi Scritti del Prato Fiorito" pubblicato su Montagne 360 - La rivista del Club alpino italiano dal 1882 - di novembre 2021.




Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

martedì 23 novembre 2021

"Garfagnana EPIC" gioca d'anticipo

La Nazione del 23-11-2021

Il 3 giugno partirà anche la prima edizione della EPIC Road, la vera novità dell’anno 2022, riservata alle biciclette da corsa. Si tratta di una “Lakes Edition”, su strade secondarie che costeggeranno tutti i laghi della Garfagnana.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 22 novembre 2021

Garfagnana EPIC Bike Festival dal 2 al 5 giugno 2022



Dentro ogni ciclista si nasconde un Epico. E l’ottava edizione della Garfagnana Epic, la maratona Mtb non competitiva che si svolgerà sabato 4 e domenica 5 giugno 2022 sui sentieri che collegano le Alpi Apuane all’Appennino Tosco-Emiliano, permetterà ancora una volta a ciascuno dei partecipanti di farlo emergere.

Tanti gli eventi collaterali in programma per il 2022, un’edizione che si presenta come una vera e propria manifestazione di ben quattro giorni consecutivi (dal 2 al 5 giugno), dedicata agli appassionati bike di tutte le età.Si inizierà giovedì 2 giugno con gli “epici del futuro”: la Epic Kids. Protagonisti saranno i bambini, impegnati a sfrecciare lungo due sentieri interamente disegnati sul territorio del comune di Gallicano. Venerdì 3 giugno sarà la volta degli amanti delle “ruote strette”. Dopo i risultati soddisfacenti dell’edizione zero di prova del 2021, debutterà la prima edizione della Epic Gravel. Due sono i percorsi, rispettivamente da 105 e 130 chilometri, che si svilupperanno su strade secondarie e strade bianche, adatti per gravel e mountain bike appunto. Percorsi consigliati per chi non vuole rinunciare a lambire le vette delle montagne ma, al contempo, preferisce evitare le difficoltà dei single track e dei passaggi di portage (bici in spalla).

Il medesimo giorno partirà la prima edizione della Epic Road, la vera novità dell’anno 2022, riservata alle biciclette da corsa. Si tratta di una Lakes Edition, caratterizzata principalmente da passaggi su strade secondarie che costeggeranno tutti i laghi della Garfagnana: 135 chilometri e oltre 3600 metri di dislivello lungo suggestivi specchi d’acqua incorniciati da imponenti cime montuose.

Sabato 4 giugno torneranno prepotenti in campo le “ruote grasse”. Sterrato, sentieri, crinali, portage, discese tecniche saranno protagonisti indiscussi della terza edizione della Epic Day, un percorso di 80 chilometri ed oltre 3200 metri di dislivello da affrontare in un giorno.


Sempre sabato 4 prenderà il via la Garfagnana Epic, la prima nata e ormai giunta all’ottava edizione, con i consueti 160 chilometri e 6000 metri di dislivello da svolgere in due giorni, con la chiusura dell’evento il giorno dopo, domenica 5 giugno. Un’avventura su due ruote, un percorso sempre diverso (non ancora ufficializzato quello del 2022), volto a far conoscere le bellezze di un angolo di Toscana incontaminato e ancora poco conosciuto.

Epic Kids, Epic Gravel, Epic Road, EpicDay e Garfagnana Epic: cinque eventi e nessun vincitore.

Sì, perché la filosofia degli eventi epici non è competitiva, ma si basa piuttosto sul piacere di un’escursione nella natura, seppur faticosa, da condividere con amici vecchi e nuovi.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 17 novembre 2021

I Sindaci di Gallicano dal 1946 ad oggi

Il sindaco, nell'ordinamento italiano, è l'organo monocratico a capo del governo di un comune, talora informalmente denominato anche primo cittadino.
Secondo il TUEL il sindaco è uno degli organi di governo del comune, assieme alla giunta comunale e al consiglio comunale.
Con il dominio napoleonico (primi anni del 1800) fu introdotto in Italia un sistema di organizzazione dei poteri locali piramidale-gerarchico, che rispecchiava quello francese: il territorio era ripartito in dipartimenti, distretti, cantoni (a soli fini elettorali) e comuni. Al dipartimento era preposto un prefetto, nominato dal ministro dell'interno, al distretto un sottoprefetto e al comune un podestà che era al contempo capo dell'ente e delegato del Governo. Con la caduta di Napoleone e la restaurazione dei precedenti ordinamenti monarchici, il nuovo sistema di organizzazione amministrativa fu generalmente mantenuto essendosi rivelato efficiente.
Così fecero anche il Regno delle Due Sicilie, dove il capo dell'amministrazione comunale era chiamato "pretore urbano", e il Regno di Sardegna, la cui legislazione fu poi estesa a tutto il territorio nazionale con la legge 20 marzo 1865, n. 2248, allegato A. In base a questa legge il territorio dello stato era diviso in province con a capo il prefetto, circondari con a capo il sotto-prefetto e comuni con a capo il sindaco, che manteneva l'ambigua natura di rappresentante della collettività e di organo locale dello Stato.
Il sindaco era inizialmente nominato con regio decreto e doveva essere scelto fra i consiglieri comunali. Solo nel 1889 fu introdotta l'elezione da parte del consiglio comunale, tra i suoi membri; la durata del mandato era di 4 anni, con possibilità di rielezione. Con l'avvento del fascismo, gli organi democratici comunali furono soppressi e sostituiti da organi di nomina governativa. Dapprima il Comune di Roma fu trasformato in Governatorato (R.D.L. 28 ottobre 1925, n. 1949); in seguito fu introdotta la figura del podestà, inizialmente nei comuni con meno di 5.000 abitanti (Legge 4 febbraio 1926, n. 237) e poi in tutti gli altri (R.D.L. 3 settembre 1926, n. 1910).
Tali leggi di riforma, confluite poi nel Testo unico della legge comunale e provinciale del 1934, delinearono un sistema nel quale tutte le funzioni in precedenza spettanti al sindaco, alla giunta e al consiglio comunale erano attribuite a un unico organo, il podestà, nominato con regio decreto per cinque anni ma revocabile in ogni momento.
Il podestà era affiancato da una consulta municipale, composta da almeno 6 consultori nominati dal prefetto (o, nelle grandi città, dal ministro dell'interno), con funzioni consultive su alcune materie indicate dalla legge e su tutte le altre questioni che il podestà avesse ritenuto di sottoporgli. Nei comuni con più di 5.000 abitanti il podestà poteva essere affiancato da uno o due vice-podestà (secondo che la popolazione fosse o meno superiore a 100.000 abitanti), nominati dal ministro dell'interno. La città di Roma aveva un ordinamento differenziato, essendo le funzioni municipali attribuite a un governatore, coadiuvato da un vicegovernatore, come lui di nomina regia, e dalla consulta di Roma, costituita da 12 consultori nominati dal ministro dell'interno.
In seguito alla caduta del fascismo, l'amministrazione provvisoria dei comuni fu disciplinata con R.D.L. 4 aprile 1944, n. 111 che l'affidò, fino al ripristino del sistema elettivo, a un sindaco e a una giunta comunale, nominati dal prefetto su proposta del CLN. Il sistema elettivo fu ripristinato con D.L.L. 7 gennaio 1946, n. 1.

Il Cavaliere Raffaele Paoli Puccetti, di professione notaio, fu il primo Sindaco di Gallicano dopo l'Unità d'Italia (17 marzo 1861). Nacque il 26 dicembre 1831 e morì il 14 ottobre 1891.
La figura di Raffaele Paoli Puccetti è ricordata ancora oggi in una lapide apposta nella sala consiliare.
 
Questi sono i sindaci di Gallicano che si sono succeduti dal dopoguerra ad oggi (ricerca di Pierluigi Angelini, ex Sindaco).


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

42° edizione della Fiaccolata di Gallicano

Sabato 18 dicembre 2021 si svolgerà la 42esima edizione della Fiaccolata di Gallicano e della Valle del Serchio.


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!