sabato 30 agosto 2014

A Gallicano la "Mostra Storica Itinerante della Lega Italiana Sbandieratori"

Tra meno di 7 giorni a Gallicano ci saranno i Campionati Italiani di Sbandieratori!!!


In occasione di questo grande evento la LIS con informa che alla XXXIII Parata Nazionale della Bandiera di Gallicano (LU), verrà inaugurata la Mostra Storica Itinerante della Lega Italiana Sbandieratori che sarà visitabile durante i giorni dell'evento e nelle settimane successive presso la Sala Guazzelli nel Comune di Gallicano.
La Mostra, divisa in più sezioni, intende ricordare attraverso pannelli espositivi la storia della Lega e le origini storiche del maneggio della bandiera e dell'utilizzo dei tamburi e chiarine. 
Ad arricchire l'esposizione, tutti i drappi degli Sbandieratori e Musici appartenenti alla LIS e una video proiezione delle immagini più rappresentative dei gruppi storici nelle loro attività artistiche e sportive.
La Mostra Storica Itinerante è stata sviluppata dalla Commissione Storica della Lega Italiana Sbandieratori, con l'intento di valorizzare il grande patrimonio storico e culturale, nonchè sociale della nostra Lega.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

venerdì 29 agosto 2014

Foto storica della Rocca di Gallicano

Una foto storica della Rocca di Gallicano.


Nel retro di questa foto si legge: "… la rocca di Gallicano nominata il Pettorale, con armi e munizioni da guerra, nella quale vi pernotta di continuo il Castellano con un soldato."

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

TARI 2014 Comune di Gallicano - programma per il calcolo ed il confronto con il 2013

Mercoledì 27 agosto il Consiglio Comunale ha approvato le tariffe della tassa dei rifiuti (TARI) per l'anno 2014.

Ho preparato questi 2 semplici simulatori che vi permetteranno di calcolare la TARI 2014 e di confrontarla con la TARES 2013.

1. Simulatore calcolo TARI 2014 e confronto con TARES 2013 - UTENZE DOMESTICHE - Comune di Gallicano. Clicca qui.


Inserire il numero degli occupanti ed i metri quadrati dell'abitazione.

La riduzione rispetto al 2013 è dovuta al fatto che quest'anno il contribuente non dovrà più pagare  per i servizi indivisibili € 0,30 al metro quadrato. A tal proposito, è stata istituita con la legge di stabilità 2013 una nuova tassa a copertura dei servizi indivisibili che si chiama TASI (a Gallicano l'aliquota è l'1 per mille della base imponibile IMU- ne parlerò in un altro post).

2. Simulatore calcolo TARI 2014 e confronto con TARES 2013 - UTENZE NON DOMESTICHE - Comune di Gallicano. Clicca qui.



Selezionare la categoria di appartenenza ed indicare i metri quadrati.

P.S. La tassa sui rifiuti si chiamava TARSU nel 2012, TARES nel 2013 e TARI nel 2014.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Foto di Gallicano in Garfagnana

Foto scattata dalla Rocca di Gallicano il 29-08-14

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

29 agosto 1944 - 29 agosto 2014: 70° anniversario dell'eccidio del "Gruppo Valanga"


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

giovedì 28 agosto 2014

Itinerari MTB Garfagnana: il giro di Fiattone

Un giro breve, circa 20 chilometri e 500 metri di dislivello, molto bello sia dal punto di vista sportivo che da quello naturalistico/paesaggistico.


Partenza da Gallicano direzione Fiattone passando dalla “strada vecchia” de La Barca. A Fiattone svoltiamo a destra verso Selvano e proseguiamo la carrareccia, 1,2 chilometri con pendenza media del 15%, fino ad arrivare a Perpoli. 

Panorama dalla strada di Fiattone
Fiattone
Strada per Perpoli
Panni stesi nei pressi di Perpoli
Panorama da Perpoli
Dopo aver fatto il “giro” del paese, prendiamo la strada principale e dopo 600 metri imbocchiamo il sentiero CAI che troviamo sulla nostra destra che ci porta, in circa 500 metri, a Palleroso.

Imbocco sentiero per Palleroso
Sentiero per Palleroso
Panorama di Palleroso
Alla Chiesa di San Rocco svoltiamo a destra dove inizia il sentiero che ci conduce, in circa due chilometri, a poche centinaia di metri da Fiattone.

Chiesa di San Rocco di Palleroso

Poco prima di spuntare sulla strada asfaltata, sulla destra troviamo un importante albero monumentale: il Marrone di Fiattone.

Il Marrone di Fiattone
Il cartello, posto dall’Unione dei Comuni della Garfagnana per la tutela e la valorizzazione degli alberi monumentali in bosco, riporta:
L’albero che potete ammirare è un castagno (Castanea sativa Mill.) di varietà Marrone della Garfagnana clone n. 10. Un tempo faceva parte di un più ampio castagneto a prevalente produzione frutticola, ma che oggi è stato convertito in bosco ceduo. La sua circonferenza non è molto ampia e misura appena due metri per un’altezza di circa 15 metri. Non è molto longevo con i suoi 100 anni di età!

E’ uno degli esemplari di marrone della Garfagnana più antichi! Come è noto la Garfagnana è stata storicamente coltivata con varietà di castagne da farina in modo da poter sfamare le persone tutto l’anno, mentre non fu mai posta molta attenzione alla produzione di castagne di grossa pezzatura per il consumo fresco. Soltanto alla fine dell’800 ed inizi del ‘900 furono eseguite delle prove con cultivar di marrone tipo “fiorentino”, di diversa provenienza.

Nel comune di Gallicano furono innestati alcuni marroni a Fiattone ed a Perpoli, anche nel vicino comune di Molazzana furono innestati dei marroni ed una particolare cultivar denominata il Selvatico di Piaga, oggi quasi scomparso.

Dei marroni portati in Garfagnana l’albero dinnanzi a voi è il più produttivo, cioè più costante nella produzione di marroni e di migliore pezzatura tanto che è stato selezionato anche dall’Associazione Castanicoltori della Garfagnana, studiato e catalogato e le sue marze sono oggi reperibili presso il vivaio forestale di Camporgiano gestito dalla U.C. Garfagnana. I suoi frutti hanno assunto un carattere ben definibile e peculiare tanto che è oggi possibile catalogarlo sia come “ecotipo” che come “cultivar” di marrone specifica.
A proposito di alberi monumentali: Ivo Poli ha scritto un libro, pubblicato nella Collana della "Banca dell'Identità e della Memoria", intitolato "Alberi monumentali della Garfagnana: storia e mitologia" - Maria Pacini Fazzi editore in Lucca.

Per vedere altre foto clicca qui.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Quattro acquisti per il Gallicano che punta alla salvezza

Quattro acquisti per il Gallicano che punta alla salvezza: un difensore, un centrocampista, un giovane esterno ed un attaccante. 


I programmi del presidente Mauro Guazzelli e del confermato allenatore Roberto Bacci sono stati quelli di non smantellare il gruppo che nella passata stagione aveva vinto i playoff di Terza categoria. 
In difesa è arrivato Stefano Michetti: ex Atletico Gragnano. Sarà uno dei centrali a disposizione insieme a Salotti, Nardini e Donatelli. Il centrocampista, che si aggiunge a Chiocchetti e capitan Benedetti, è Luca Bacci, reduce da una stagione in prima categoria con la maglia del Coreglia. 
In chiave esterni e quote, in arrivo Simone Pollacchi, 1993 proveniente dal Fornaci. In attacco ingaggiato dal Ponte a Moriano Edoardo Pagnini (93). Pagnini sarà utile nel gioco aereo e spalle alla porta, dove fa valere spalle larghe e doti fisiche. Pagnini spera di emulare il padre Moreno, che dalla lucchesia salì a Gallicano (anni Ottanta) per aprire un ciclo indimenticabile per il club garfagnino e mettere in mostra doti atletiche e tecniche. 
Per completare la rosa, al tecnico Roberto Bacci manca un portiere: partito Mirko Bertoncini, si cerca un estremo difensore per affrontare la seconda categoria.

Fonte: Il Tirreno

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

mercoledì 27 agosto 2014

Domenica 7 settembre torna il "garfaenduro"

Domenica 7 settembre ritorna il Garfaenduro: 3 prove speciali a tempo, tutto in forma goliardica, dove verranno premiati i primi tre cat. enduro ed i primi tre cat. front.
Il ritrovo è previsto alle ore 8.30 presso "incoop" di Pieve Fosciana.

Per maggiori informazioni segui l'evento su Facebook.

Questo il video del "garfaenduro 2013"

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Iva al 10% per risistemazione finestre, sostituzione serrande e installazione zanzariere

L’intervento di risistemazione (e non sostituzione) delle finestre è intervento di manutenzione ordinaria che, se effettuato su edificio residenziale, è soggetto all’applicazione dell’Iva al 10% (articolo 2, comma 11, legge 191/2009, circolare 71/E del 2000) sempre se il fornitore dei materiali fornisce anche la manodopera (appalto o fornitura con posa in opera).
Se, invece, i materiali sono acquistati separatamente sono soggetti all’Iva con aliquota del 22%, mentre la manodopera è soggetta all’Iva al 10%.
Alle stesse conclusioni si giunge per la sostituzione delle serrande e l’installazione delle zanzariere, interventi di manutenzione straordinaria (articolo 3 Dpr 380/2001) e, come tali, soggetti all’Iva al 10% sempre se interventi eseguiti su edifici residenziali e sempre se il fornitore dei materiali fornisce anche la manodopera (appalto o fornitura con posa in opera).
Viceversa, l’acquisto delle zanzariere e delle serrande è soggetto all’Iva del 22%, mentre la manodopera è soggetta all’Iva al 10%. Nel caso di specie, non siamo in presenza di beni significativi (quali, ad esempio, infissi, sanitari e termosifoni, Dm 29 dicembre 1999), in presenza dei quali l’aliquota agevolata al 10% (di cui all’articolo 2, comma 11, legge 191/2009) può essere fruita solo sino a concorrenza del valore della manodopera e degli altri materiali impiegati nell’esecuzione dei lavori (intendendo per tale il corrispettivo richiesto per l’installazione, comprensivo anche delle materie prime impiegate – circolare 71/E/2000), mentre l’eventuale parte eccedente deve essere assoggettata all’aliquota ordinaria del 22%.

Fonte: L’esperto risponde – Il Sole 24 Ore

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

martedì 26 agosto 2014

Itinerari MTB in Garfagnana: il giro di Corfino da Gallicano

Un bellissimo giro di circa 50 chilometri nel cuore della Garfagnana con un dislivello complessivo di circa 1.000 metri.


Partenza da Gallicano direzione Castelnuovo di Garfagnana percorrendo la fondovalle. Da Castelnuovo proseguiamo per Pontecosi e all'altezza del campo sportivo, svoltiamo a sinistra inoltrandoci sul bellissimo percorso fluviale che seguiamo fino a Sillicagnana (passando anche d Sambuca).

Cavalcavia Pontardeto
Pontecosi
Nei pressi di Sambuca
Entriamo dentro il paese, superiamo il campo sportivo e saliamo per circa 4,5 chilometri arrivando nei pressi di Corfino ad un'altezza di 829 metri.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Palio di San Jacopo 1987 - video

Un altro video caricato da Massimiliano Bacci: Palio di San Jacopo 1987


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

lunedì 25 agosto 2014

2° Festa in Piazzetta del Borgo Antico - 29 agosto 2014


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Fabbriche di Careggine - video del 1947

È il lago artificiale più grande e probabilmente più suggestivo del centro Italia. Sotto 70 metri d’acqua nasconde un piccolo paesino medievale, quello di Fabbriche di Careggine: la sua storia si è interrotta nel 1953, anno in cui gli abitanti furono costretti a lasciare le loro case e a trasferirsi in una zona limitrofa per fare spazio appunto al Lago di Vagli. 
Nel 1947 infatti, il torrente Edron andò a confluire nella diga (gestita prima da SELT Valdarno ora dall’Enel) sommergendo non solo il piccolo centro abitato di Fabbriche di Careggine ma anche altri piccoli borghi della Garfagnana (Piari e Piantano). 
Il lago di Vagli rappresenta il bacino idroelettrico più grande della Toscana le cui acque, oltre produrre circa 100 milioni di chilowattora da fonte rinnovabile attraverso la centrale Enel di Torrite, contribuiscono ai fabbisogni irrigui e idropotabili della valle del Serchio.


Il lago dovrebbe essere svuotato di norma ogni dieci, dodici anni ovvero quando raggiunge all’incirca la capienza massima di 40 milioni di metri cubi d’acqua. Dal ponte tibetano, nei periodi di svuotamento del lago, è possibile ammirare quello che resta del paesino sommerso che all’epoca era composto da 31 abitazioni e la chiesa romanica di San Teodoro. 
Due gli svuotamenti ufficiali: il primo è datato 1983, ma passò quasi innoservato, almeno turisticamente parlando; il secondo, nel 1994, è quello del boom, con quel milione di turisti da tutto il mondo che, complice un'attenzione sviscerata da parte dei media, per sei mesi invase senza sosta ed inaspettatamente (all'inizio gli ingorghi domenicali furono clamorosi) questa splendida valle. 
Nel 1994 si era parlato anche di una barriera plastificata che doveva circondare il paese, al cui interno l'acqua sarebbe stata mantenuta sempre limpida attraverso l'uso di particolari depuratori. Si sarebbero dovute posizionare delle luci che avrebbero dovuto illuminare il paese che così sarebbe rimasto visibile a tutti non più una volta ogni dieci anni ma sempre, anche se per visitarlo si sarebbe dovuto attendere lo svuotamento. Purtroppo però i progetti sono rimasti sulla carta.
Dopo il 1994 il lago non è stato più svuotato e sono in tanti ad attendere quel momento. Nel 1997 ci fu un abbassamento dell'acqua consistente e riemersero i resti degli antichi abitati di Piari e Piantano, completamente rasi al suolo dopo la costruzione della diga, e il ponte in pietra che permetteva prima della creazione del bacino, l'attraversamento del torrente Edron. 

Foto del 1994
Purtroppo il borgo di Fabbriche di Careggine, situato proprio nella parte più bassa del fondo del lago dove si era accumulata tutta l'acqua rimasta, non venne fuori.Non mancano comunque i curiosi e in particolare i turisti che aspettano l'ulteriore eventuale abbassamento del livello dell'acqua del lago per vedere ricomparire le case dell'antico borgo di Fabbriche di Careggine. 
Inizialmente si era parlato di uno svuotamento previsto tra il 2010 e il 2012 ma ancora non c’è stato. Fabbriche di Careggine continua a dormire sotto settanta metri d'acqua.

Fonte: Il Tirreno

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

domenica 24 agosto 2014

Gallicano taglia la retta del proprio asilo nido

Tariffe praticamente dimezzate, scelta tra orario pieno o part time, e soprattutto un regolamento per incrementare nuove iscrizioni. Per il nido d'infanzia “Cipì” di Gallicano, di proprietà comunale ma gestito dalla società cooperativa “Dado Magico”, l'amministrazione comunale ha deciso di cambiare marcia, imprimendo delle decisioni che faranno piacere a molti potenziali interessati e che conferma la voglia del sindaco David Saisi di dare un taglio netto col passato.
Nei giorni scorsi, infatti, il gruppo di maggioranza di Gallicano C'è, ha manifestato chiaramente l'intenzione di abbassare sensibilmente il costo della retta a carico delle famiglie non residenti. Dalle attuali 700 euro mensili per orario pieno, si passerà già dalle prossime settimane ad un costo pro capite di 400 euro per chi sceglie di portare il figlio per tutta la giornata (dalle 7,30 alle 18), e di 280 per chi intende frequentare la mattina o il pomeriggio. I residenti, invece, continueranno a pagare le attuali trecento. A ciò, naturalmente, come anche per i gallicanesi, bisogna aggiungere il buono pasto.
Dunque, per “ripopolare” una struttura che è stata tra le prime di questo tipo ad aprire in Valle del Serchio (il taglio del nastro avvenne nel gennaio del 2005) si è scelto di andare incontro alle famiglie, in un momento di congiuntura davvero difficile per tutti. 
Dopo un inizio incoraggiante, nei primi anni di attività, l'aumento delle rette differenziate tra residenti e non, ha di fatto portato ai minimi storici l'attività del nido gestito dall'azienda presieduta dalla dottoressa Valentina Baldaccini. Al punto che, fino a prima della chiusura estiva, risultavano iscritti solo dodici bambini sui 33 potenzialmente accoglibili.
Un potenziale sottoutilizzato, che spostava molte famiglie verso altre strutture della zona, consentendo risparmi considerevoli. 
La consigliera comunale Silvia Simonini, delegata alle problematiche dell'infanzia, commenta così la decisione: «Era da un po’ che ne parlavamo all'interno del gruppo - afferma -. Abbiamo preso questa decisione perché a nostro avviso non ha senso tenere il nido con meno bimbi di quelli che potrebbero starci. Considerato che quelli di Gallicano sarebbero già tutti inclusi, occorre far venire altri bimbi, incentivando le famiglie". Conti alla mano, per una famiglia "non indigena», il costo massimo, considerati anche i pasti, arriva a toccare quota 460 euro, ossia trecento in meno rispetto ad ora.
In tal modo, anche i costi di gestione a carico del comune potrebbero calare sensibilmente: stando all'ultimo bilancio consuntivo, la spesa per il funzionamento è stata di 183mila euro, e il costo a carico del Comune di 138 mila. Un asilo nido pieno, poi, a regime consentirà un aumento dei posti di lavoro: «Naturalmente la precedenza andrà ai bimbi residenti a Gallicano - continua Simonini -, poi agli altri. Ma sarà garantita per tutti la continuità didattica».
Ora dunque si aspetta solo di effettuare tutti i passaggi burocratici, poi via libera al nuovo corso.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

sabato 23 agosto 2014

Garfagnana in MTB: Monteperpoli, Rontano, Sassi.

Il percorso che vi descrivo oggi è molto bello e può essere percorso tutto l'anno in quanto si sviluppa a basse quote, basti pensare che il punto più alto è rappresentato dal paese di Sassi con 700 metri.
L'itinerario è abbastanza impegnativo: 45 chilometri, 1300 metri di ascesa complessiva, 3 gran premi della montagna (Monteperpoli, Rontano e Sassi), più di 1/3 del percorso è su sentieri e strade sterrate ed il tempo di percorrenza è di circa 4 ore.
Qui potete vedere e scaricare la traccia GPS:


Nella figura sotto è riportata invece l'altimetria.

0,0 Partenza da Gallicano
3,0 La Barca - svoltare a sinistra verso Querceto - inizio strada sterrata

Nei pressi di Querceto
3,8 Loc. Olmo - fine strada sterrata

Panorama di Perpoli da Loc. Olmo
4,9 Campo - svoltare a sinistra per la strada di Monteperpoli
5,3 Svoltare a destra per Monteperpoli
6,7 Monteperpoli - 1° GPM m. 477 slm - proseguire verso Castelnuovo di Garfagnana
7,4 Svoltare a sinistra direzione Monterotondo
7,9 Girare a destra per la strada sterrata

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Monitor Noi Tv sul Palio di San Jacopo del 1994

Massimiliano Bacci ha caricato su You Tube questo speciale Tg Noi Monitor del 1994 dedicato al Palio di San Jacopo. Negli studi il Presidente della Pro Loco di Gallicano Walter Vanni, Umberto Mucci (Borgo Antico), Luigi Benedetti (Borgo Antico) e Cinzia Bacci (Bufali) e  e Manuela Adami (Pro Loco).

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

giovedì 21 agosto 2014

Tiro alla Fune sul Monticello 2014 - Finale maschile

Ecco il video della finale del torneo maschile del "Tiro alla Fune sul Monticello 2014" tra Piezza e Flamingo. Buona visione!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Tirocini “GIOVANI SI’” presso Azienda USL 2 - Scadenza domande: 29/08/2014

Se hai dai 18 ai 29 anni puoi usufruire dell’opportunità dei tirocini non curriculari cofinanaziati dalla Regione Toscana. L’Azienda USL 2 Lucca è disponibile ad attivare 24 tirocini formativi extracurriculari per dare ai giovani interessati la possibilità di fare un’esperienza formativa all’interno delle strutture aziendali, al fine di agevolare la conoscenza diretta del mondo del lavoro.
I tirocini sono rivolti a giovani inoccupati, disoccupati o in mobilità, residenti o domiciliati in Toscana e possedere i titoli richiesti dal tirocinio extracurriculare al quale si vuole partecipare (vedi elenco dei Progetti” sul fondo di questa pagina).
Il tirocinio potrà essere effettuato presso le strutture aziendali collocate nel territorio di competenza dell’Azienda USL 2 (Zona Piana di Lucca e Zona Valle del Serchio), così come indicato nei singoli progetti.
Scadenza domanda: i giovani interessati possono presentare domanda di ammissione, utilizzando il modulo predisposto (all’interno dell’avviso pubblico sul fondo di questa pagina), entro e non oltre VENERDI’ 29/08/2014. 
Ciascun candidato può presentare domanda per un solo progetto di tirocinio.
Per ulteriori informazioni vedi l’Avviso Pubblico e i Progetti di tirocinio extracurriculari collegandosi a questo link.
Per chiarimenti contattare il Settore Assunzioni telefono 0583-970778 concorsi@usl2.toscana.it 

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !