martedì 27 febbraio 2024

Il gruppo di minoranza Uniti per Gallicano appende la politica... al chiodo

Il gruppo di minoranza Uniti per Gallicano abbandonerà la scena politica al termine del presente mandato e non si ripresenterà alle prossime elezioni amministrative. Lo dichiara in questo breve intervento:

Visto il mutare dei tempi e la necessità di vedere il mondo con altri occhi e nuove prospettive, abbiamo deciso che l'esperienza di "Uniti per Gallicano" abbia terminato il proprio compito, pertanto questa lista non si presenterà alle prossime elezioni comunali di giugno. Questa decisione segna la fine di un percorso politico che ci ha visti impegnati, per decenni, con dedizione e passione. Continueremo a servire la nostra comunità con lo stesso impegno fino al termine di questo mandato, sostenendo i valori e gli ideali che hanno sempre ispirato il nostro lavoro. Vogliamo esprimere la nostra più profonda gratitudine a voi tutti/e che avete creduto in noi in questi anni. Guardiamo avanti con speranza, certi che l'eredità di solidarietà e impegno civico che abbiamo costruito insieme siano un seme che continuerà a crescere e fiorire nelle mani di chi ha a cuore il benessere e lo sviluppo di Gallicano.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Garfagnana EPIC 2024: raggiunti i 300 iscritti

Sono già 300 i bikers iscritti alla Decima edizione della Garfagnana EPIC provenienti da:




2 Continenti: Europa e America.

4 Nazioni: Italia, Danimarca, Finlandia, Usa.

9 Regioni: Toscana, Emilia Romagna, Marche, Liguria, Lombardia, Piemonte, Lazio, Umbria, Veneto.

32 Province: Ancona, Arezzo, Bologna, Cuneo, Como, Cremona, Forlì Cesena, Firenze, Fermo, Genova, La Spezia, Livorno, Lodi, Lucca, Macerata, Milano, Mantova, Modena, Massa, Padova, Perugia, Pisa, Prato, Parma, Pistoia, Pesaro Urbino, Ravenna, Reggio Emilia, Roma, Rimini, Siena, Verona.

138 Comuni: Arcola (SP), Arenzano (GE), Arezzo (AR), Arquà Petrarca (PD), Aulla (MS), Badia Pozzeveri (LU), Bagnacavallo (RA), Bagni di Lucca (LU), Bagno a Ripoli (FI), Barga (LU), Bertinoro (FC), Bibbiano (RE), Bientina (PI), Bolano (SP), Borghetto di Vara (SP), Borgo a Buggiano (PT), Borgo a Mozzano (LU), Borgo Tossignano (BO), Cagli (PU), Calcinaia (PI), Calenzano (FI), Camaiore (LU), Camporgiano (LU), Camposanto (MO), Capannori (LU), Carmignano (PO), Carrara (MS), Casalecchio di Reno (BO), Casalfiumanese (BO), Casalmaggiore (CR), Cascina (PI), Casina (RE), Castelfrenco Emila (MO), Castellarano (RE), Castelnovo ne’ Monti (RE), Castelnuovo Berardenga (SI), Castelnuovo di Garfagnana (LU), Castelnuovo Rangone (MO), Cattolica (RN), Cavriago (RE), Cerreto Guidi (FI), Cesena (FC), Codogno (LO), Cogoleto (GE), Colle di Val d’Elsa (SI), Collesalvetti (LI), Coreglia Antelminelli (LU), Cuneo (CN), Esanatoglia (MC), Fabriano (AN), Faenza (RA), Fermo (FM), Filettole (PI), Firenze (FI), Fiumalbo (MO), Forlì (FC), Forlimpopoli (FC), Fornovo di Taro (PR), Forte dei Marmi (LU), Fosciandora (LU), Fossato di Vico (PG), Frassinoro (MO), Fusignano (RA), Gabicce Mare (PU), Gaiole in Chianti (SI), Gallicano (LU), Gambassi Terme (FI), Gattatico (RE), Genova (GE), Gradara (PU), Helsinki (Finlandia), Hillerød (Danimarca), Imola (BO), La Spezia (SP), Ladispoli (RM), Larciano (PT), Lastra a Signa (FI), Lucca (LU), Lugo (RA), Lundby (Danimarca), Massa (MS), Massa Lombarda (RA), Massarosa (LU), Matelica (MC), Meldola (FC), Milano (MI), Minucciano (LU), Molazzana (LU), Monguzzo (CO), Montaione (FI), Montale (PT), Montecatini Terme (PT), Montefiorino (MO), Montemurlo (PO), Montignoso (MS), Palagano (MO), Pelago (FI), Pescaglia (LU), Pescia (PT), Pienza (SI), Pietrasanta (LU), Pieve Fosciana (LU), Pieve Torina (MC), Pievepelago (MO), Pisa (PI), Pistoia (PT), Pontassieve (FI), Porcari (LU), Prato (PO), Reggello (FI), Reggio Emilia (RE), Russi (RA), Sabbioneta (MN), San Giovanni in Marignano (RN), San Giuliano Terme (PI), San Marcello Pistoiese (PT), San Pietro in Cariano (VR), San Polo d’Enza (RE), San Romano in Garfagnana (LU), Santa Barbara (USA), Santo Stefano Belbo (CN), Sarzana (SP), Sassoferrato (AN), Serravalle Pistoiese (PT), Siena (SI), Soliera (MO), Tavullia (PU), Terranuova Bracciolini (AR), Toano (RE), Vaglia (FI), Vecchiano (PI), Viareggio (LU), Vicopisano (PI), Villa Basilica (LU), Villa Collemandina (LU), Virum (Danimarca), Vordingbrog (Danimarca).

Le iscrizioni chiuderanno il 31/3 o al raggiungimento del numero massimo di partecipanti previsto.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

Lago di Vagli, niente svuotamento. Salta l'anniversario dei 30 anni

Il Tirreno - Luca Dini

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

domenica 4 febbraio 2024

lunedì 22 gennaio 2024

Attivo ANNCSU, l’archivio interattivo di strade e numeri civici in Italia

 E' attivo da pochi giorni Anncsu, l’archivio interattivo di strade e numeri civici in Italia.


Un servizio per cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche.
Il portale è accessibile a tutti. Con il nuovo archivio informatizzato cittadini, imprese e amministrazioni pubbliche, possono disporre di un riferimento unico per tutto il territorio nazionale. Il data base contiene l’elenco delle strade (denominazioni delle aree di circolazione) e dei numeri civici delle amministrazioni locali che hanno completato l’inserimento. Collegandosi al sito, gli utenti possono verificare, in modo univoco, gli indirizzi cercati e visualizzarne il posizionamento su una mappa con dati che sono forniti, aggiornati e certificati dai Comuni.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 5 gennaio 2024

Dal 2024 più cara la cedolare per le locazioni brevi

Dal 2024, per chi loca immobili abitativi con cedolare secca, con contratti di locazione breve, la tassa piatta diventa più cara. Infatti, l’art. 1 comma 63 della L. 30 dicembre 2023 n. 213 (legge di bilancio 2024), intervenendo sulla norma in tema di locazioni brevi (art. 4 del DL 50/2017), ha previsto l’aumento dell’aliquota della cedolare secca al 26% per i contratti di locazione breve per i quali sia espressa l’opzione per l’imposizione sostitutiva. Viene però prevista la possibilità di ottenere una riduzione dell’aliquota al 21% (che corrisponde all’aliquota ordinaria della cedolare secca) per i redditi derivanti dai contratti di locazione breve relativi a una unità immobiliare individuata dal contribuente in dichiarazione dei redditi.

Per quanto concerne il campo di applicazione della nuova aliquota, si tratta dei contratti di locazione breve o assimilati. Si ricorda, in proposito che si definiscono “locazioni brevi” i “contratti di locazione di immobili ad uso abitativo di durata non superiore a 30 giorni, ivi inclusi quelli che prevedono la prestazione dei servizi di fornitura di biancheria e di pulizia dei locali, stipulati da persone fisiche, al di fuori dell’esercizio di attività d’impresa, direttamente o tramite soggetti che esercitano attività di intermediazione immobiliare, ovvero soggetti che gestiscono portali telematici, mettendo in contatto persone in cerca di un immobile con persone che dispongono di unità immobiliari da locare”.

Inoltre, sono, per espressa volontà normativa (art. 4 comma 3 del DL 50/2017), assimilati alle locazioni brevi:
- i contratti di sublocazione se stipulati alle condizioni che configurano una locazione breve (durata massima 30 giorni, eventuali servizi accessori ecc.);
- i contratti a titolo oneroso conclusi dal comodatario aventi a oggetto il godimento dell’immobile da parte di terzi (c.d. “locazione del comodatario”), se stipulati alle condizioni che configurano una locazione breve (durata massima 30 giorni, eventuali servizi accessori, ecc.).

Inoltre, va ricordato che la disciplina delle locazioni brevi è riservata ai contratti stipulati al di fuori dell’esercizio di impresa. Per espressa previsione normativa, la fornitura dei servizi di cambio biancheria e di pulizia dei locali non sono idonei, di per sé, a determinare la natura imprenditoriale delle locazioni brevi. Invece, a norma dell’art. 1 comma 595 della L. 178/2020, si presume la natura imprenditoriale in caso di destinazione alla locazione breve di più di 4 “appartamenti” per ciascun periodo di imposta.

La natura imprenditoriale del locatore esclude in radice sia la riconducibilità del contratto alla “locazione breve” di cui all’art. 4 del DL 50/2017 che l’applicabilità della cedolare secca (art. 3 del DLgs. 23/2011). Quindi, l’aliquota della cedolare sulle locazioni brevi passa “a regime” al 26%, ma sarà possibile ottenere la “riduzione” dell’aliquota al 21% su un immobile destinato a locazione breve, indicandolo in dichiarazione.

In breve, dal 1° gennaio 2024, la cedolare secca sulle locazioni brevi:
- si applica con l’aliquota “ridotta” pari al 21% sui redditi derivanti da un immobile individuato dal contribuente (quindi, a una prima lettura, non sembra che il 21% operi di default quando il contribuente loca una sola abitazione con locazione breve, ma è necessario comunque richiedere la “riduzione” in dichiarazione);
- si applica con l’aliquota del 26% sui redditi derivanti dalla locazione breve di altri immobili diversi da quello sopra indicato (se indicato dal contribuente in dichiarazione);
- non può applicarsi se il proprietario destina alla locazione breve più di 4 immobili nel periodo di imposta, perché, in tal caso, si ricade nell’esercizio di impresa, che è incompatibile tanto con la cedolare secca, quanto con la definizione di locazione breve.
Quindi, si può ipotizzare che, in assenza di indicazioni da parte del contribuente, anche in presenza di una sola locazione breve questa sconterebbe la tassa piatta al 26%.

La normativa sulle locazioni brevi impone, inoltre, agli intermediari, ove incassino canoni o corrispettivi di contratti di locazione breve o assimilati, oppure intervengano nel pagamento dei medesimi canoni o corrispettivi, di: - operare, in qualità di sostituti d’imposta, una ritenuta del 21% sull’ammontare dei canoni e corrispettivi all’atto del pagamento al beneficiario;
- versarla all’Erario ai sensi dell’art. 17 del DLgs. n. 241/1997;
- operare la relativa certificazione ai sensi dell’art. 4 del DPR 322/1998.
La legge di bilancio 2024 non modifica l’ammontare della ritenuta (che resta, quindi, pari al 21% per tutte le locazioni brevi e non viene allineata alla nuova aliquota del 26%), ma dispone che la ritenuta si ritenga sempre operata a titolo di acconto (mentre, secondo la disciplina vigente fino al 31 dicembre 2023, la ritenuta si riteneva operata a titolo di imposta in caso di opzione per la cedolare secca e di acconto in caso di applicazione dell’IRPEF).



Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

venerdì 29 dicembre 2023

Il centenario del passaggio della Garfagnana alla Provincia di Lucca



Una giornata per ricordare il passaggio della Garfagnana dalla provincia di Massa Carrara a quella di Lucca, avvenuto 100 anni fa. 
E’ in programma sabato 30 dicembre, a partire dalle 10, al Teatro Alfieri di Castelnuovo di Garfagnana la giornata di approfondimento ‘100 anni insieme - 1923-2023’, organizzata dalla Provincia di Lucca, il Comune di Castelnuovo e l’Unione dei Comuni della Garfagnana. 
Dopo 64 anni nei quali la Garfagnana era stata sotto l’amministrazione di Massa Carrara, il 9 novembre 1923 passò ufficialmente sotto la Provincia di Lucca, a seguito del decreto approvato dal Consiglio dei Ministri nel mese di ottobre, che approvava che il Circondario di Castelnuovo di Garfagnana fosse aggregato all’ente provinciale lucchese. Con i suoi 17 Comuni e quasi 43mila abitanti, dunque, dal novembre del 1923 la Garfagnana diventava lucchese a tutti gli effetti. 
La decisioni riscontrò l’opposizione di alcuni esponenti fascisti della Garfagnana, vicini al Fiduciario del Fascio per la Provincia di Massa, ma questo non fermò il passaggio. 
Di questo momento storico si parlerà, dunque, il 30 dicembre al Teatro Alfieri. Il programma prevede alle 10:30, i saluti istituzionali del sindaco di Castelnuovo di Garfagnana, Andrea Tagliasacchi; del presidente della Provincia, Luca Menesini e del presidente della Regione, Eugenio Giani che saranno accolti dalla Filarmonica ‘G. Verdi’ di Castelnuovo di Garfagnana. Seguiranno, quindi, gli interventi del presidente della Fondazione Cassa di risparmio di Lucca, Marcello Bertocchini e da quello della Fondazione Banca del Monte di Lucca, Andrea Palestini e del professore di Storia contemporanea, Umberto Sereni, moderati dalla sindaca di San Romano in Garfagnana, Raffaella Mariani.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

domenica 17 dicembre 2023

Centinaia di fiaccole illuminano le strade di Gallicano


Come ogni anno sono state le fiaccole a illuminare i cuori della Valle del Serchio per la 44esima fiaccolata natalizia di Gallicano.

L’accensione delle fiaccole è stata anticipato dalla benedizione di don Fiorenzo Toti. A seguire alcune premiazioni tra cui quella di Alessandra Pia da diversi anni voce della manifestazione; Stefano Gori atleta paralimpico e poi, molto applaudito, Luca Farinelli fisioterapista della nazionale italiana di tennis, per la fresca vittoria della Coppa Davis

Tanta la partecipazione della gente e delle associazioni e soprattutto di tanti giovani con anche una folta rappresentanza dell’istituto comprensivo di Gallicano.

Tra i presenti anche gli Amici di Nico con in testa tanti da giovani calciatori. Tra le associazioni come sempre presenti anche gli sbandieratori di Gallicano che hanno animato sia la fiaccolata che le ore precedenti. Per quanto riguarda la manifestazione, per il secondo anno percorso completamente differente dalla tradizione. Molto suggestivi i passaggi nel centro storico di Gallicano.

Una novità di quest’anno la presenza di un carro con le renne, installazione natalizia creata dalla compagnia la Ribalta di Gallicano.

Alla fine come sempre una fiaccolata suggestiva e intensa per la piena soddisfazione anche del primo cittadino; David Saisi

Fonte: Noi Tv

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

martedì 12 dicembre 2023

44° edizione della Fiaccolata di Gallicano

 Anche quest’anno il Comune di Gallicano, insieme al Comitato Fiaccolata, organizza la 𝐅𝐢𝐚𝐜𝐜𝐨𝐥𝐚𝐭𝐚 𝐝𝐞𝐥𝐥𝐚 𝐕𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐝𝐞𝐥 𝐒𝐞𝐫𝐜𝐡𝐢𝐨 giunta alla sua quarantaquattresima edizione. Siamo quindi lieti di invitarvi 𝐒𝐚𝐛𝐚𝐭𝐨 𝟏6 𝐃𝐢𝐜𝐞𝐦𝐛𝐫𝐞 𝐚𝐥𝐥𝐞 𝐨𝐫𝐞 𝟐𝟎:𝟎𝟎 in Piazza della Posta a Gallicano (LU) per accendere insieme a noi una fiaccola in nome della solidarietà.






Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

lunedì 11 dicembre 2023

Il video ufficiale della Garfagnana EPIC Winter 2023

Il video ufficiale della Garfagnana EPIC Winter 2023 realizzato da Danilo Musetti.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

domenica 3 dicembre 2023

Il promo della Garfagnana EPIC Winter 2023

Il bellissimo promo della Garfagnana EPIC Winter 2023 realizzato oggi da Danilo Musetti.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!

mercoledì 29 novembre 2023

I Saisi di Gallicano

Nel 1988 Fiorello Achille Saisi fece una ricerca sul cognome Saisi dal titolo "I Saisi, forestieri a Gallicano". Queste furono le sue conclusioni (pag. 22):


Da quanto descritto, ricercato e documentato, emerge una verità attendibile: i Saisi di Verni erano veramente Forestieri (stranieri). Verni non rappresentò un approdo stabile, tant'è che si portarono a Gallicano e pagarono per secoli la tassa di stranieri o forestieri che dir si voglia. Questi Saisi non potevano provenire dalla Lucchesia.
Il loro cognome riportato alla francese, Saise - de Saise - Saisse, nei vari documenti, credo possa testimoniare una provenienza da territori di lingua francese. La presenza dei Saisi a Nizza mi conforta in questa ipotesi.

Il 1400, con intuizione supportata dalla ricerca, è stato con buona probabilità il secolo dell'emigrazione da Nizza a Verni. Come e per quale ragione rappresentanti di questa famiglia si stabilirono a Verni è di difficile interpretazione. Azzardo un'ipotesi suggestiva: i Saisi potrebbero essere venuti in Italia come soldati del ducato di Savoia al seguito di Carlo VIII. Ripeto, è un'ipotesi suggestiva, ma verosimile.

La ricerca ci ha fatto scoprire anche il blasone o stemma del casato e questo non è poco. Al lume di quanto esposto, da oggi i Saisi possono assumere come arma della casata lo scudo « d'azzurro a tre foglie di semprevivi d'oro nutriti sulla vetta d'una roccia di tre cime al naturale e sormontata in capo da una stella d'oro ». Conviene altresì sottolineare che i colori della casata sono l'azzurro (alla Savoia) ed il giallo oro.

Desidero terminare ricordando a tutti i Saisi di Gallicano la loro nobile ed antica origine, degna di blasone e di rispetto. Lunga vita a questa stirpe.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!