martedì 20 ottobre 2015

Il fascino della Garfagnana: dalla Grotta del Vento a Castelvecchio

Natura, cultura e borghi incantati

Eremo di Calomini
Un itinerario che dal paese di Gallicano raggiunge la Grotta del Vento, costeggiando il torrente Turrite, offre scenari di rara bellezza: da non perdere, con brevi deviazioni dal percorso, il paese di Verni e la rocca medievale di Trassilico, mentre l'Eremo di Calomini si staglia incastonato nella viva roccia. Poco oltre, stretto tra profonde forre, appare il lago di Trombacco.

Verni
Raggiunto il paese di Fornovolasco, la strada si inerpica tra i boschi e in pochi minuti arriva alla Grotta del Vento, una delle grotte turistiche più conosciute del mondo. Il magico mondo sotterraneo delle cavità carsiche è racchiuso in tre diverse proposte di itinerari guidati.

Trassilico
Comodi sentieri e aeree scale permettono di ammirare stalattiti e stalagmiti, drappeggi d'alabastro e corsi d'acqua sotterranei. Un itinerario alternativo torna a Gallicano passando dalla strada che dalla Grotta raggiunge il paese di Vergemoli, sede comunale.
Da Gallicano, in breve si raggiunge la cittadina medievale di Barga, caratterizzata dalle strette strade lastricate del centro storico, delimitate da signorili palazzi rinascimentali che conducono alla sommità del borgo dove si erge imponente il Duomo romanico e da dove si ha una delle più belle vedute panoramiche sulla catena delle Alpi Apuane.

Duomo di Barga
Poco distante da Barga, a Castelvecchio Pascoli, è possibile visitare la Casa-Museo del poeta Giovanni Pascoli.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!