lunedì 13 ottobre 2014

Tasi ed IMU nel caso di comproprietà

    Il Sole 24 Ore - 13/10/2014
Come si applicano la Tasi e l'Imu in alcune situazioni di immobili in comproprietà

COMPROPRIETÀ/1

Abitazione principale in comproprietà
- I due comproprietari devono pagare la Tasi sulla propria quota di possesso, se il Comune non l'ha azzerata. Beneficiano di eventuali agevolazioni decise dal Comune: la detrazione va sempre divisa in parti uguali, salvo diverse regole locali
- Il totale della Tasi può anche essere pagato da uno dei due
- Se la casa è di lusso (A/1, A/8 e A/9) si paga anche l'Imu

COMPROPRIETÀ/2

Casa in comproprietà, che è abitazione principale solo per uno dei comproprietari
- Il contribuente per cui la casa è abitazione principale paga la Tasi sulla propria quota di possesso se il Comune non l'ha azzerata, con le eventuali agevolazioni locali in somma piena. Non paga la "quota detentore" della Tasi sulla parte posseduta dall'altro titolare
- L'altro contribuente paga l'Imu e anche la Tasi, se il Comune non l'ha azzerata

EREDITÀ

Casa in comunione ereditaria, in cui risiede il coniuge superstite
- Il coniuge superstite
 ha il diritto di abitazione nella casa e paga la Tasi calcolata sul 100% del valore catastale, se il Comune non l'ha azzerata. Può beneficiare di eventuali agevolazioni locali
- I figli comproprietari
 non devono pagare né la Tasi né l'Imu, perché non sono soggetti passivi delle imposte in questo caso

COMUNIONE INDIVISA

Casa con due appartamenti in comunione indivisa tra due comproprietari: ciascuno di loro risiede in un alloggio
- Ognuno dei comproprietari paga la Tasi come abitazione principale sulla quota di possesso dell'alloggio in cui risiede, se il Comune non la azzera. Inoltre, paga l'Imu sulla quota di possesso dell'alloggio in cui non risiede, più la Tasi, se non azzerata.
- Nessuno dei due paga la "quota detentore"

USUFRUTTO

Casa con usufrutto e nuda proprietà
- Il titolare della nuda proprietà non è soggetto passivo e non paga né l'Imu né la Tasi
- L'usufruttuario paga le imposte in base alla propria situazione: se la casa è la sua abitazione principale, paga la Tasi, a meno che il Comune non l'abbia azzerata; altrimenti, paga l'Imu ed eventualmente anche la Tasi, sempre che il Comune non l'abbia azzerata

LOCAZIONE

Casa in comproprietà tra due soggetti data in locazione a terzi
- I due comproprietari devono pagare l'Imu secondo le proprie quote di possesso, ed eventualmente anche la Tasi, a meno che il Comune non l'abbia azzerata sugli immobili locati
- Dalla Tasi dovuta dai comproprietari deve essere sottratta la quota a carico dell'inquilino, compresa tra il 10 e il 30% a seconda delle scelte del Comune


Fonte: il Sole 24 Ore

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!