domenica 16 maggio 2021

venerdì 14 maggio 2021

Gallicano: un ponte a funi sospeso che attraversa la Turrite?

Da Facebook il Sindaco di Gallicano:
Un ponte a funi che attraversi la Turrite. Collegare Piazzale Caponnetto a Via Cavour, incentivare i turisti a fermarsi a Gallicano e visitarne il centro, etc., etc. Se son rose fioriranno.

 




Sarebbe bello!!!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Riaprono le visite alla Grotta del Vento 2021

Ricominciano le visite alla Grotta del Vento a partire dal 26 Aprile 2021, per il momento solo al Primo Itinerario. 
Il prezzo è di 10 euro mentre il ridotto (bambini fino a 10 anni di età, invalidi, militari, speleologi e gruppi organizzati di almeno 20 persone, con prenotazione effettuata almeno 5 giorni prima) è di € 8 e comprende:
- visita guidata
- audiolinga (in 11 lingue)
- guardaroba per borse e zaini in comune e non sorvegliato.

La durata della visita è di 1 ora. Portare abbigliamento adatto ad una temperatura di 10,7° C. Preferibilmente indossare scarpe chiuse.


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 12 maggio 2021

Le vie del cibo - Gallicano

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Messa in sicurezza del sentiero n. 7 dal Piglionico al Passo degli Uomini della Neve

Dal CAI sezione Lucca




L’intervento è stato programmato per la messa in sicurezza di uno dei sentieri piu frequentati delle Alpi Apuane. Il sentiero n. 7 attraversa tratti boschivi che non presentano particolari criticità né sotto il profilo della sicurezza, né sotto il profilo ambientale. Su questi tratti si è provveduto al ripasso della segnaletica orizzontale ed al posizionamento di nuova segnaletica verticale. 
Nel tratto intermedio, che interessa i prati sotto il rifugio Rossi, si è intervenuti per la necessità di salvaguardare il manto erboso, ricco di flora endemica. E’ stato necessario realizzare tratti di palizzata per evitare il passaggio attraverso le numerose tracce (scorcioni) che si sono formate negli anni e che, seguendo la massima pendenza, hanno creato dei canali resi sempre più profondi dall’azione delle acque meteoriche. Questo intervento è stato realizzato dalla Cooperativa La Pania di Corfino che ha provveduto, sotto la nostra direzione, alla realizzazione di vari tratti di staccionata ed anche alla sistemazione del fondo, con il riempimento dei tratti più scavati e la realizzazione di zanelle ad evitare nuovo ruscellamento. 
Nel successivo tratto siamo intervenuti con la sistemazione del fondo, il ripasso della segnaletica e la sostituzione degli ancoraggi e della catena nel tratto attrezzato prima del passo. I lavori sono inziati nelle primavera-estate 2019 con il decespugliamento del tratto boschivo, il ripasso della segnaletica orizzontale, la sostituzione della segnaletica verticale esistente ed il posizionamento di 2 nuovi pali e frecce.
Nell’autunno dello stesso anno era prevista la sistemazione del tratto prativo e la sistemazione del tratto attrezzato. Le nevicate precoci e la successiva emergenza Covid, ci hanno costretto a richiedere una proroga. Fortunatamente, nel corso del 2020, siamo riusciti a concludere l’intervento. 
Il lavoro è stato realizzato con il contributo economico di € 6.000,00 concesso dall’ente Parco Regionale delle Alpi Apuane ed il lavoro dei volontari CAI della sezione di Lucca.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 6 maggio 2021

sabato 1 maggio 2021

La Garfagnana protagonista del programma “Le vie del cibo” su RTV38 – Canale 15 Digitale Terrestre


Domenica 2 maggio alle ore 13.30 la Garfagnana sarà protagonista indiscussa della trasmissione televisiva “Le Vie del Cibo” sul canale RTV38, un programma in 14 puntate – come 14 sono i Comuni facenti parte dell’Unione Comuni Garfagnana – dedicato alle eccellenze gastronomiche e dei prodotti della filiera agroalimentare del territorio, raccontate secondo una visione integrata del sistema “Garfagnana”, capace di valorizzazione e promozione del territorio e coordinare i vari soggetti che sul territorio intervengono con finalità condivise.

L’Unione Comuni Garfagnana ha infatti sviluppato una campagna di promozione attraverso il noto programma televisivo sul network toscano rtv38, resa necessaria per tenere vivo l’interesse sul turismo gastronomico in questo difficile momento, ritenuto un elemento altamente qualificante che può costituire un messaggio unitario di valorizzazione e attrazione anche turistica in vista della ripartenza nel 2021, come afferma il Presidente Andrea Tagliasacchi.

Infatti, a causa del persistere dello stato emergenziale che non ha consentito il regolare svolgimento delle azioni di promozione, l’agenzia regionale Toscana Promozione Turistica, secondo le linee guida formulate nella sua attività di accompagnamento agli Ambiti Territoriali, ha suggerito di rimodulare gli interventi rivolgendosi a un mercato più locale e con azioni a copertura regionale ed extraregionale.In questo senso RTV38 si delinea come la principale rete visibile in Toscana, in Umbria, nelle province di Viterbo e La Spezia, arrivando ad un area di servizio di oltre 5.500.000 utenti residenti.

Nelle scorse settimane la troupe televisiva, guidata dal conduttore Fabrizio Diolaiuti, ha realizzato le prime riprese incontrando la prima parte di Sindaci dell’Unione Comuni Garfagnana che hanno illustrato a 360 ° il proprio territorio mettendo al centro della scena un piatto della tradizione, sapientemente elaborato e cucinato da un “cuciniere”, nello scenario di un luogo tra i più evocativi del comune e con l’aiuto di esperti locali del mondo produttivo e culturale.

Di seguito la programmazione domenicale delle prime sette puntate ore 13.30 (con replica ogni sabato successivo ore 9:45):

2 MAGGIO COMUNE DI FOSCIANDORA

9 MAGGIO COMUNE DI GALLICANO

16 MAGGIO COMUNE di CASTENUOVO GARFAGNANA

23 MAGGIO COMUNE DI FABBRICHE DI VERGEMOLI

30 MAGGIO COMUNE DI MOLAZZANA

06 GIUGNO COMUNE DI CASTIGLIONE GARFAGNANA

13 GIUGNO COMUNE DI PIEVE FOSCIANA

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 23 aprile 2021

martedì 20 aprile 2021

Nuovo parcheggio alla Mandria

Nuovo parcheggio in via Roma, all'incrocio con via della Rena. L'investimento di 83.000 euro permetterà di migliorare la circolazione in quello che ormai è diventato il principale punto di accesso al capoluogo per chi proviene da Lucca.



Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 16 aprile 2021

Bivacco Aronte: nel 1920 il soggiorno del fisico Enrico Fermi

Fra le migliaia di volti che sono passati dal bivacco Aronte ce n’è una che forse più di altre lascia il segno nell’immaginario collettivo. E’ quella del fisico Enrico Fermi. Era il 1920 e fra il 10 e il 13 agosto il giovane fisico, non ancora ventenne, assieme ad altri amici alpinisti raggiunse proprio il bivacco Aronte.



Di quell’episodio resta una firma leggibile nitidamente sul libro del rifugio in cui sono state descritte minuziosamente le tre giornate indimenticabili che il gruppo passò sulle Apuane, utilizzando proprio il Bivacco Aronte come punto di appoggio per le varie escursioni in vetta. Enrico Fermi era un grande amante della montagna e delle vette delle Apuane (nella foto, è quello a sinistra), che scalava spesso e volentieri. Ci sono tantissime foto a testimoniare quelle avventure del giovane fisico italiano.

Fonte: La Nazione

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

L'Aronte: simbolo della battaglia contro l’escavazione


Il bivacco Aronte è stato il simbolo di un’importante manifestazione ambientalista che il 4 gennaio 2020 ha portato circa duemila persone a sfilare in strada per gridare a gran voce ‘Basta cave’, contro l’escavazione selvaggia delle Apuane. A lanciare la manifestazione e la sfida di piazza era stata la commissione Tutela ambiente montano (Tam) del Cai di Massa richiamando l’attenzione di tante persone che sono arrivate nel piccolo capoluogo apuano da ogni parte d’Italia. Il bivacco d’altronde si trova in una posizione estremamente delicata: al Passo della Focolaccia, sorge oggi a poche centinaia di metri da un fronte di cava, quello della Piastramarina sul versante di Minucciano. 
Purtroppo a oggi è prevista nei Piani attuativi dei bacini estrattivi (Pabe) di Massa anche la riapertura della cava Focolaccia, in galleria sul lato massese del crinale. Cava da riattivare come riferito proprio ieri in commissione congiunta, ambiente e urbanistica, dai referenti del Centro di geotecnologie dell’Università di Siena. Era stata anche questa previsione di riapertura dell’attività estrattiva al Passo della Focolaccia a spingere gli ambientalisti a scendere in piazza l’anno scorso, usando l’Aronte come simbolo della battaglia.

Fonte: La Nazione

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Il Bivacco Aronte riconosciuto come bene d'interesse artistico, storico, archeologico e etnoantropologico

Il Ministero per i beni e le attività culturali e per il turismo ha dichiarato il "piccolo Gigante", così è soprannominato il Bivacco Aronte, bene di interesse artistico, storico, archeologico e etnoantropologico.
Il lavoro congiunto svolto dai soci CAI della Sezione Ligure di Genova, di Massa e da Franca Leverotti, ha portato a questo bellissimo riconoscimento.
Dal Bivacco Aronte sono passati quasi 120 anni della storia del nostro territorio, storia quasi sempre dimenticata ma che è la storia delle nostre genti e dei loro tempi. 



Da qua passavano gli uomini della neve che raccoglievano neve sul versante Nord del Monte Cavallo per portarla a valle, da qua passavano le donne del sale che raggiungevano Gorfigliano per scambi commerciali durante i periodi atroci della seconda guerra mondiale, da qua passò spesso Enrico Fermi, allora giovane studente dell'Università di Pisa e appassionato di Apuane. Silenzioso, come viene ricordato nella motivazione del Ministero, il Bivacco Aronte ha fornito riparo e ristoro a generazioni di massesi e di alpinisti di tutta Italia che affascinati dalla bellezza dei luoghi si apprestavano a scalare le pareti più impervie delle Apuane. Primo e più alto bivacco delle Apuane, situato in luogo strategico di snodo di sentieri, il "piccolo Gigante" non riporta alla mente solo i versi del sommo poeta, ma anche la sua leggenda di "protettore delle Apuane". Un ruolo questo che oggi più che mai si addice per il luogo in cui è posto. 
La dottoressa Capra che ha redatto la relazione per il Ministero lo ha definito "testimone silenzioso del fenomeno legato alle attività estrattive che contraddistinguono pesantemente questa straordinaria area montana" e noi siamo assolutamente concordi con questa descrizione che rende bene l'idea di quanto oggi il ruolo leggendario di Aronte sia quanto mai necessario ed importante per difendere l'ambiente e il ricordo delle genti che transitarono dal Passo della Focolaccia.
Crediamo che dello stesso parere siano state le oltre 2000 persone che scesero in piazza il 4 gennaio del 2020 per dire "no" alla deturpazione dell'ambiente in cui il Bivacco Aronte è situato. Anche grazie a quel grido collettivo che oggi il "Bivacco Aronte" è un bene di interesse storico, artistico, archeologico ed etnoantropologico a cui viene affidato, non solo simbolicamente, il ruolo di proteggere la memoria e la storia di quegli uomini e donne massesi che lo salutavano mentre, con fatica, cercavano di donare un futuro alle proprie famiglie.

Fonte: CAI Massa

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 9 aprile 2021

Area di sosta attrezzata per biciclette presso gli impianti sportivi di Gallicano

E' stato approvato il progetto definitivo per la realizzazione di un'area di sosta attrezzata per biciclette presso gli impianti sportivi di Gallicano. 
Il comune di Gallicano è risultato beneficiario di un contributo di euro 30.000 su un bando della Regione Toscana finalizzato alla mobilità urbana sostenibile in risposta all’emergenza sanitaria COVID19. Investimento totale euro 37.500 (30.000 regione toscana + 7.500 Comune di Gallicano).

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 2 aprile 2021

Prima edizione della Garfagnana EPIC Gravel - 12 settembre 2021



GRAVEL=GHIAIA, questo ci dice un comune traduttore, ma, per chi ama la bici, “Gravel” va oltre a questo significato. Gravel è un’esperienza da affrontare con il sorriso e con gli occhi meno concentrati sul trail ma maggiormente orientati ad ammirare i panorami e la natura. 
E’ sinonimo di avventura, condivisione, passione e amicizia. Abbracciando questa filosofia, siamo lieti di presentare il primo evento Gravel in questo lembo incantato della Toscana, la “Garfagnana Epic Gravel”.
Sarà un evento Epico di circa 100 km e 4000 mt di dislivello da percorrere principalmente su strade sterrate, attraversando borghi dell’alta Toscana fino a lambire le vette più alte degli Appennini. 
Stay Tuned!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!