sabato 6 agosto 2016

Il giro della Palodina in MTB

Un bel giro in ottima compagnia di circa 35 Km e 1.400 metri di dislivello: 
Gallicano - Verni - Pian di Corte - San Luigi - Vallico Sopra - Vallico Sotto - Foce di Pompanella - Trassilico - Panicaglia - Eremo di Calomini - Gallicano.


Da Gallicano, seguendo il percorso fluviale “Alessandro Valentini” raggiungiamo località Le Crocette. Proseguiamo su strada asfaltata per Verni, entriamo ed attraversiamo il paese e poi continuiamo per Trassilico





Dopo circa 1 chilometro, proprio quando la strada inizia a spianare, svoltiamo a sinistra per la sterrata che ci porta, nel giro di 6 chilometri, a San Luigi (m. 871) dopo aver superato la "durissima" salita (25%) di Pian di Corte (m. 878). 









San Luigi è un piccolo villaggio pastorale ed è il punto di partenza per eccellenza per il Monte Palodina



Per strada asfaltata scendiamo qualche centinaio di metri per poi svoltare a destra per il sentiero n. 111, molto tecnico, che ci porta a Vallico Sopra in poco meno di 1 chilometro e, da dentro il paese, imbocchiamo l'altro sentiero che scende a Vallico Sotto. 








Risaliamo un attimo la strada asfaltata e svoltiamo a sinistra verso l'agriturismo Polle: 2 Km di strada asfaltata e 4 Km di sterrato ci conducono alla Foce di Pompanella che con i suoi 944 m s.l.m. rappresenta il Gran Premio della Montagna di questo percorso. Da qui in 4 chilometri scendiamo a Trassilico seguendo sempre la strada sterrata. A Trassilico (m. 735), dopo una visita alla magnifica Rocca Estense, scendiamo a Gallicano percorrendo uno dei più bei sentieri della zona: “Piastreto", 3.000 metri di divertimento e di bellissime viste panoramiche mantenuto in perfette condizioni da Marco, Luca, Andrea e Federico.









Arrivati in fondo al sentiero svoltiamo a sinistra, oltrepassiamo un bel ponte medievale (Polla Gangheri) e proseguiamo la salita fino ad intercettare la SP 59 dove svoltiamo a destra. Continuiamo in discesa per qualche centinaia di metri e poi svoltiamo a sinistra verso l'Eremo di Calomini. 
Arrivati alla curva ad "U" quasi in cima, prendiamo il sentiero a destra che in poco ci porta a Rio Folle. Da qui rientriamo a Gallicano.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!