venerdì 10 febbraio 2017

Dopo oltre 3 anni è stato ripristinato "lo Stendino"

Sono contento di comunicare a tutti i bikers che "lo stendino", dopo l'alluvione dell'ottobre del 2013, è stato ripristinato grazie al duro lavoro dei ragazzi del "Trassilico Bike Park".


Un giro corto ma molto impegnativo, sia in salita che in discesa, di 12,5 chilometri e 470 metri di dislivello positivo. 

Partiamo da Gallicano e seguendo il fluviale "Alessandro Valentini" raggiungiamo Le Crocette.
Proseguiamo per 100 metri direzione Trassilico per poi svoltare a destra per l'allevamento di trote "la Yara". Dopo aver passato l’abitato di Panicaglia (versante Gallicano) svoltiamo a destra, superiamo un canale e dopo poco arriviamo ad un bel ponte medievale che attraversiamo. 
Proseguiamo la salita fino ad intercettare la SP 59, svoltiamo a destra e dopo circa 1 chilometro a sinistra. Qui inizia una dura salita (asfaltata) con una pendenza media del 14% che ci porta in poco più di 1 chilometro all'Eremo di Calomini. 


Al parcheggio dell'Eremo imbocchiamo la sterrata che troviamo sulla destra e dopo circa 200 metri svoltiamo a sinistra: 2 chilometri di dura salita con pendenze superiori anche del 20% ci portano a Calomini. 






A Calomini imbocchiamo lo "stendino", sentiero inagibile dall'ottobre del 2013 e ripristinato in queste ultime settimane dai ragazzi del "Trassilico Bike Park".
Il "nuovo" stendino, 1800 metri di discesa adatta soprattutto ai bikers enduristi più esperti, è molto più difficile rispetto all'originario perchè per aggirare alcune frane è stato necessario individuare nuovi tracciati. 






Alla fine della discesa, in località Rio Folle, svoltiamo a sinistra e rientriamo a Gallicano.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!