domenica 23 settembre 2018

Rione Monticello - descrizione

Su SCOPRI GALLICANO la descrizione dei 3 Rioni.


Rione Monticello 

Il Rione Monticello, colore azzurro come il cielo, è uno dei tre Rioni di Gallicano e rappresenta la parte centro/nord del paese. Prende il suo nome da una piccola e isolata collina situata nel centro del capoluogo. 
Le principali strade che fanno parte del territorio rionale sono le seguenti: Piazza Vittorio Emanuele II, Piazza della Posta, Via G. Pascoli, Piazza di Scarico, Via Serchio, Via IV Novembre, Via Beata Elena Guerra, Via I Maggio, Via della Repubblica, Via di Fondovalle, Via Debbiali, Via del Baradello, Via Leandro Puccetti, ecc. 
Non sempre il Rione Monticello si è chiamato così: prima del 1972 quando i festeggiamenti per il nostro patrono San Jacopo consistevano solo in gare sportive (calcio e staffette), si chiamava Dinamite. 
Il Monticello vanta ad oggi un record imbattibile: è l’unico Rione ad aver partecipato a tutte le edizioni del Palio di San Jacopo. 
Altro record di cui gli azzurri vanno molto fieri sono le 4 vittorie consecutive del “Cencio” nel periodo 2006-2009. 
All’interno del Rione, infatti, si parla spesso di un prima e di un dopo 2006: un “prima” in cui il Monticello non riusciva a vincere ma era il Rione più simpatico, spontaneo e coinvolgente, in cui l’improvvisazione la faceva da padrona, ed un “dopo” quando il Rione si è rinnovato ed ha trovato altre e nuove motivazioni per vincere! 
Ogni anno, nel mese di agosto, il Rione organizza la “Festa sul Monticello” dove i piatti tipici gallicanesi (fogacce leve e minestrella), la musica, i giochi per bambini, il torneo di briscola ed il tiro alla fune sono gli ingredienti principali per passare splendide serate. 
W il Monticello! 

The Monticello District 

The Monticello District, whose colour is sky blue, is one of the three Districts of Gallicano and represents the Central-Northern part of the village. It takes its name from a small and isolated hill located in the centre of the chief town. 
The main streets of the district are: Piazza Vittorio Emanuele II, Piazza della Posta, Via G. Pascoli, Piazza di Scarico, Via Serchio, Via IV Novembre, Via Beata Elena Guerra, Via I Maggio, Via della Repubblica, Via di Fondovalle, Via Debbiali, Via del Baradello, Via Leandro Puccetti, etc. 
The Monticello District has not always had this name: before 1972, when the celebrations for our Patron Saint, San Jacopo, only consisted of sports competitions (football and relay races), it was called Dinamite. 
Monticello can boast today an unbeatable record: it is the only District to have attended all the editions of the Palio di San Jacopo. 
Another record which this district is very proud of are the 4 “Cenci” in a row won in the years 2006-2009. 
In the District, in fact, people often talk about a “before” and an “after” 2006: the “before” is the time when Monticello could not win but was the most likeable, spontaneous and attractive District, in which improvising prevailed, the “after” is when the District renewed itself and found different and new motivations to win! 
Every year, in August, the District organizes the “Festival on the Monticello”, in which the typical dishes of Gallicano (fogacce leve and minestrella, a typical soup), music, games for children, the briscola tournament and the tug of war are the main ingredients for wonderful nights. 
Long live Monticello!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Rione Bufali - descrizione

Su SCOPRI GALLICANO la descrizione dei 3 Rioni.



Rione Bufali 

Il Rione Bufali è un rione del Palio di San Jacopo di Gallicano, e rappresenta geograficamente la parte sud del paese. Il suo nome deriva da una zona chiamata “La Mandria”, per tutti… una mandria di bufali! Il suo vessillo è una bandiera bianconera. 
Il rione Bufali ha un passato glorioso nel Palio, nelle prime edizioni degli anni ’70, dove si faceva satira paesana, vinse per tre anni consecutivi. Poi la manifestazione si fermò per alcuni anni e, quando ripartì nel 1987, i Bufali tornarono a vincere con un tema di satira nazionale: Alice nel Paese delle meraviglie (che rappresentava Cicciolina al Parlamento). 
Dopo un altro stop del Palio, di cinque anni, i Bufali stravinsero nel 2003, tanto che per molti ormai era diventato il Rione delle ripartenze. 
Il rione è molto forte anche nelle gare sportive, numerose le storiche staffette e i tornei di calcio vinti.
I Bufali sono sempre stati innovativi, a loro va il merito di aver trasformato la manifestazione in teatro itinerante, potremmo dire che sperimentano nuovi modi di spettacolo che gli altri rioni seguono magari l’anno dopo, ma le sperimentazioni non li premiano e non vincono il Palio da quel famigerato 2003. 
Il Rione è molto attivo socialmente, organizza da innumerevoli anni la festa di fine anno agli Impianti Sportivi per i gallicanesi, e negli ultimi tempi ha riscoperto la tradizione culinaria di appartenenza rionale nella festa di Santa Lucia che si tiene ad agosto, nel menù “fogacce leve” e “tordelli al ragù”. 
W I BUFALI! 

 The Bufali District 

The Bufali District is one of the districts of the Palio di San Jacopo of Gallicano, and represents, from a geographical point of view, the Southern part of the village. Its name (Buffalos in English) comes from an area called “La Mandria” (The Herd), which everyone intends as… a herd of buffalos! Its banner is a black and white flag. 
The Bufali District has a glorious past in the Palio: in the 70s, during the first editions dedicated to local satire, it obtained three consecutive victories. Then the event was stopped. When it started again, in 1987, the Bufali won again with a subject of national satire: Alice in Wonderland (which represented Cicciolina in Parliament). 
After another stop of five years, the Bufali won again the Palio in 2003, and many people started considering it as the District of restarts. 
The district is also very successful in sport competitions, and has won many historical relay races and football tournaments. 
The Bufali people have always been innovative, and have the merit of having turned this event into a travelling theatre. It could be said that they experiment new forms of entertainment which the other districts simply apply the next year, but such experiments in the end are not rewarding, so much so that the district is not winning the Palio since that notorious year 2003. 
The District is very active at a social level, it has been organizing for several years the new Year’s Eve festival in the local Sports Centre for the people of Gallicano, and it has recently rediscovered the food traditions of each district during the celebrations of Saint Lucy, which take place in August, with “fogacce leve” (leavened focaccias) and “tordelli al ragù” (meat-filled pasta with meat sauce) in the menu. 
Long live the Bufali!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Rione Borgo Antico - descrizione

Su SCOPRI GALLICANO la descrizione dei 3 Rioni.


Rione Borgo Antico 

Il Rione Borgo Antico del Palio di San Jacopo nasce dalla fusione di due storici rioni gallicanesi “Strettoia” e “Roccaforte” che si unirono in un unico rione nel 1978 in quanto le risorse umane, in particolare della piccola “Roccaforte”, vennero progressivamente meno. 
Si decise pertanto la fusione mantenendo il colore Rosso del rione che apporta la maggior forza lavoro, la “Strettoia”, e che diventa quindi il colore ufficiale del nuovo rione il “Borgo Antico”.
Nasce così un’entusiasmante avventura che consolida il Rione come una vera e propria realtà del paese. Il Rione rappresenta geograficamente la parte centro-ovest di Gallicano, dove si trova il sito storicamente più vecchio del paese. 
Il motto “Borgo Antico un impegno costante per il tuo rione, per la tua gente, per il tuo paese” che meglio identifica l’appartenenza è il leitmotiv dei contradaioli. 
Sono proprie del rione Borgo Antico alcune tradizioni paesane (Carnevale dei Piccoli, la Befanata) che ha portato avanti negli anni con passione costante. 
La ripartizione territoriale del paese fa sì che il rione sia demograficamente il più piccolo, ma la passione sempre accesa per la “Festa dei Gallicanesi” – il Palio di San Jacopo – gli impone un posto di primo piano. 
Nel tempo il Rione è sempre stato protagonista, vincendo il Palio anche per più anni consecutivi e comunque sempre competitivo anche nelle sconfitte. 
Il rione ha organizzato recentemente, e vorrebbe continuare a farlo, la festa “Borgo Fantasy” con un percorso gastronomico di piatti tradizionalmente gallicanesi nella zona del Castello di Gallicano riscuotendo un notevole successo. 
FORZA BORGO! 

Borgo Antico District 

The Borgo Antico District of the Palio di San Jacopo is the result of the merging of two historical districts of Gallicano, “Strettoia” and “Roccaforte”, which merged into one single district in 1978, since the human resources available, in particular in the small “Roccaforte”, had gradually started decreasing. 
It was thus decided to merge the districts, but to preserve the Red colour representing the district with the highest number of people involved, “Strettoia”, and therefore to have it as the official colour of the new district, “Borgo Antico”. An exciting adventure then started, and confirmed the District as a real institution in the village. The District represents, from a geographical point of view, the Central-Western part of Gallicano, where the oldest site of the village is located. 
The motto “Borgo Antico, a constant commitment for your district, your people, your village” best expresses the sense of belonging and is the leitmotif of the people of the district. The district of Borgo Antico preserves some local traditions (the Carnival of Children, the Befanata), which have been perpetuated over the years with constant passion. 
Because of the territorial division of the village, this district is the smallest one from a demographic point of view but, given its lively passion for this so-called “Festa dei Gallicanesi” – the Palio di San Jacopo – it has acquired a central role in it. 
The District has always been a protagonist of the Palio, winning it also for several consecutive years and anyway remaining always competitive also when defeated. The district has recently organized, and would like to continue organizing, the festival “Borgo Fantasy”, with a gastronomic itinerary of traditional dishes of Gallicano in the area of the Castle of Gallicano, an event that has already obtained a great success. 
Go Borgo!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Lavori di restauro della cappella del vecchio cimitero

Continuano i lavori per il restauro della cappellina del vecchio cimitero di Gallicano.
Queste sono alcune foto datate 29/07/2018.





E queste le foto scattate oggi 23/09/2018.







Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

sabato 22 settembre 2018

La ferrata Siggioli da Ugliancaldo

La ferrata Tordini - Galligani (allestita nel 1971 dal CAI di Pisa), meglio conosciuta come "ferrata Siggioli", si sviluppa in un ambiente bellissimo grazie all'anfiteatro della parete nord del Pizzo d’Uccello, sulla quale sono state scritte alcune delle più gloriose pagine dell’alpinismo sulle Alpi Apuane (nel 1940 due bergamaschi, Nino Oppio e Serafino Colnaghi, vincono la Nord del Pizzo d'Uccello, aprendo una magnifica via che sale al centro la grande parete proprio sotto la cima. 700 metri di IV e V che per l'eleganza del tracciato e la suggestione dell'ambiente diventano la Classica, ancora oggi molto frequentata). 


La ferrata si sviluppa su uno sperone roccioso che dal Solco porta a Foce Siggioli, sulla Cresta di Capradossa. Il dislivello è 400 metri, dai 1000 metri del punto di partenza ai 1405 di quello di arrivo, con sviluppo lineare di 550. E' di media difficoltà e permette di proseguire tramite sentiero per esperti fino alla cima del Pizzo d'Uccello oppure di intraprendere un più semplice percorso ad anello che riporta al punto di partenza. 

Il punto di partenza dell'escursione sono le Cave Cantonaccio, in prossimità del paese di Ugliancaldo (3,5 chilometri di strada sterrata).

Sbarra della Cava Cantonaccio
L'ultima volta che feci la ferrata era il 19/05/2012 (leggi il post), prima del terremoto del gennaio 2013.

In seguito al sisma del 25 gennaio 2013 di magnitudo locale 4,8 che interessò le vallate della Lunigiana e della Garfagnana arrecando danni alle abitazioni ma fortunatamente non agli abitanti, anche le montagne circostanti ed in particolare la parte settentrionale delle Alpi Apuane, furono interessate da numerose frane e crolli. 
Nell’area del Pizzo D’Uccello la ferrata “Tordini - Galligani” subì seri danni nel suo tratto inferiore provocati dalla caduta di un blocco di marmo di almeno 4 metri cubi. 
Circa 30 metri del cavo originale ed alcuni picchetti di ancoraggio furono rotti e danneggiati. 
In seguito alla delibera del Comune di Fivizzano, che vietava per motivi di sicurezza l’accesso ai sentieri di montagna, il CAI di Pisa dichiarò la ferrata chiusa ed inagibile. I numerosi sopralluoghi effettuati con esperti alpinisti come Paolo Cremonese e Paolo Bianchini e la perizia geologica di Giovanni Bertini evidenziarono la pericolosità di questo versante caratterizzato da rocce fratturate e instabili. 
In alternativa, su suggerimento del Bianchini fu individuato un nuovo tracciato al culmine dello sperone di roccia che la ferrata già percorre nella sua parte superiore. Il CAI di Pisa iniziò la costruzione del nuovo tracciato nel mese di luglio 2014, affidando al Bertini la direzione del progetto e alla ditta di cui è titolare Carlo Barbolini la messa in opera. I lavori sono stati effettuati in conformità a quanto richiesto dal CAI per i sentieri attrezzati e le vie ferrate. Sono stati utilizzati circa 200 metri di cavo inox da 12 millimetri, collocati 44 picchetti di acciaio del diametro di 20 millimetri e 9 staffe alla marinara. 

In giallo il nuovo tracciato
La percorribilità è stata alquanto facilitata da una diffusa gradinatura della roccia. Il CAI di Pisa ha ricevuto contributi finanziari dai suoi soci, dal Gruppo Regionale CAI Toscana, dal Parco Alpi Apuane e dalle sezioni di Pontedera e Sesto Fiorentino. 
Dopo 6 mesi la variante alla ferrata “Tordini – Galligani” è stata collaudata (01/11/2014) alla presenza dell’Ingegnere Marco Passaleva e del presidente della sezione di Pisa Alessio Piccioli ed ufficialmente riaperta dopo 2 anni di chiusura.

Ecco alcune foto dell'escursione di oggi (con Maurizio, Nello e Federico). Per vedere tutte le foto clicca qui.



Un picchetto della vecchia ferrata










Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 19 settembre 2018

I bikers della Garfagnana EPIC sulle Dolomiti alla 3Epic

Se credi ai sogni e ami pedalare immerso nelle suggestioni delle Dolomiti del Cadore con panorami che spaziano fra decine di famose guglie e torri, non aver dubbi ad iscriverti, il tuo sogno si può realizzare: raggiungere le 3 Cime di Lavaredo.
Questo è lo slogan proposto dall'organizzazione della 3Epic.
 
C'eravamo anche noi della Garfagnana EPIC, domenica 16 settembre, sulle Tre Cime di Lavaredo: io, Claudio, Federico, Mirco e Giorgio.
 
E' stata una bella esperienza, un'altra impresa da inserire negli annali!
 
Personalmente preferisco la Hero e soprattutto la Garfagnana EPIC  😊




Ecco alcune foto che ho scattato.







Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

sabato 15 settembre 2018

Riunione Monticello lunedì 24 settembre 2018


Lunedì 24 settembre alle ore 21.00, presso la sede del Monticello in via Cavour, si svolgerà una riunione per il rinnovo del Consiglio Rionale.
Chi fosse interessato ad entrare nel team non esiti a farsi avanti!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Nuovo direttivo 2019 Rione Bufali


In data martedì 11 settembre, durante la riunione dei soci, sono state decise le cariche del nuovo consiglio direttivo 2019 del Rione Bufali:
  • Presidente e Cassiere: Matto Mazzanti
  • Vicepresidente: Simone Ceccarelli
  • Vicepresidente: Lucia Giannecchini
  • Resp. Sartoria: Pamela Marigliani, Paola Tosi, Elisabetta Lupi
  • Resp. Sfilata: Gabriele Ponziani, Lucia Giannecchini
  • Resp. Carri: Alessandro Pucci, Matteo Pieroni, Lorenzo Nesi, Nico Valdrighi
  • Resp. Palio Sportivo: Matteo Franchi, Luca Mazzanti




Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

giovedì 13 settembre 2018

Limitazione al trffico pesante sul ponte del Fogliaio nei pressi della diga di Trombacco


A seguito di segnalazione da parte del Comune di Fabbriche di Vergemoli, sono scattate da ieri – mercoledì 12 settembre 2018 – le limitazioni al transito pesante sulla SP 39 di Vergemoli sul ponte del Fogliaio, nei pressi della diga di Trombacco.
Dal sopralluogo effettuato dai tecnici della Provincia è emersa una situazione di ammaloramento del calcestruzzo in alcuni punti della struttura. Le limitazioni predisposte dalla Provincia riguardano solo mezzi pesanti superiori alle 10 tonnellate, mentre il transito sarà regolare per tutti gli altri veicoli, compresi i bus del trasporto scolastico. 
Le predette limitazioni resteranno in vigore fino a nuovo ordine da parte della Provincia di Lucca.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

In MTB nella Maremma: Rocchette, Cala Violina e Punta Ala


Un giro bello e facile di circa 35 chilometri e 500 metri di dislivello positivo tra le Rocchette, Cala Violina e Punta Ala. L'unico problema è rappresentato da un cancello posto nei pressi del campeggio Le Rocchette, io ho avuto la fortuna di trovare la proprietaria che gentilmente mi ha fatto passare...














Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!