giovedì 9 luglio 2015

Il Lago di Vagli sarà svuotato nel 2016

Il Sindaco di Vagli Sotto, Mario Puglia, ha annunciato che nel 2016 il lago di Vagli verrà nuovamente svuotato! Sarà sicuramente l'evento più importante del 2016, un evento che la Garfagnana attende da oltre 20 anni!

Il lago di Vagli è il lago artificiale più grande e probabilmente più suggestivo del centro Italia.
Sotto 70 metri d’acqua nasconde un piccolo paesino medievale, quello di Fabbriche di Careggine: la sua storia si è interrotta nel 1953, anno in cui gli abitanti furono costretti a lasciare le loro case e a trasferirsi in una zona limitrofa per fare spazio appunto al Lago di Vagli.


Nel 1941, sotto il regime fascista, la società Selt-Valdarno (oggi Enel) decise di costruire un bacino idroelettrico sbarrando il corso del torrente Edron nel comune di Vagli Sotto. Tra il 1947 e il 1953 venne costruita una diga, alta 92 metri e in grado di contenere 32.000.000 metri cubi di acqua, e fu gradualmente sommerso il piccolo paese, che era composto da 31 case e contava appena 146 abitanti. 
I residenti vennero trasferiti nelle nuove abitazioni di Vagli Sotto, costruito in modo da riproporre fedelmente l'impianto urbanistico del villaggio medievale evacuato.

Il lago di Vagli rappresenta il bacino idroelettrico più grande della Toscana le cui acque, oltre produrre circa 100 milioni di chilowattora da fonte rinnovabile attraverso la centrale Enel di Torrite, contribuiscono ai fabbisogni irrigui e idropotabili della valle del Serchio.

Fino al XX secolo, in occasione dei lavori di manutenzione della diga, il lago veniva svuotato facendo riemergere l'antico borgo medievale, con le sue case in pietra, il cimitero, il ponte a tre arcate, la chiesa romanica di San Teodoro e il campanile in rovina. 
Tale evento si è verificato soltanto quattro volte: nel 1958, nel 1974, nel 1983, nel 1994.



Lo svuotamento del 1994 è quello del boom, con quel milione di turisti da tutto il mondo che, complice un'attenzione sviscerata da parte dei media, per sei mesi invase senza sosta ed inaspettatamente (all'inizio gli ingorghi domenicali furono clamorosi) questa splendida valle.

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!