mercoledì 4 marzo 2015

La maglia ufficiale della Garfagnana EPIC 2015 by Sara Greco



Per maggiori informazioni sull'evento www.garfagnanaepic.com

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

"I Mostri della Palodina" - escursione in MTB 15 marzo 2015

Gli amici del Giovo Bike organizzano per domenica 15 marzo una bella escursione nella zona del Comune di Gallicano intitolata "I mostri della Palodina".


Dettagli Tecnici: 

  • Ritrovo ore 8.30 presso il parcheggio degli impianti sportivi di Gallicano 
  • Partenza ore 9.00 
  • Percorso: Gallicano – Verni – Pian di Corte - S. Luigi (Sosta spuntino dal pastore) – Monte Palodina con sosta foto e vista a 360° - Discesa attraverso single track dal versante di Fabbriche di Vallico – Busdagno – Cardoso - Rientro a Gallicano. 
  • Totale Circa 35 Km 
  • Livello difficoltà: Medio in salita. 45 minuti di bici a spinta per raggiungere la vetta. Impegnativo in discesa 
  • Info e prenotazioni: Mirko 347-4201615 
  • Email: info@giovobike.it 
  • Termine iscrizioni: sabato 14 marzo

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Gite anno 2015 CAI Garfagnana

Ecco il calendario delle gite CAI sez. Castelnuovo di Garfagnana "Roberto Nobili" per l'anno 2015. Clicca qui.


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

martedì 3 marzo 2015

Mobilitazione a difesa del piano paesaggistico

Dal sito www.salviamoleapuane.com


Il Piano Paesaggistico è un documento che regola il territorio della Regione Toscana, affrontando vari problemi delle zone di costa, della collina, delle montagne. Naturalmente, data l’importanza del territorio ed il problema che vi è, non poteva non essere centrale la questione delle Alpi Apuane e del marmo. A volere il Piano paesaggistico è stata, in accordo con il Presidente Enrico Rossi, l’Assessore Anna Marson che ha proposto un Piano che non prevedeva interventi riguardanti le cave di Carrara né di Massa ma affrontava il problema delle cave all’interno del Parco delle Apuane chiedendo di chiuderle ma proponendo un Piano di Sviluppo integrato alternativo al fine di non creare disoccupazione. Quelle cave, per capirci, che intaccano il Pizzo d’Uccello, il Corchia, la Focolaccia, la Tambura, Il Pisanino, il Forato, l’Altissimo che sono meraviglie della Natura. 
Il piano è stato, fra il 2013 e 2014, approvato dalla Giunta della Regione ma, subito dopo, si è scatenata una fortissima reazione degli industriali del marmo spalleggiati dai Comuni di Garfagnana, Lunigiana e Versilia (che hanno cave) e dalla maggioranza dei partiti politici. 
Così, nel Consiglio Comunale del luglio 2014 il Piano paesaggistico è stato fortemente cambiato, annullando ogni provvedimento che prevedeva di chiudere le cave nel Parco delle Apuane. Ma, con ciò, è stata cancellata anche la possibilità di avere un Piano di Sviluppo integrato che, per tanti Comuni della Lunigiana, Garfagnana e Alta Versilia sarebbe stato davvero importante ed utile.

Il Piano paesaggistico così cambiato e peggiorato tantissimo era però ancora in grado di dare qualche tutela alle Apuane: sopra i 1200 metri, nei circhi glaciali, nelle parti ancora integre delle cave, ecc. Ma, ancora una volta, in vista del 10 marzo, quando è prevista la votazione definitiva sul Piano, un settore del PD toscano, schierato dalla parte delle cave, ha “imposto” un maxiemendamento che cancellava anche quelle poche cose di tutela che erano rimaste nel Piano. 
In quel momento, addirittura, è sembrato che Anna Marson fosse cacciata dalla Giunta Regionale. E qui è successo l’inimmaginabile: indignati per la prepotenza di un’azione che voleva fare man bassa e prendere tutto, le associazioni ambientaliste, l’università, i comitati, i gruppi facebook, i cittadini amanti delle Apuane hanno reagito tutti uniti; sulla stampa nazionale e locale sono usciti articoli su articoli a difesa del Piano paesaggistico e delle Apuane; Rossi è stato attaccato duramente su facebook da centinaia di messaggi. E, così, ha dovuto fare marcia indietro e tornare ad un tavolo di trattativa. 
Ora questa discussione è in corso ma risultati importanti sembrano esserci. Tuttavia, per evitare altri “colpi di mano” abbiamo convocato la manifestazione presidio del 7 marzo e stiamo raccogliendo migliaia di firme su una petizione online.


E aspettiamo il 10 marzo, quando il Consiglio Regionale voterà, vigilando e fiduciosi che la ragione, finalmente, prevalga.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

domenica 1 marzo 2015

La Garfagnana in MTB: un tratto della EPIC

Un giro di circa 53 chilometri e 1300 metri di dislivello che da Gallicano a Sillicagnana sa tanto di Garfagnana EPIC (www.garfagnanaepic.com).


Da Gallicano, punto di partenza, si raggiunge il piccolo abitato di Fiattone attraverso strada asfaltata e si prosegue per Perpoli su sterrata. Percorrendo un sentiero tra castagni secolari si raggiunge il borgo di Palleroso, che sorge in cima ad un colle tra i ruderi delle antiche mura.
Lungo il cosiddetto sentiero dei “100 scalini” si prosegue alla volta di Castelnuovo di Garfagnana, centro maggiore del territorio che sorge alla confluenza del fiume Serchio con il torrente della Turrite.
Attraversato il capoluogo Garfagnino, seguendo il sentiero dell'Ariosto si sale alla Fortezza di Monte Alfonso, importante opera architettonica militare della Garfagnana estense.
Il tracciato prosegue per sentieri e strade secondarie superando i paesi di Antisciana, Gragnanella, Sillicano e Poggio.
Da qui, oltrepassato il caratteristico ponte ferroviario della Villetta, godendo del bellissimo scenario offerto dalla vallata che fa da cornice allo splendido paese della Sambuca, si raggiunge Sillicagnana.
Dopo una breve sosta ristoratrice al Bar del paese, si rientra  a Gallicano percorrendo prima la strada che costeggia il lago di Pontecosi e poi la fondovalle.

Panorama da Fiattone
Sterrata per Perpoli
Claudio e Daniele a Perpoli
Panorama da Perpoli
Inizio sentiero per Palleroso
Sentiero per Palleroso
Palleroso
Novicchia
Castelnuovo di Garfagnana
Sentiero dell'Ariosto
Fortezza di Monte Alfonso
Fortezza di Monte Alfonso
Tenuta "La Fortezza"
Guado
Mario e il guado
Nei pressi del Poggio
San Biagio - Poggio
Ponte della Villetta
Nei pressi di Sillicagnana
Nei pressi di Pontecosi

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

venerdì 27 febbraio 2015

Sci Alpinismo a picco sul mare - Alpi Apuane

Non ci sono altri posti al Mondo dove è possibile praticare Sci alpinismo a picco sul mare…. solo sulle Alpi Apuane!!

Un bel video realizzato dalla Guida Alpina Giampaolo Betta.

"Il Sagro è la montagna delle Apuane più vicina al mare. Sciare sul suo versante Ovest con il sole del pomeriggio è un'esperienza difficilmente ripetibile altrove."



Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

giovedì 26 febbraio 2015

"E' tempo di potatura" - corso gratuito a Camporgiano


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Petizione per la tutela delle Apuane - CAI Toscana

Pubblico il testo della Commissione TAM regionale che si oppone al Piano Paesaggistico della Regione Toscana, in fase finale di approvazione.

Passo della Focolaccia

Gentilissimi e gentilissime socie,
il Piano Paesaggistico della Toscana, adottato dal Consiglio Regionale lo scorso luglio e ora in fase finale di approvazione, rischia, a seguito di un maxiemendamento presentato nei giorni scorsi, di veder vanificate le misure di tutela per le Alpi Apuane che erano state introdotte, grazie anche alle osservazioni presentate dalle associazioni di tutela ambientale, tra le quali il CAI Toscana.
Come Presidente della Commissione Regionale TAM - Tutela Ambiente Montano del Cai Toscana vi chiedo quindi una mobilitazione e una forte partecipazione per far sentire la contrarietà del nostro sodalizio a queste recenti modifiche che vanno nella sola direzione di mantenere e favorire l'escavazione all'interno di un territorio che sappiamo dovrebbe essere maggiormente tutelato, per la presenza peraltro di un Parco Regionale.
Il Cai non si è mai schierato in posizioni "estremiste" di chiusura totale dell'attività estrattiva, ma, obiettivamente, ci sono situazioni e realtà che non si possono ad oggi tollerare ulteriormente se si hanno a cuore il futuro delle Alpi Apuane, la biodiversità, gli habitat naturali, le sorgenti d'acqua, le cime e le vette delle nostre montagne.
Vi chiedo pertanto di voler firmare la petizione on line che trovate sotto, basta andare sul link e firmare, bastano 5 minuti. Domani (giovedì 26 febbraio 2015) saremo presenti a Firenze ad un conferenza stampa con tutte le altre associazioni, per protestare contro queste misure peggiorative che minano la sopravvivenza delle Alpi Apuane. Nei prossimi giorni si programmeranno azioni per sensibilizzare il voto in aula del Consiglio Regionale, previsto il prossimo 10 marzo. 
La Commissione vi terrà informati, confidando in una larga e massiccia partecipazione del sodalizio a questa importante partita che non possiamo permetterci di perdere!
Grazie per l'attenzione, un caro saluto a tutti/e

Riccarda Bezzi - Presidente CRTAM Toscana

Per firmare la petizione clicca qui.


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Agata Saisi

Stanotte alle 3:43 all'ospedale di Barga è nata Agata Saisi (Kg. 3,330). 
Tantissimi auguri alla mamma Annarosa e al babbo David.

Virginia e Agata
Lo zio Daniele

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

mercoledì 25 febbraio 2015

Razzo SIPE antigrandine

Una vecchia cartolina della Sipe



Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

A Vagli una statua dedicata a Schettino

Una statua intitolata "Il disonore", che rappresenta il comandante Francesco Schettino con le orecchie da coniglio e nell'atto di fuggire, è stata installata in alta Garfagnana, all'aperto, a pochi passi dal Lago di Vagli, su iniziativa del sindaco di Vagli (Lucca), Mario Puglia. Accanto c'è una statua del capitano Gregorio De Falco, che simboleggia "L'onore".

Già pochi giorni dopo la tragedia della Costa Concordia, il primo cittadino aveva annunciato che avrebbe fatto porre nel suo comune due statue a ricordo di quanto accaduto.

Video di Gianluca Moggi/New Pressphoto



ma…!?

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

A Gallicano il primo consiglio dei ragazzi


Lunedi 23 febbraio a Gallicano si è tenuto il primo consiglio comunale dove hanno partecipato venti bimbi dell’Istituto comprensivo di Gallicano, scuola primaria e scuola secondaria di I° grado. 
Il progetto, fortemente voluto dall'amministrazione delinea il disegno della partecipazione attiva della comunità alla cosa pubblica, che fin dalla più tenera età deve essere spronata e compresa. 
I venti bimbi, regolarmente eletti dai compagni nella votazione che si è tenuta nel plesso scolastico di Gallicano, si sono presentati puntuali all'appuntamento e si sono dimostrati all'altezza del ruolo, ognuno di loro ha ricevuto una cartellina con una lettera di benvenuto e il regolamento del consiglio. 
Hanno espresso le loro richieste con cognizione di causa, ascoltando con attenzione le risposte del sindaco David Saisi, dell'assessore alla cultura Serena Da Prato e della consigliera delegata alla scuola Silvia Simonini. Le loro richieste riguardavano esclusivamente la scuola, il giardino, qualche problema per l'aula di informatica, i bagni da ritinteggiare e i banchi che sono un po' rovinati dalle scritte di qualche alunno. Il sindaco li ha incalzati a fare proposte oltre la scuola, a pensare a spazi condivisi dai bambini stessi, a richiedere qualche attività che li interessi – continua il comunicato - certo è che non si sono fatti pregare, hanno prontamente risposto con un cineforum adatto a loro il sabato sera alla sala Guazzelli e parlando di partecipazione attiva hanno lanciato l'idea di pulire piccoli spazi, potremmo dire piccoli Sabatini crescono. 
Il consiglio è durato poco più di un'ora, si è svolto molto correttamente ed è stato interessante constatare come si possa con un po' di buona volontà far sentir partecipi tutti alla vita della collettività. 
Visibilmente soddisfatti i numerosi amministratori presenti che si ritrovano unanimi nella dichiarazione dell'assessore alla cultura Da Prato:”Il punto di vista dei giovani per noi è importante, è prioritario nel nostro “fare politico”, perchè in futuro saranno loro i gallicanesi del domani ad essere chiamati a guidare la nostra collettività con consapevolezza, partecipazione e senso civico. 
Sarà un'esperienza che accrescerà tutti, loro e noi, camminando insieme in una condivisione d'intenti che porterà ricchezza e nuova democrazia al nostro paese”.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Piano paesaggistico - articolo Il Tirreno del 25-02-15


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

martedì 24 febbraio 2015

Piano Paesaggistico: il Sindaco di Gallicano scrive al Presidente della Toscana Rossi

Il Sindaco di Gallicano ha scritto questa lettera al Presidente della Regione Toscana Enrico Rossi.

Sono orgoglioso di mio fratello, unico Sindaco della Garfagnana a prendere una posizione a favore delle Alpi Apuane.
Presidente Enrico Rossi,

le scrivo in qualità di Sindaco del Comune di Gallicano, il mio è un comune del Parco delle Alpi Apuane, che come tutti i comuni montani, ha uno sviluppo economico modesto, non ha cave ma subisce tutti i giorni i forti disagi della montagna, non ultimo, come ricorderà, il disastro delle alluvioni.

Ogni giorno ci troviamo a dover affrontare le criticità di questo territorio che, come in tutti i comuni delle Apuane, è bellissimo e ricco di risorse, ma vede nella montagna regnare incontrastato l'abbandono e nel fondovalle le poche fabbriche stentano a causa della crisi. Noi come Amministrazione stiamo lavorando duramente per poter rilanciare il nostro territorio cercando e tentando nuove strade per poter creare occupazione e dare sviluppo alla nostra gente. L'unica soluzione possibile che vediamo è l'utilizzazione, valorizzazione e potenziamento delle numerose risorse endemiche, ambientali, paesaggistiche, storiche, antropologiche che possono costituire la base per uno sviluppo non solo dell'industria ma soprattutto dell’agricoltura, della silvicoltura, del turismo nelle sue diverse forme; uno sviluppo sostenibile a livello ambientale ed economico, ma soprattutto duraturo.

Gallicano è la porta della Garfagnana e del Parco delle Alpi Apuane, oggi Geoparco della rete mondiale dell’UNESCO e già in questo si legge la forza e la ricchezza di questa terra. Ma è indubbio che questo patrimonio non venga utilizzato, valorizzato, sviluppato al meglio, anche per le scelte che privilegiano interessi economici ritenuti erroneamente più importanti, come anche la cronaca di questi giorni evidenzia. Come capirà, è di vitale importanza per noi, il Piano Paesaggistico che rappresenta, non un insieme di vincoli, ma un punto concreto su cui rifondare, in sintonia con gli altri Comuni e con la Regione Toscana, nuove economie durevoli e compatibili con uno sviluppo sostenibile. Presidente Rossi, la Garfagnana e le Apuane sono terre più complesse di quelle che con una discutibile decisione si sono caratterizzate solo con il marmo, come appare con la scelta fatta per EXPO 2015.

Queste terre, i loro giovani, le comunità attendono un altro tipo di sviluppo come quello che la Legge Regionale sulla Banca della Terra, da lei voluta, ne ha colto il potenziale: uno sviluppo che dia aiuto alle nuove aziende giovanili e femminili, dia un supporto più semplice all'agricoltura, dia incentivi al piccolo commercio, allo sviluppo delle reti telematiche e all'insediamento produttivo sostenibile. Il tutto con la possibilità di semplificare, ad esempio, anche grazie al Piano paesaggistico pianificato con il Ministero, i vincoli per la ristrutturazione produttiva compatibile nei borghi, oggi ingessati da regole assurde.
Noi abbiamo bisogno della tutela ambientale perché è la nostra risorsa, abbiamo bisogno di un Parco Regionale che funzioni, che ci aiuti concretamente a rilanciare la nostra terra, dove sta rinascendo fra i giovani e nella popolazione, il senso di appartenenza, la consapevolezza del territorio.
Il Piano paesaggistico dà dignità anche alle nostre terre, le inserisce nella rete delle terre toscane facendone luoghi ove si può godere di quel Buon Vivere Toscano che è, questo sì, il giusto simbolo da portare, come sta facendo la Regione da lei governata, ad Expo 2015. Il Piano paesaggistico era già arrivato a un compromesso fra gli interessi legittimi in campo, fra la tutela ambientale e il lavoro e quindi non capiamo le motivazioni di questo maxiemendamento che cancella il lavoro fatto e riaccende i contrasti fra le parti. La Valle delle Alpi Apuane è complessa e piena di sfaccettature, si deve raccogliere la voce appassionata e preoccupata di tutti i Sindaci, sia quelli che hanno le cave che quelli che non le hanno.
Ci auguriamo che voglia mantenere il Piano paesaggistico nella sua forma attuale e aprire una stagione di discussione e collaborazione più ampia e più aperta fra i Sindaci delle Apuane.

Questa la lettera inviata.




Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Il miele di Garfagnana diventa marchio registrato – riconoscimento del Ministero


Riconoscimento per il miele della Garfagnana che il Ministero dello Sviluppo economico ha annoverato fra i marchi registrati. Tale marchio è regolato da un disciplinare dove si specifica che il miele è prodotto esclusivamente nei Comuni della Garfagnana dai 52 apicoltori soci di Apigarfagnana.
Le varietà di miele prodotte sono quelle di acacia, castagno e millefiori. Gli apicoltori della Garfagnana hanno poi sempre avuto il sostegno e l’incoraggiamento delle amministrazioni locali e ora dell’Unione dei Comuni.
La sede dell’Associazione è presso l’ex Convento Sant’Anna a Pieve Fosciana. Fax: 0583 641363; e-mail apigarfagnana@virgilio.it. Presidente è Elio Bechelli (329 0918115), vice presidente Roberto Franchi (338 4139826).
Apigarfagnana è nata nel 2001 con lo scopo di salvaguardare l’apicoltura in Garfagnana, una valle molto adatta all’allevamento ed alla valorizzazione della razza di api locali (apis mellifera ligusta). L’associazione non si occupo di commercializzare il miele dei soci, ma di promuovere l’immagine e dare assistenza tecnica a tutti gli apicoltori per produrre miele, polline, propoli e pappa reale nel rispetto di api, ambiente e consumatori.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Trassilico in bianco e nero


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

lunedì 23 febbraio 2015

Matteo Franchi porta in zona salvezza il Gallicano

Il Gallicano esce finalmente dalla "zona play-out" vincendo 3 a 0 contro la Virtus Camporgiano.  


Artefice di questa "rimonta" è stato sicuramente il bomber Matteo Franchi che con una doppietta contro il River Pieve ed una tripletta ieri a Casatico ha permesso ai bianconeri di conquistare 6 punti nelle ultime 2 gare.

Domenica prossima il Gallicano ospiterà il Filettole Calcio.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Salviamo il Piano Paesaggistico della Toscana - firma la petizione


Il Piano Paesaggistico della Regione Toscana era arrivato ad un punto di compromesso tra gli industriali del marmo, i cittadini, le associazioni ambientaliste e tutti gli attori coinvolti. 
Ad oggi il PD ha presentato un maxyemendamento che di fatto stravolge completamente il Piano Paesaggistico. Un colpo di spugna che toglie tutte le tutele per il paesaggio dalle Alpi Apuane, devastate dall'escavazione del marmo, fino alle spiagge. 
Un colpo basso della politica, una prepotenza che ci impone di schierarci per la salvezza di questa importante legge per il governo del territorio e la salvaguardia di una regione unica come la Toscana. 
Ci appelliamo al Consiglio regionale, alla giunta e al Presidente Rossi che facciano un dietro front e si approvi il piano così come era prima del maxiemendamento, 

Salviamo dalla distruzione le Alpi Apuane! 

Petizione promossa da Comitati e Associazioni ambientaliste

Clicca qui e firma la petizione!!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

domenica 22 febbraio 2015

La "Via delle Capre" da Chieva di Sopra a Panicaglia

Oggi sono andato a ripercorrere la vecchia "Via delle Capre" che da Chieva di Sopra scende a Panicaglia. Avevo sentito dire che il sentiero era messo male e invece è quasi completamente percorribile sulle 2 ruote. 


Il giro è circa 14 chilometri per un dislivello di circa 320 metri e presenta una discesa impegnativa al chilometro 9,5. Fare attenzione!








Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

"Sentiero del Brillo" - sistemato anche l'ultimo tratto

L'amministrazione comunale ha sistemato anche l'ultimo tratto del "sentiero del brillo", quello che sbocca sulla strada di Campilato. Veramente un ottimo lavoro. 


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !