mercoledì 25 febbraio 2015

A Gallicano il primo consiglio dei ragazzi


Lunedi 23 febbraio a Gallicano si è tenuto il primo consiglio comunale dove hanno partecipato venti bimbi dell’Istituto comprensivo di Gallicano, scuola primaria e scuola secondaria di I° grado. 
Il progetto, fortemente voluto dall'amministrazione delinea il disegno della partecipazione attiva della comunità alla cosa pubblica, che fin dalla più tenera età deve essere spronata e compresa. 
I venti bimbi, regolarmente eletti dai compagni nella votazione che si è tenuta nel plesso scolastico di Gallicano, si sono presentati puntuali all'appuntamento e si sono dimostrati all'altezza del ruolo, ognuno di loro ha ricevuto una cartellina con una lettera di benvenuto e il regolamento del consiglio. 
Hanno espresso le loro richieste con cognizione di causa, ascoltando con attenzione le risposte del sindaco David Saisi, dell'assessore alla cultura Serena Da Prato e della consigliera delegata alla scuola Silvia Simonini. Le loro richieste riguardavano esclusivamente la scuola, il giardino, qualche problema per l'aula di informatica, i bagni da ritinteggiare e i banchi che sono un po' rovinati dalle scritte di qualche alunno. Il sindaco li ha incalzati a fare proposte oltre la scuola, a pensare a spazi condivisi dai bambini stessi, a richiedere qualche attività che li interessi – continua il comunicato - certo è che non si sono fatti pregare, hanno prontamente risposto con un cineforum adatto a loro il sabato sera alla sala Guazzelli e parlando di partecipazione attiva hanno lanciato l'idea di pulire piccoli spazi, potremmo dire piccoli Sabatini crescono. 
Il consiglio è durato poco più di un'ora, si è svolto molto correttamente ed è stato interessante constatare come si possa con un po' di buona volontà far sentir partecipi tutti alla vita della collettività. 
Visibilmente soddisfatti i numerosi amministratori presenti che si ritrovano unanimi nella dichiarazione dell'assessore alla cultura Da Prato:”Il punto di vista dei giovani per noi è importante, è prioritario nel nostro “fare politico”, perchè in futuro saranno loro i gallicanesi del domani ad essere chiamati a guidare la nostra collettività con consapevolezza, partecipazione e senso civico. 
Sarà un'esperienza che accrescerà tutti, loro e noi, camminando insieme in una condivisione d'intenti che porterà ricchezza e nuova democrazia al nostro paese”.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!