mercoledì 20 marzo 2019

lunedì 18 marzo 2019

Salviamo il Monte Procinto! Salviamo le Apuane!

La disperazione ci costringe a lanciare una nuova petizione per fermare la distruzione del Monte Procinto altra cima meravigliosa delle Alpi Apuane attaccata dalle cave. Abbiamo poche ore a disposizione! Salviamo le Apuane


Di seguito il comunicato di Legambiente che spiega nel dettaglio cosa sta succedendo!

Firma la petizione su AVAAZ.ORG

CAVE DI STAZZEMA: PRONTO UN NUOVO SCEMPIO DELLA MONTAGNA?
Nel corso del 2018 il Consiglio Comunale di Stazzema ha adottato il Piano di Bacino sulla scheda 21 (Bacino FICAIO).
Il prossimo martedì 19 marzo si terrà la Conferenza dei Servizi che deciderà sull'approvazione definitiva del Piano: in aree naturalisticamente integre sono previsti oltre 28 ettari di nuove cave, che deturperanno per sempre un paesaggio d’inestimabile valore mondiale.
E' il primo di una serie di provvedimenti del Comune di Stazzema, che nei prossimi mesi estenderà per altre decine di ettari le cave nei bacini estrattivi di Cardoso, Pruno, Buche Carpineto, La Penna, La Ratta.
Stiamo parlando di ferite irreversibili al paesaggio, di contrazioni significative della copertura forestale, di aperture di nuove strade e piazzali, di diffusione di polveri sottili in aria e nell'acqua, di rumori costanti, segnati da esplosioni, perforazioni da martelli pneumatici e di smog da traffico pesante.
L’habitat di quest’area, così fragile e così significativamente vocata al turismo verde, sarà stravolto per sempre. Sul piano ecologico, sociale ed economico. Certo, le procedure prevedono poderosi documenti di valutazione, monitoraggi, misure di compensazione, ma la realtà bruta delle cave apuane è sotto gli occhi di tutti. Ed è questo che si estenderà a perdita d'occhio in questo distretto estrattivo, mentre l'onere di dimostrare i danni è a carico dei cittadini e delle associazioni, perché non esistono programmi pubblici indipendenti di valutazione e monitoraggio.
Bisogna quindi procedere a suon di esposti, denunce e comunicati per cercare di ottenere semplicemente quello che viene promesso sulla carta da piani e leggi. L'obiettivo, in quel di Stazzema, è quello di estrarre la preziosa pietra del Cardoso, esportata in tutto il mondo, lasciando poi sul posto degrado e luoghi inospitali, strutture di cantiere e materiali abbandonati, come già oggi accade nella maggior parte delle cave la cui coltivazione è esaurita. Anche Rete Natura 2000 verrà intaccata: ben 18 dei 28,24 ettari di aree soggette a nuova escavazione si trovano all'interno della Zona Speciale di Conservazione (ZSC) Monte Croce/Monte Matanna, istituita per proteggere queste montagne uniche al mondo, che invece qui si minaccia di vendere a suon di blocchi e lastre. «L’attività estrattiva, si dice, crea posti di lavoro.
Ma non si contano quanti sono invece i posti di lavoro distrutti nell’ampio settore del turismo e dell’economia civile; – attacca Fausto Ferruzza, Presidente di Legambiente Toscana – ci appelliamo pertanto al buonsenso e alla sensibilità di tutte le istituzioni convocate alla Conferenza dei Servizi del 19, affinché non venga approvato questo ennesimo scempio delle Apuane.
Oggi, in ben 140 città del nostro Paese studenti di ogni età manifestano per il loro futuro e contro la crisi climatica, con uno Sciopero Globale senza precedenti. Se vogliamo davvero ascoltare le istanze di questi ragazzi e dare loro una speranza concreta di un domani più giusto, – continua Ferruzza – evitiamo questa nuova aggressione alla montagna. Evitiamo che le decine di iniziative imprenditoriali che hanno fatto nascere negli ultimi anni agriturismi, B&B, alberghi, ristoranti, strutture eco/museali sulle Apuane, fuggano via per sempre da questo territorio, così disperato eppure così unico e prezioso per la nostra regione».

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 14 marzo 2019

Gallicano: pulizie al top nelle strade grazie al nuovo super aspiratore




A Gallicano è arrivato il nuovo aspiratore elettrico addetto alla pulizia delle vie del paese. 
Una piccola rivoluzione, per il momento unico nella Valle del Serchio, che permetterà di risparmiare tempo e consentirà al personale addetto di dedicarsi maggiormente anche alla pulizia di quelle zone più difficili da raggiungere. Il nuovo aspiratore di rifiuti urbani, semplicissimo da usare, silenziosissimo e rispettoso dell’ambiente, è già stato messo su strada per le prime prove di utilizzo e da lunedì sarà operativo a tutti gli effetti nel borgo della Garfagnana. 
“Si tratta di un aspiratore completamente elettrico con abbattitore di polveri e dalla potenza elevata, un vero gioiello nel suo genere – spiega il sindaco David Saisi - . Con l’arrivo di questo nuovo strumento saremo in grado di concentrare i nostri operatori ecologici manuali nelle vie meno raggiunte dal servizio e migliorare così l’igiene complessiva del paese. Abbiamo sempre considerato una priorità il benessere dei cittadini, che passa anche attraverso l’attenzione al decoro urbano e la riqualificazione dei luoghi di aggregazione, senza tralasciare l’importanza dell’abbellimento estetico delle nostre vie e delle piazze”. 
Sempre in tema di miglioramento dell’ambiente urbano, di recupero di aree monumentali e di nuovi arredi, il Comune si è a poco aggiudicando un finanziamento di 20mila euro per il suo centro commerciale naturale da investire proprio per queste finalità.

Fonte: La Nazione - Fiorella Corti

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 13 marzo 2019

Sold Out per la Garfagnana EPIC 2019



Le iscrizioni alla Garfagnana EPIC 2019 sono chiuse!
Abbiamo raggiunto il 110% del numero massimo previsto. I 275 iscritti provengono da oltre 100 Comuni italiani e non solo:

 1. Altopascio (LU)
2. Amelia (TR)
3. Anguillara Sabazia (RM)
4. Arcola (SP)
5. Asti (AS)
6. Aulla (MS)
7. Bagnatica (BG)
8. Bagni Di Lucca (LU)
9. Barga (LU)
10. Bernareggio (MB)
11. Bernezzo (CN)
12. Bologna (BO)
13. Borgo A Mozzano (LU)
14. Buggiano (PT)
15. Busto Arsizio (VA)
16. Calderara Di Reno (BO)
17. Calvenzano (BG)
18. Camaiore (LU)
19. Campagnano Di Roma (RM)
20. Canossa (RE)
21. Capannori (LU)
22. Caraglio (CN)
23. Casalecchio Di Reno (BO)
24. Casina (RE)
25. Castelfiorentino (FI)
26. Castelfranco Di Sotto (PI)
27. Castelnovo Ne' Monti (RE)
28. Castelnuovo Di Garfagnana (LU)
29. Castelnuovo Rangone (MO)
30. Castiglione Dei Pepoli (BO)
31. Castiglione Di Garfagnana (LU)
32. Cattolica (RN)
33. Cervarezza Terme (RE)
34. Cerveteri (RM)
35. Coreglia Antelminelli (LU)
36. Donnas (AO)
37. Fabbriche Di Vergemoli (LU)
38. Filattiera (MS)
39. Filderstadt (GERMANIA)
40. Firenze (FI)
41. Fiumalbo (MO)
42. Fivizzano (MS)
43. Forli' (FC)
44. Forlimpopoli (FC)
45. Forte Dei Marmi (LU)
46. Fosciandora (LU)
47. Fucecchio (FI)
48. Gabicce Mare (PU)
49. Gaeta (LT)
50. Gallicano (LU)
51. Gambassi Terme (FI)
52. Gradara (PU)
53. Greve In Chianti (FI)
54. Grizzana Morandi (BO)
55. Groppoli (MS)
56. Hillerød (DANIMARCA)
57. Impruneta (FI)
58. La Spezia (SP)
59. Ladispoli (RM)
60. Latinne (BELGIO)
61. Ligonchio (RE)
62. Lucca (LU)
63. Massarosa (LU)
64. Medesano (PR)
65. Milano (MI)
66. Modena (MO)
67. Montaione (FI)
68. Montecatini Terme (PT)
69. Montelupo Fiorentino (FI)
70. Palagano (MO)
71. Parma (PR)
72. Pesaro (PS)
73. Pescaglia (LU)
74. Pescia (PT)
75. Piazza Al Serchio (LU)
76. Pietrasanta (LU)
77. Pieve Fosciana (LU)
78. Pisa (PI)
79. Pistoia (PT)
80. Poggibonsi (SI)
81. Pontedera (PI)
82. Pontremoli (MS)
83. Prato (PO)
84. Prignano Sulla Secchia (MO)
85. Quattro Castella (RE)
86. Ramiseto (RE)
87. Reggio Emilia (RE)
88. Rignano Sull'Arno (FI)
89. Roccagorga (LT)
90. Roma (RM)
91. Rufina (FI)
92. Saffig (GERMANIA)
93. San Fermo Della Battaglia (CO)
94. San Giovanni In Marignano (RN)
95. San Romano In Garfagnana (LU)
96. Sassuolo (MO)
97. Seravezza (LU)
98. Seriate (BG)
99. Siena (SI)
100. Sillano Giuncugnano (LU)
101. Soragna (PR)
102. Sorbolo (PR)
103. Stazzema (LU)
104. Stoumont (BELGIO)
105. Tilff (BELGIO)
106. Toano (MO)
107. Uzzano (PT)
108. Ventasso (RE)
109. Viareggio (LU)
110. Villa Basilica (LU)
111. Villa Collemandina (LU)
112. Villafranca In Lunigiana (MS)
113. Vordingborg (DANIMARCA)
114. Zola Predosa (BO)

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

domenica 10 marzo 2019

L'anello di Pieve San Lorenzo in MTB

Un bel giro in MTB nella parte nord occidentale della Garfagnana, al confine con la Lunigiana, di circa 32 chilometri e 1.100 metri di dislivello positivo.



Pieve San Lorenzo, Antognano, Metra, Tea, Monte Argegna, Carpinelli, Monte di Debbia, Castagnola, Agliano, Gramolazzo, Ugliancaldo, Argigliano, Pieve San Lorenzo.










Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 7 marzo 2019

Sassi-Torrite, rush finale peri lavori

La Nazione del 07-03-19

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 4 marzo 2019

Piano di potature di vaste dimensioni nel Comune di Gallicano

Piano di potature di vaste dimensioni nel Comune di Gallicano, ad annunciarlo è il Sindaco di Gallicano sul Gruppo Facebook di Gallicano C'è "Gallicano News".


Dopo aver terminato la segnaletica stradale nelle prossime settimane eseguiremo un piano potature su aree pubbliche di vaste dimensioni, come non si era mai visto.
Per darvi un'idea impiegheremo nel 2019 euro 36.000 a questo scopo.Si tratta del triplo delle risorse che avevamo destinato in ognuno dei quattro anni precedenti (circa euro 12.000 annui) che erano già molti rispetto a quanto vi veniva destinato in precedenza.
Grazie a una gestione finanziaria oculata cominciamo ad avere risorse per migliorare la vita dei nostri cittadini e la bellezza dei nostri luoghi.

Saranno eseguiti lavori di potatura, abbattimento di esemplari malati e lavori in corda. Gli interventi in corda riguarderanno Piazza Mons. Nobili, Via Cavour, Via Eremo e Ponte Guelfino. Di seguito tutti gli altri interventi:

1. Platani presso il parcheggio di Trassilico (9 esemplari)
2. Platani presso Piazza di Scarico (4 esemplari)
3. Platano presso il Ponte del Lorenzaccio
4. Alberature presso viale di ingresso fraz. di Trassilico (24 esemplari)
5. Tigli antistanti la frazione di Verni (3 esemplari)
6. Parcheggio loc. la Barca (15 esemplari)
7. Alberature esterne agli impianti sportivi (28 esemplari)
8. Viale di cipressi in via S. Lucia (tutti)
9. Alberature lungo via dei Cipressi
10. Tigli presso il parcheggio della frazione di Cardoso (6 esemplari)
11. Alberature presso il Cimitero di Cardoso (8 esemplari)
12. Giardino ai pozzi vicino Suore (4 esemplari)
13. Asilo nido
14. Via Bartolini
15. Alberature area G. Mazzanti via della Rena
16. Fioriere via Cavour
17. Alberature loc. Zinepri
18. Alberature presso canale di Sant’Andrea
19. Alberi presso area PEP di Bolognana
20. Aiuole presso “CASINA DEL LATTE”
21. Alberi via del Palagio
22. Siepe giardino scuola materna
23. Parcheggio Ponte di Campia

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

sabato 2 marzo 2019

Parcheggio cimitero di Campo

Proseguono i lavori per la realizzazione del parcheggio nel cimitero di Campo.



Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 28 febbraio 2019

Il primo rifugio sulle Alpi Apuane

Albergo Alto Matanna

Uno dei primi, se non il primo, rifugio inaugurato sulle Alpi Apuane fu certamente il Rifugio-Osteria ai prati di Pian d’Orsina a m 1040 inaugurato domenica 10 gennaio 1894 a cura della Stazione Alpina di Lucca – Sezione di Firenze. 
Dal programma preparato per l’occasione, ogni partecipante era pregato di prendere accordi con il socio sig. Alemanno Barsi di Palagnana indicando l’ora di arrivo e se intendeva desinare e pernottare.
Per comodità dei partecipanti fu allestito presso il Rifugio un primo desinare verso mezzogiorno e un secondo nelle ore pomeridiane per coloro che volevano trattenersi e pernottare. 
Il Rifugio era corredato di letti e ogni comodità per il soggiorno. Per l’accesso era prevista la partenza da Lucca in vettura che in circa ore 3,30 portava a Pescaglia quindi, a piedi o a cavallo, per Pascoso in ulteriori ore 2,30. 
L’inaugurazione avvenne con una simpatica festicciola che richiamò nella pittoresca zona parecchi soci fra cui il Cav. Budden, giunto appositamente da Torino, l’Ing. Aristide Bruni, anima di tutto quanto si è fatto a quei tempi nella zona, il Prof. Vivarelli presidente della Sezione di Livorno con altri soci della medesima Sezione. 
Festeggiatissimo fu il Sig. Alemanno Barsi, proprietario dell’Albergo Matanna a Palagnana e del nuovo Rifugio che, con la sua attività, seppe rendere un comodo alberghetto. 
Ottenne anche dal Ministero dell’Agricoltura la concessione di 6000 piantine per rimboschire la zona circostante mentre l’Ing. Aristide Bruni cercava di acclimatare l’edelweiss e il rododendro. 
Al pranzo, in schietta allegria, si pronunciarono brindisi in onore degli intervenuti. In questa circostanza furono salite le maggiori cime della zona. 
Il Cav. Budden salì per la terza volta sul “vertiginoso” Procinto in compagnia dell’Ing. Bruni che lo aveva già salito parecchie decine di volte. 
Oggi questo Rifugio non esiste più, col tempo si è trasformato in Albergo Alto Matanna che, dopo vari passaggi di proprietà, è oggi di proprietà del Comune di Pietrasanta.



Fonte: Storia della Sezione Cai di Lucca

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 22 febbraio 2019

Il Parco delle Alpi Apuane investe 100.000 sul patrimonio storico - culturale

Il Parco delle Alpi Apuane assegna i contributi per il recupero di beni di valore storico e culturale. 
Decine di manufatti in area Parco potranno essere restaurati e tornare a nuova vita. 
“Anche quest’anno – afferma il Presidente del Parco Alberto Putamorsi – sono ingenti le risorse che destiniamo agli interventi sul patrimonio storico e culturale presente nelle Alpi Apuane. Abbiamo inaugurato questa misura lo scorso anno e in questa seconda edizione abbiamo inserito come criterio premiante gli interventi lungo la Linea Gotica o nei luoghi della seconda guerra mondiale, in virtù di un progetto complessivo di valorizzazione di questa linea difensiva, che verrà presentato a breve. 
Insomma – conclude Putamorsi – tutto si tiene, nella prospettiva di promozione e valorizzazione dell’area protetta.” 
Il bando emesso dal Parco nello scorso mese di dicembre conteneva una risorsa finanziaria complessiva di € 100.000 che sono stati distribuiti per circa l’80% su interventi materiali legati al patrimonio storico-culturale con esclusione della sentieristica e, per la restante percentuale, su interventi materiali di manutenzione straordinaria della sentieristica. 
Al Parco sono stati diversi i progetti arrivati e valutati da un’apposita commissione che ha stilato la graduatoria. 
La parte del leone l’ha giocata la Chiesa della SS. Trinità di Puntato (si è aggiudicata € 25.000), a seguire il recupero fortificazioni Linea Gotica di Grottorotondo in Garfagnana (18.500) e la manutenzione della marginetta e lavatoio situati presso il rifugio CAI Alpe della Grotta (€ 10.000). 
Approvata anche la sistemazione della Chiesetta dei Partigiani al Pasquilio (9.600) e l’ampliamento ed adeguamento strutturale del rifugio “Enrico Rossi” alla Pania (€ 7.500). 

Chiesa del Puntato

Postazione linea gotica Grottorotondo

Rifugio Rossi alla Pania

Due i progetti finanziati per il recupero di uno dei luoghi simbolo e decisivo nel secondo conflitto mondiale, quello del monte Folgorito. Uno riguarda la sistemazione di trincee e cartellonistica storica del tratto della Linea Gotica ad occidente del Monte Folgorito (€ 4.100) e l’altro, alcuni interventi sulla Linea Gotica nella zona del monte Carchio (€ 4.900). 
Per quanto riguarda la sentieristica sono stati tre i progetti ammessi a finanziamento: € 9000 per interventi di valorizzazione e messa in sicurezza dell’itinerario di visita all’Orto Botanico “Pellegrini-Ansaldi” di Pian della Fioba; € 6000 euro se li è aggiudicati il CAI Lucca per interventi sul sentiero n. 7 dal passo del Piglionico al Passo della Neve
Infine, € 5.400,00 serviranno per il recupero del percorso turistico-attrezzato dei geositi della Valle del Lucido ottenuti dall’associazione AlterEco.

Fonte: Parco Regionale Alpi Apuane

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 21 febbraio 2019

La contesa del "Marzocco" fra i paesi di Perpoli e Campo


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

La maglia ufficiale della Garfagnana EPIC 2019


Countdown: inizia il conto alla rovescia! – 100 giorni alla Garfagnana Epic 2019! 

La due giorni in mountain bike tra le Alpi Apuane e l’Appennino Tosco Emiliano, quest’anno alla sua 5° edizione! 

Per l’occasione presentiamo la maglia ufficiale, ideata come sempre dalla grafica Sara Greco, che ripropone lo stile della prima Epic e si arricchisce con i colori del tricolore e con cinque stelle, una per edizione! 

Questa la maglia, compresa nel prezzo di iscrizione, che colorerà il percorso epico l’1 e 2 giugno 2019!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Intervento di ripulitura del Monumento di Gallicano

La prossima settimana inizierà l’intervento di ripulitura del Monumento ai caduti in Piazza della posta. Importo intervento 5470+IVA di cui circa 1500 da contributo regionale.



“Il monumento” come da tutti i gallicanesi è semplicemente conosciuto è dedicato ai caduti della prima guerra mondiale, realizzato dallo scultore Petroni nel 1926 e recentemente portato al suo antico splendore da un restauro. 
Fu commissionato all’epoca dall’Amministrazione comunale per commemorare coloro che avevano servito gloriosamente la Patria. Collocata sulla sommità dell’alta colonna vi è una statua che rappresenta l’Italia realizzata in marmo accompagnata da scudo con stemma e spada, nella mano sinistra sorregge una sfera sormontata da una vittoria alata. 
Il basamento presenta dei bassorilievi dove si possono riconoscere la lupa capitolina, il Genius Loci e lo stemma gallicanese.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 20 febbraio 2019

Cavalier Luigi Paoli Puccetti detto "Il Signorino"


Tratto da L'Aringo n. 16 di Dicembre 2018

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

martedì 19 febbraio 2019

Gallicano: il PD candida Furio Valiensi


Dopo la rinuncia di Fabrizio Riva, il PD di Gallicano candida a sindaco Furio Valiensi, classe 1949, medico anestesista in pensione.   

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 14 febbraio 2019

Nuovo consiglio direttivo della Pro Loco di Gallicano: Francesca Taddei presidente



Ieri, 13 febbraio 2019, il consiglio direttivo della Pro Loco di Gallicano ha eletto le seguenti cariche per il triennio 2019-2021: 

  • Presidente: Francesca Taddei 
  • Vice Presidente: Sara Greco 
  • Cassiere: Saverio Valiensi 
  • Segretario: Rossella Piccinini
In bocca al lupo e buon lavoro!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 8 febbraio 2019

La Garfagnana su That's Italia

Sul numero di febbraio/marzo 2019 di That's Italia, speciale Borghi, c'è Isola Santa e la Garfagnana.


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Lupi alla Foce di Pompanella - Trassilico


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 6 febbraio 2019

Ciaspolata in Appennino con il CAI Castelnuovo

Durante un’escursione con le ciaspole l’atmosfera è magica. Come?!? Camminare nel bosco quando gli alberi sono carichi di neve, ed insieme al vento, si creano giochi ed effetti di luce.
Raggiungere valli innevate in cui non c’è traccia umana, non ci sono impronte sulla neve se non quelle degli animali, soffermarsi sul silenzio e sui suoni della natura intorno, col il solo scricchiolio del manto nevoso sotto le ciaspole.
I luoghi anche vicini a casa grazie a una nevicata diventano luoghi nuovi, da consueti e conosciuti che erano. Non serve un mago, ma questi piccoli “ingredienti” per compiere la magia...



Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!