mercoledì 17 settembre 2014

Potenzialità di sviluppo agricolo-turistico in Garfagnana - Gallicano 26 settembre


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Burrelli spiega i motivi delle sue dimissioni su Facebook

Sul gruppo Facebook Gallicano News, il dott. Italo Burrelli spiega i motivi delle sue dimissioni da consigliere comunale.

Il giorno 4 settembre 2014 mi sono dimesso dalla carica di consigliere del Comune di Gallicano. 
Le mie dimissioni erano già state annunciate e condivise con la lista civica che mi ha sostenuto nelle recenti elezioni, all' indomani della sconfitta, e nuovamente comunicate al capogruppo consiliare dott.sa Maria Stella Adami nell' imminenza delle dimissioni stesse. 
Sono personalmente andato a prendere commiato dal Sindaco Dott. David Saisi e, nella stessa sede, gli ho fatto i miei più sinceri auguri per una proficua continuazione del mandato. 
Mi sembra di poter affermare, pertanto, che tutto è avvenuto alla luce del sole e senza sotterfugi. 
Sono quasi tutti i giorni a Gallicano per motivi non solo lavorativi e sono quindi a disposizione di chiunque voglia chiedermi delle spiegazioni. 
Devo dire che a oggi ben poca gente mi ha chiesto perché mi fossi dimesso. 
Questa domanda ha risonanza solo sul web ma oggi anche le curiosità della rete devono essere soddisfatte. 
Ho scelto, durante la campagna elettorale, di non avvalermi della rete preferendo il contatto diretto con la gente, ma è venuto forse il momento che anch’io la usi, per cercare di chiarire e per evitare questa polemica, questa inutile coda di campagna elettorale. 
Prima di passare alle motivazioni che hanno portato alle mie dimissioni voglio ringraziare gli elettori che mi hanno votato e la lista che mi ha sostenuto. 
E’ stata per me una bella esperienza, molto faticosa, ma stimolante. 
Nonostante la sconfitta mi sento umanamente arricchito. Sono entrato nelle case delle gente, in contatto con loro problemi. («Io ne ho viste cose che voi umani non potreste immaginarvi:.navi da combattimento in fiamme al largo dei bastioni di Orione, e ho visto i raggi B balenare nel buio vicino alle porte di Tannhäuser. E tutti quei momenti andranno perduti nel tempo, come lacrime nella pioggia. È tempo di morire.» Blade Runner) 
Ho fatto poche promesse perché sapevo che sarebbe stato difficile mantenerle ma ho promesso a tutti che ci avrei provato e che ci sarei stato anche a costo di sacrificare il lavoro e la mia famiglia. 
Mi è piaciuto costruire il programma elettorale insieme a tutti quelli che, a vario titolo, hanno fatto parte della lista civica che mi sosteneva. Ho avuto modo di conoscere bene tutte le persone delle lista. 
Mi è sembrata una buona amalgama di cui mi sono sentito, uomo senza qualità politiche specifiche, il collante. 
Non ho vissuto la politica come un fatto personale, ma come l’espressione di una collettività. 
Non avevo e non ho ambizioni personali. 
Le elezioni però ci sono state, c’è chi ha vinto e chi ha perso. Io ho perso, prendendo meno voti del PD che sosteneva la lista (sto confrontando chiaramente i voti delle elezioni comunali con quelle delle europee). 
Al di là di tutte le considerazioni che si possono fare rimane il fatto che io non sono stato la scelta giusta e quindi è giusto che mi dimetta. 
Sono probabilmente stato scelto come candidato senza troppa convinzione almeno da una grossa fetta del partito. Sono state infatti indette delle primarie (caso unico nella vallata mi pare) tra due contendenti forse non del tutto credibili per l’elettorato di centro-sinistra, che comunque ne ha scelto uno. 
Ho girato in lungo ed in largo il comune e, tornando al risultato elettorale, la frazione dove ho preso più voti è stata Cardoso, laddove, forse, il dissenso in campagna elettorale era stato più intenso. 
Ma i voti sono stati persi in maniera significativa nel capoluogo e anche laddove contavo vecchie e consolidate amicizie. 
Questo vuol dire che dove la protesta si è espressa in modo chiaro, ho avuto modo di spiegarmi e sono stato capito. In altri posti hanno prevalso altre considerazioni, forse anche rancori con le precedenti amministrazioni di cui io sono stato visto come l’erede naturale. 
Ma io avevo la presunzione di creare una discontinuità pur nel rispetto delle esperienze precedenti di cui mi sarei avvalso . Riconosciamo poi il merito dei nostri avversari. 
La nostra sconfitta è la loro vittoria. Si sono saputi presentare bene, la gente ha creduto in loro. 
E poi c’era nell’aria vento di crisi, voglia di cambiamento, anche per il gusto di provare qualche cosa di diverso.
Del resto forse se non ci fosse stato questo vento io non sarei stato candidato sindaco. (“Ho sempre avuto un debole per le cause perse, quando sono proprio perse.” Via col Vento) 
Ma a parte questo c’è anche un problema di tempo. Ritengo il compito del consigliere di minoranza importante, quasi quanto quello del sindaco. 
Per fare il sindaco avrei preso congedo dall’ospedale. Questo non è possibile per fare il consigliere. 
La mia attività lavorativa sia come medico ospedaliero che come libero professionista, a cui si associa una certa attività scientifica che mi porta con periodicità fuori zona anche per corsi e convegni richiede impegno continuo, talora anche notturno o festivo. 
E’ per il rispetto della funzione di consigliere che mi sono dovuto dimettere, non avrei saputo quando occuparmene. Avrei rischiato di essere un pessimo consigliere e forse anche un medico meno disponibile. E’ nel rispetto di tutti che faccio questa scelta. 
Spero che questa mia lettera possa rasserenare un po’ gli animi e auspico una proficua collaborazione tra tutti, maggioranza e opposizione nella speranza di contribuire al bene comune in questo periodo di grande incertezza. 
Nel frattempo vi ricordo che: “Siamo come nani sulle spalle di giganti, così che possiamo vedere più cose di loro e più lontane, non certo per l'altezza del nostro corpo, ma perché siamo sollevati e portati in alto dalla statura dei giganti.” (citato in Riemen, prologo a Steiner 2006, p. 23; cfr. Giovanni di Salisbury, Metalogicon, III, 4) 
ITALO BURRELLI

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Aliquote TASI in tutti i Comuni lucchesi

Il Tirreno

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

lunedì 15 settembre 2014

In MTB al Lago Scaffaiolo con il MTB CAI Lucca

Sabato 13 Settembre 2014 ho partecipato al raduno 2014 dei gruppi MTB CAI della Toscana che si è svolto al lago Scaffaiolo. Una bella giornata che ha visto la presenza di circa 70 bikers.


Partenza da Vizzaneta, frazione del Comune di San Marcello Pistoiese ad 850 metri s.l.m., direzione Doganaccia. Dopo circa 400 metri la strada diventa sterrata per circa 11 chilometri per poi tornare asfaltata fino agli impianti di risalita della Doganaccia con una pendenza costante e mai impegnativa.


Dalla nota stazione sciistica proseguiamo la sterrata che in 3 chilometri ci porta al Passo di Croce Arcana a m. 1669 (importante punto di riferimento escursionistico fra chi risale dal versante Toscano, chi giunge da Fanano e chi percorre il sentiero 00 del CAI) e dopo altri 1,6 al Passo della Calanca a m. 1731.


Passo di Croce Arcana
Nei pressi del Passo della Calanca
Ancora 1 chilometro ed arriviamo al Lago Scaffaiolo a metri 1783 slm ed al Rifugio Duca degli Abruzzi dove ci rifocilliamo con una squisita polenta.



Lago Scaffaiolo
Sosta al Rifugio Duca degli Abruzzi
Da qui inizia una bella discesa (abbastanza tecnica all'inizio) che in circa 10 chilometri ci conduce al punto di partenza. 




Veramente un bel percorso!!

Il Lago Scaffaiolo è situato nel comune di Fanano in provincia di Modena, esso giace interamente all'interno del Parco Regionale dell'Alto Appennino Modenese, nell'alto Frignano nella Comunità Montana del Frignano. 
Il nome “Scaffaiolo” sembra derivi da scaffa, termine presumibilmente longobardo che sembra significhi avvallamento nel terreno. Questo lago è situato sotto la vetta del Monte Cupolino (1853m) ed a meno di un'ora di cammino dal Corno alle Scale (1945m). 
Su un suo fianco è edificato il più antico rifugio alpino dell'Appennino Tosco-Emiliano, il Rifugio Duca degli Abruzzi, inaugurato il 30 giugno 1878. 
Vicino, a nord ovest, è situato in un avvallamento, di origine glaciale, un piccolo ristagno di acqua, chiamato Lago d'Acqua Marcia. Dal Lago Scaffaiolo passa il Sentiero Italia che percorre tutta la dorsale appenninica fino alle Alpi, qui coincidente con il Sentiero Europeo E1.

Per vedere altre foto clicca qui.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

TASI: come si calcola e come si compila il modello F24

Il 16 ottobre scade la prima rata della TASI mentre la scadenza del saldo è prevista per il 16 dicembre 2014.

La TASI è il nuovo tributo per i servizi indivisibili (illuminazione pubblica, manutenzione e pulizia delle strade, ecc.) istituito con la legge 147 del 27.12.2013 (legge stabilità 2014).

Questa “tassa” deve essere versata in autoliquidazione da parte del contribuente, quindi il Comune non invierà alcun modello precompilato.

Se il vostro è un caso semplice (MARIO ROSSI è proprietario al 100% di un’unica casa, con garage, in cui abita con la sua famiglia nel Comune di Gallicano) e volete calcolare e stampare il “bollettino” da soli, senza l’ausilio di un commercialista/ragioniere/Caf, seguite questi semplici passi:


  1. Individuate la rendita catastale dell’abitazione e dell’eventuale pertinenza (la rendita la potete trovare nel contratto d’acquisto della casa, nel contratto di mutuo oppure nella visura catastale, ecc.). Per esempio: rendita catastale = 450 (casa) + 50 (garage) = 500
  2. Fate questa moltiplicazione: 500 x 0,168 = € 84 TASI dovuta per l’anno 2014 (0,168 va bene per tutti i Comuni che hanno deliberato un’aliquota TASI dell’1 per mille e viene fuori da questo calcolo: 1,05*160*1/1000). Quindi dovrete pagare € 42 il 16/10 ed €42 il 16/12
  3. Compilate il modello F24 utilizzando per esempio questo link: http://www.amministrazionicomunali.it/modello_f24/modello_f24_online.php 
  4. Inserite i vostri dati anagrafici (C.F., cognome e nome, data e Comune di nascita, Comune di residenza, Via e n. civico)
  5. Nella sezione IMU ed altri tributi locali inserite:
    • Codice Ente: D874 (è il codice del Comune di Gallicano)
    • Barrare la casellina “Acconto” (il 16/12 dovrete barrare la casellina “Saldo”)
    • Numero immobili: 2 (casa + garage)
    • Codice tributo: 3958
    • Rateazione: nulla
    • Anno di riferimento: 2014
    • Importo a debito: 42,00
  6. Cliccate su “Stampa F24
  7. Andate in banca e pagare l’F24
Oppure potete utilizzare questo programma http://www.riscotel.it/calcoloiuc2014/ che vi fa anche il calcolo.

Alla prossima!

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

sabato 13 settembre 2014

Orizzonti Circolari: due giovani argentini di origini gallicanesi ricevuti in municipio


Julian Enrico Larrazabal e Juan Esteban Gastiazoro giovani Argentini di Parana' Entre Rios con origini di Gallicano, partecipanti al soggiorno formativo Orizzonti Circolari, ricevuti in municipio dal Vice Sindaco Dino Ponziani

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

venerdì 12 settembre 2014

GAIA: procedura di rimborso delle somme inerenti alla tariffa di depurazione

A seguito della Sentenza della Corte Costituzionale n. 335 del 10/10/2008, e di quanto stabilito dall'Autorità di Ambito (delibera n. 56 del 16 dicembre 2008) l'utente non servito da impianto di depurazione deve:

- a decorrere dall'11 ottobre 2008 (incluso) essere esentato dall'applicazione della relativa tariffa in forma automatica da parte del Gestore,
- a decorrere dal 1 Gennaio 2005 al 10 Ottobre2008 (incluso) essere rimborsato di quanto corrisposto dal 1 Gennaio 2005 (data in cui è stato affidato il S.I.I. a Gaia S.p.A.) al 10 Ottobre 2008 incluso a seguito della presentazione di "documentata istanza". I tempi, le forme e le modalità del rimborso della tariffa di depurazione dovranno essere determinati dall'Autorità di Ambito n° 1 "Toscana Nord".

Per verificare la presenza del proprio nominativo all'interno dell'elenco, accedere alla seguente pagina (clicca qui) e digitare il proprio codice cliente

Inserire il codice utente
Il codice utente è riportato sulla bolletta

Nel caso in cui risulti che l'utenza abbia diritto al rimborso può essere utilizzato il seguente fac-simile di richiesta (clicca qui)

Per ogni chiarimento può contattare il nostro servizio di consulenza Clienti 800223377 attivo da telefonia fissa 24 ore su 24 in risposta diretta o in prenotazione di richiamata, o rivolgersi ai nostri sportelli negli orari di apertura al pubblico. 

Fonte: Gaia Spa

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Comune di Gallicano: definizione agevolata I.C.I/I.M.U. – Aree Edificabili


Il Comune di Gallicano informa la cittadinanza che il termine per la presentazione delle istanze per la definizione agevolata I.C.I. / I.M.U aree fabbricabili è stato prorogato al 30 settembre 2014

“Regolamento per la definizione agevolata dell’Imposta Comunale sugli Immobili I.C.I. Aree Fabbricabili – Ambiti e Comparti” 

La definizione agevolata è applicata alla sola fattispecie delle Aree Fabbricabili per i periodi d’imposta dall’anno 2008 al 2013. Possono essere ammessi alla definizione agevolata i seguenti contribuenti (sia persone fisiche che giuridiche): 

1. I proprietari di aree fabbricabili o titolari sulle stesse di diritti reali che non hanno versato oppure hanno versato in misura inferiore a quella dovuta l’imposta I.C.I./I.M.U.; 
2. I soggetti che, non trovandosi più nelle condizioni di cui alla lettera precedente, hanno comunque posseduto, dal 1° gennaio 2008 al 31 dicembre 2013, terreni edificabili; 
3. Gli eredi dei soggetti passivi. 

I rapporti tributari pendenti possono essere definiti mediante il versamento della sola imposta o maggiore imposta dovuta, con esclusione di sanzioni ed interessi, producendo l’istanza di richiesta di definizione agevolata corredata dei documenti previsti dall’art. 6 del relativo regolamento. 

L’istanza dovrà essere inviata al Comune di Gallicano, mediante: 
- Consegna a mano presso l’ufficio protocollo sito in via D. Bertini n. 2 – Piano Terra; 
- Posta raccomandata (in tal caso farà fede il timbro postale di partenza). 

Per la presentazione dell’istanza, è disponibile l’apposita modulistica sul sito istituzionale del Comune di Gallicano all’indirizzo www.comune.gallicano.lu.it oppure presso l’ufficio tributi. 

I contribuenti interessati possono rivolgersi al servizio tributi del Comune di Gallicano per acquisire ogni informazione ritenuta necessaria per la definizione dell’istanza. 

Per ulteriori informazioni: 
UFFICIO TRIBUTI - COMUNE DI GALLICANO 
Dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 12:00 ed il Martedì e Giovedì anche dalle ore 15:00 alle ore 17:00 - Tel. 0583 7307204 - Fax 0583 7307224 - e.mail: ragioneria@comune.gallicano.lu.it - PEC: comunegallicano@postacert.toscana.it

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

giovedì 11 settembre 2014

IUC (TASI, IMU, TARI): occhio alle scadenze!

Con tutte queste tasse non ci si capisce più niente!! Vi faccio un riepilogo con le scadenze della IUC (TASI, IMU TARI)

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

IMU Gallicano - novità per il comodato d'uso gratuito ai parenti

Queste soon le aliquote IMU 2014 per il Comune di Gallicano approvate lo scorso 11 luglio 2014.


La novità principale riguarda l'agevolazione per  i fabbricati concessi in comodato d'uso gratuito ai parenti di primo grado (genitori-figli) purché il contratto sia regolarmente registrato e l'immobile costituisca l'abitazione principale del soggetto che lo ha in uso gratuito:
l'aliquota passa dal 9,5‰ al 4‰

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Gallicano: confronto IMU 2012, IMU 2013 e TASI 2014

Un confronto tra l'IMU 2012, IMU 2013 e la TASI 2014.
Chi ci guadagna e chi ci perde…


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

mercoledì 10 settembre 2014

Video dell'altalena sul Monte Forato

Un altro video dell'altalena sul Monte Forato di domenica 7 settembre.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Comunicazione sul servizio di raccolta rifiuti porta a porta

Da Lunedì 8 Settembre, gli operatori Se.Ver.A non faranno più la consegna a domicilio dei sacchetti viola per pannolini e pannoloni. Ogni due settimane, a partire da Mercoledì 10, dalle 9 alle 12, al primo piano dell’edificio comunale in Via Bertini 2, sarà presente un operatore Se.Ver.A al quale rivolgersi per ritirare i sacchetti viola. 
L’operatore sarà inoltre disponibile per chiarimenti o informazioni sul servizio di raccolta dei rifiuti urbani.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

martedì 9 settembre 2014

Sabato 13 settembre - Lago Scaffaiolo "Raduno 2014 MTB CAI Toscana

« Scaffaggiuolo, lago picciolo è nell'Appennino, il quale fra la regione di Pistoia e Modena s'inalza, e più per miracolo che per la copia dell'acqua memorabile, perocché, come dànno testimonianza tutti gli abitatori, se alcuno da per sé, ovvero per sorte, sarà che getti una pietra o altro in quello, che l'acqua muova, subitamente l'aere s'astringe in nebbia e nasce di venti tale fierezza che le querce fortissime e li vecchi faggi vicini o si spezzano o si sbarbano dalle radici » (Giovanni Boccaccio) 


Una bella occasione per festeggiare il Raduno 2014 dei Gruppi MTB CAI della Toscana. Dopo il Raduno Interregionale “Tra Cusna e Prado” del 2013, il Gruppo MTB CAI Lucca ripropone anche per quest’anno una location che ben si addice all’evento, durante il quale saranno attraversati luoghi molto panoramici, come il passo della Croce Arcana, dal quale sarà possibile scorgere le vette delle Apuane e delle Alpi. 
Sarà percorsa un parte della nuova Alta Via dei Parchi, raggiungendo in breve il Lago Scaffaiolo e il Rifugio Duca degli Abruzzi. Infine una suggestiva discesa condurrà il gruppo dalle pendici del Monte Cupolino (1853m) al luogo di partenza. 
Il Lago Scaffaiolo è situato nel comune di Fanano in provincia di Modena, esso giace interamente all'interno del Parco Regionale dell'Alto Appennino Modenese, nell'alto Frignano nella Comunità Montana del Frignano. 
Il nome “Scaffaiolo” sembra derivi da scaffa, termine presumibilmente longobardo che sembra significhi avvallamento nel terreno. Questo lago è situato sotto la vetta del Monte Cupolino (1853m) ed a meno di un'ora di cammino dal Corno alle Scale (1945m). Su un suo fianco è edificato il più antico rifugio alpino dell'Appennino Tosco-Emiliano, il Rifugio Duca degli Abruzzi, inaugurato il 30 giugno 1878. Vicino, a nord ovest, è situato in un avvallamento, di origine glaciale, un piccolo ristagno di acqua, chiamato Lago d'Acqua Marcia. 
Dal Lago Scaffaiolo passa il Sentiero Italia che percorre tutta la dorsale appenninica fino alle Alpi, qui coincidente con il Sentiero Europeo E1. 

Termine iscrizioni: giovedì 11 settembre ore 18.00 
Difficoltà: BC/BC (buone capacità tecniche); 
Tempo di percorrenza: 6 ore circa; 
Distanza: 35km circa; 
Dislivello: +/- 1100m circa; 
Trasporto: mezzi propri; 
Ritrovo: Lizzano Pistoiese (PT); 
Orari: ore 9.00 ritrovo – ore 9.30 partenza (tassativa la puntualità); 
Direttore: Andrea Simi; 
Info: Elìa Serafini 328 7054066 – mtb@cailucca.it

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

lunedì 8 settembre 2014

Parte la scuola calcio a Gallicano

Aperta ufficialmente giovedì 4 settembre il corso di Gallicano del Centro Avviamento allo Sport della Scuola Calcio dell’U.S. Castelnuovo. Appuntamento presso gli impianti sportivi di Gallicano.
Il progetto, fortemente voluto dalla società garfagnina per offrire un punto di appoggio a tutti i bambini che vogliono praticare calcio anche in una zona più centrale della Valle del Serchio, è rivolto, per adesso, ai bambini ed alle bambine nati negli anni 2007 e 2008.
Referente della nuova Scuola Calcio il direttore sportivo gialloblu Massimiliano Franchi, ex portiere professionista e gallicanese doc: è stato lui, assieme al responsabile tecnico Vincenzo Bracaloni e al responsabile Scuola Calcio Federico Turri, a dare il via al nuovo progetto.
“E’ un giorno importante – spiega Franchi – il Castelnuovo punta molto sui giovani e con iniziative come questa intende potenziare la propria attività proprio partendo dal basso, dai più piccoli. Ringraziamo il comune di Gallicano e il Tennis Club di Gallicano per la collaborazione e per la disponibilità degli impianti”.
Tra gli appuntamenti imminenti, venerdì 12 settembre il Castelnuovo prenderà parte alla Giornata dello Sport di Gallicano. Durante la stagione i corsi del C.A.S. si svolgeranno nei giorni di martedì e di venerdì, con orario 17:30 – 19, presso il campo sintetico agli impianti sportivi e la palestra comunale. Per informazioni ed iscrizioni 338/8317194.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

Itinerari MTB Isola d'Elba: il Monte Calamita

Nella mia settimana di ferie all'Isola d'Elba ho percorso diversi itinerari all'interno del "Capoliveri Bike Park" e quello che vedete qui sotto è stato per me il più bello.



Favolosa la discesa di 3 Km che scende fino alla spiaggia dell'Innamorata, bello il sentiero del "Ponte di Fero" che porta a Punta Calamita ed alla vecchia miniera dismessa del Vallone, bellissimi i panorami su Montecristo, la Corsica, Pianosa e le Isole Gemini.

Ringrazio David Tonarelli e gli elbani Paolo Rosa e Federico Marinari per avermi insegnato sentieri non presenti nei 5 percorsi permanenti del parco e soprattutto per la loro compagnia!

Guardate queste foto… parlano da sole!! Clicca qui per vedere tutta la galleria fotografica.

Strada principale che costeggia il Monte Calamita
La discesa che porta alla spiaggia dell'Innamorata
David che ammira il panorama
Discesa per l'Innamorata
Il bellissimo tratto finale della discesa
Isole Gemini ed in lontananza l'isola di Montecristo
Bellissimo singletrack
Miniera del Vallone con i macchinari dismessi
Panorama su Porto Azzurro
Sentiero non compreso tra i 5 segnati
Una delle tante strade sterrate percorse

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

1° Festa dello Sport e delle attività creative - Gallicano 12 settembre 2014


Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

S. Anna vince la parata nazionale della bandiera - Servizio di NoiTv

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

domenica 7 settembre 2014

Campionati Italiani di Sbandieratori 2014: Lucca campione d'Italia, Gallicano terzo

Anche quest'anno il Gruppo Sbandieratori e Musici di Gallicano ci ha regalato un ottimo piazzamento ai Campionati Italiani: terzo classificato!

Gallicano, Campione d'Italia 2014 "Grande Squadra"
Questi i risultati di tutte le gare della XXXIII Parata Nazionale della Bandiera

Gara "Rievocando"
1° classificato - Sbandieratori e Musici Città di Amelia
2° classificato - Sbandieratori e Gruppo Storico Musicale Città di Viterbo
3° classificato - Sbandieratori e Musici Contrada Sant'Anna in Piaggia Città di Lucca

Gara "Piccola Squadra"
1° classificato - Sbandieratori e Musici Zeveto Città di Chiari
2° classificato - Sbandieratori e Musici Contrada Sant'Anna in Piaggia Città di Lucca
3° classificato - Sbandieratori e Musici Città di Amelia

Gara "Coppia Tradizionele"
1° classificato - Sbandieratori e Musici Contrada Sant'Anna in Piaggia Città di Lucca
2° classificato - Sbandieratori e Musici Città di Legnano
3° classificato - A.C.S.D. I Federiciani Lucera

Gara "Musici"
1° classificato - Gruppo Sbandieratori e Musici Nobile Contrada Trinità di Soriano nel Cimino
2° classificato - Sbandieratori e Musici Città della Pieve
3° classificato - Gruppo Storico Città di Montefalco

Gara "Singolo Tradizionale"
1° classificato - Sbandieratori e Musici Zeveto Città di Chiari
2° classificato - Sbandieratori e Musici Città di Legnano
3° classificato - Sbandieratori e Musici Città di Amelia

Gara "Corteggio Storico"
1° classificato - Gruppo Sbandieratori e Musici dell'Urna di Urgnano
2° classificato - Sbandieratori e Gruppo Storico Musicale Città di Viterbo
3° classificato a parimerito - Sbandieratori e Musici Città di Amelia e "Gli Alfieri" Sbandieratori e Musici di Costigliole d'Asti.

Gara "Grande Squadra"
1° classificato - Sbandieratori e Musici di Gallicano
2° classificato - Sbandieratori e Musici Città della Pieve
3° classificato - Sbandieratori e Musici Contrada Sant'Anna in Piaggia Città di Lucca Classifica

Classifica Combinata
1° classificato - Sbandieratori e Musici Contrada Sant'Anna in Piaggia Città di Lucca
2° classificato - Sbandieratori e Musici Città della Pieve
3° classificato - Sbandieratori e Musici di Gallicano

Dal 2009 il Gruppo Sbandieratori e Musici di Gallicano è sempre sul podio:

2009 - Campioni d'Italia
2010 - Vice Campioni d'Italia
2011 - Vice Campioni d'Italia
2012 - Terzi classificati
2013 - Vice Campioni d'Italia
2014 - Terzi classificati

Per leggere altri post sugli Sbandieratori di Gallicano clicca qui.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !

7 settembre 1920 - 7 settembre 2014: terremoto in Garfagnana

Il terremoto di oggi, 7 settembre 2014 alle 12:45 (ora italiana), è avvenuto al confine tra le province di Pistoia, Lucca e Modena, ad una profondità di 12 km. La magnitudo Richter (ML) è stata stimata pari a 4.0, valore calcolato sulla base di oltre 250 stime alle stazioni della Rete Sismica Nazionale gestita dall’INGV.


Questa scossa ricade in un’area che potremmo definire intermedia tra Garfagnana e Mugello, vale a dire i due grandi bacini recenti della Toscana settentrionale caratterizzati da strutture distensive responsabili dei forti terremoti dell’Appennino settentrionale (1920 per Garfagnana e Lunigiana, avvenuto proprio il 7 settembre; 1542 e 1919 per il Mugello). Nella zona del Pistoiese non sono evidenti strutture analoghe, né sono noti storicamente terremoti molto forti. 
Gli eventi massimi sono quelli del 24 maggio 1930 (M4.8) e del 12 giugno 1926 (M4.9), entrambi con massima intensità pari a 6 MCS. L’evento più forte riportato in catalogo nell’area è quello del 6 marzo 1740 (M5.2), che è considerato però a tutti gli effetti un terremoto della Garfagnana (è chiamato terremoto di Barga). L’epicentro di quest’ultimo evento sismico è spostato verso l’Emilia perché ha avuto risentimenti maggiori nella provincia di Modena. 
 Dal punto di vista della pericolosità sismica, l’area presenta valori di accelerazione attesa analoghi a quelli di Garfagnana e Mugello, considerato anche che rientrano in una stessa zona sismogenetica per la quale la massima magnitudo attesa è di 6.6.
Secondo i questionari di www.haisentitoilterremoto.it, il terremoto è stato risentito diffusamente nelle province dell’alta Toscana e nelle province di Modena, Bologna, Reggio Emilia e Parma.
Al momento (le 18:50 del 7 settembre) sono state rilevate 36 scosse successive (aftershocks), tutte di bassissima magnitudo: il maggiore ha avuto magnitudo ML 2 ed è avvenuto due minuti dopo il terremoto di M4. Le repliche sono localizzate tutte a nord e nordest della scossa principale.
Il meccanismo focale ottenuto con i dati delle forme d’onda della Rete Sismica Nazionale mostra che il terremoto si è generato molto probabilmente su una faglia normale allineata in senso appenninico (nordovest-sudest), coerente con le conoscenze della tettonica della regione e la magnitudo momento (Mw) è pari a 4.1.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante !