martedì 12 novembre 2013

Lo scandalo delle cave di marmo su Report

Le ottanta cave di Carrara sono gestite da quasi duecento imprese, la maggior parte di queste lavora senza concessione comunale. Cioè sono autorizzate in modo provvisorio.
Tutto è fermo perché nel 1751 Maria Teresa, principessa di Carrara, stabilì che chi in quel momento coltivava le cave ne diventava possessore. 
Questo regime è durato fino al 1994, quando il sindaco Emilia Fazzi Contigli per la prima volta istituì un regolamento che prevedeva concessioni onerose e temporanee.

Guarda il servizio di Report andato in onda ieri 11 novembre 2013 e, se vuoi, iscriviti al gruppo facebook "Salviamo le Apuane"

Clicca sulla figura per guardare la puntata

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!