martedì 11 ottobre 2016

Ritorno ai sistemi socioeconomici locali - IV Convegno annuale


La Società dei Territorialisti (Associazione scientifica multidisciplinare di diversi Atenei italiani e europei) promuove l’ultimo convegno della quadrilogia “Ritorno al Territorio” sul tema del “Ritorno ai sistemi socioeconomici locali”.

Gli altri convegni, che hanno dato luogo ai primi quattro numeri della rivista Scienze del Territorio, si sono svolti sui temi “Ritorno alla terra” (Milano 2013), “Ricostruire la città” (Roma 2014), “Riabitare la montagna” (Torino 2015).

Il convegno si svolge sulle Alpi Apuane, oggetto negli ultimi anni di una grande battaglia nazionale – che ha coinvolto associazioni ambientaliste e culturali, mondo della cultura, dell’informazione e del sindacato in occasione del Piano paesaggistico della Regione Toscana – su due opposte ipotesi di futuro socioeconomico: la prima incentrata sulla monocultura del marmo, ormai concentrata in poche mani di multinazionali (dopo la crisi occupazionale del distretto industriale) con tecnologie che determinano un enorme consumo di risorse, con altissimi costi umani, ambientali, socioeconomici; la seconda che, riconducendo l’attività estrattiva agli usi di qualità per l’artigianato artistico, avvia un modello socioeconomico fondato su una valorizzazione integrata delle risorse patrimoniali di eccellenza del territorio (agroforestali, idrogeomorfologiche, paesaggistiche, escursionistiche, artigianali, artistiche, culturali, insediative, energetiche, ecc.), reinterpretato come bene comune da una molteplicità di soggetti sociali attivi, imprenditori e amministrazioni locali già operanti in questa prospettiva (unioni di Comuni, Ecomuseo, Osservatorio del paesaggio, imprenditori, Associazioni, Università, Regione, ecc.).

A partire da questo esempio concreto, presentato nella prima giornata, avviamo nella seconda la discussione sulle proposte avanzate da SdT per il futuro dei sistemi socioeconomici locali.

Convegno annuale della Società dei territorialisti/e ONLUS:

Ritorno ai sistemi socio-economici locali
Alpi Apuane, 21- 22 ottobre 2016

- Programma -

VENERDÌ 21 OTTOBRE 2016

ore 9.30 - Gallicano, sala Guazzelli
Saluto del sindaco di Gallicano David Saisi

Fabio Baroni, Dal disastro ambientale a un nuovo progetto integrato di sviluppo locale per le Alpi Apuane (con filmato)
I soggetti delle nuove economie territoriali. Presentazione delle esperienze (anche con filmati):
- Azienda Agricola “L’Isola” di Codiponte: Il ritorno dell’agricoltura giovanile, la peculiarità apuana
- Associazione I’Marcord Ugliancaldo: Una comunità che progetta il suo sviluppo socioeconomico futuro: borghi e percorsi storici, ospitalità diffusa, birrificio, sentiero FAI, attrezzatura area Pizzo d’Uccello dove sono dismesse alcune cave
- Apuana Corporate, Carrara: L’artigianato di qualità nel marmo: una possibilità alternativa
- Movimento Stazzema: Una comunità per lo sviluppo autosostenibile delle Apuane di Stazzema

ore 11.45
Escursione nella valle della Turrite
Incontro con i gestori del percorso naturalistico/ludico “Il Battiferro”

ore 13 pranzo a Fornovolasco

ore 15
Proseguimento escursione
Incontri con i gestori della Grotta del vento e dell’Azienda agricola Eremo di Calomini (Fabbriche di Vergemoli)

ore 17 - Gallicano, Sala Guazzelli
Le reti come eventi e il governo dei processi
Interventi dei soggetti delle reti:
Fabio Baroni: L’Ecomuseo e l’Osservatorio del Paesaggio delle Alpi Apuane
Eros Tetti: L’attivazione delle reti di filiera corta
Matteo Tollini: Il Coordinamento Apuano come rete delle associazioni per una alternativa di sviluppo locale
PIT Alpi Apuane: l’accordo territoriale per la Rete di Imprese per la Filiera Corta (PSR, Mis. 16.4)
e l’accordo territoriale per l’ATS per azioni di mitigazione dei cambiamenti climatici (PSR, Mis. 16.5)
Interventi degli amministratori locali:
Camilla Bianchi, Sindaca di Fosdinovo: Il progetto di sviluppo sostenibile di Fosdinovo
Riccardo Ballerini, Sindaco di Casola in Lunigiana: Il modello Casola, le economie della sicurezza sismica
Michele Giannini, Sindaco di Fabbriche di Vergemoli: Integrazione dei migranti nelle nuove economie, case ad un euro e terre comunali ai giovani, mulino biologico

ore 19 dibattito

ore 20.30 cena
SABATO 22 OTTOBRE 2016

ore 9 - Gallicano, Sala Guazzelli
Giuseppe Dematteis e Alberto Magnaghi, Patrimonio territoriale e coralità produttiva: nuove frontiere per i sistemi socioeconomici locali

ore 9.30
Interventi degli invitati (a seguire nella sessione pomeridiana):
Aldo Bonomi (AASTER), Alberto Peretti (Genius Faber), Paolo Cacciari (Ass. Decrescita), Fausto Ferruzza (Legambiente Toscana), Fabio Giovagnoli (IRES Toscana), Massimo Sargolini / Roberto Gambino (UNICAM/ POLITO), Pietro Clemente (UNISI), Paolo De Simonis (UNIFI), Andrea Di Stefano (Rivista Valori), Andrea Rossi (Ecomuseo del Casentino), Antonio Rottigni (Territori del cibo), Domenico Lucano (sindaco di Riace)

ore 11
Interventi dei membri del Comitato Scientifico SdT(a seguire nella sessione pomeridiana):
Sergio De La Pierre (Territori del cibo), Daniela Poli (UNIFI), Rossano Pazzagli (UNIMOL), Tonino Perna (UNIME), Paolo Baldeschi (Rete dei Comitati per la difesa del territorio), Massimo Rovai (Laboratorio di studi rurali Sismondi), Giorgio Ferraresi (OSTEMI), Gianluca Brunori (UNIPI), Anna Marson (IUAV), David Fanfani (UNIFI), Gianni Scudo (POLIMI)

ore 12.30 dibattito

ore 13.30 pranzo a buffet

ore 14.30
Tavola rotonda sui problemi del progetto socioterritoriale locale: invitati, ricercatori, associazioni, comunità, amministratori locali

ore 16.30 conclusioni

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!