martedì 18 febbraio 2014

Candidato sindaco, i renziani chiedono aria nuova a Gallicano

Dalla Valle del Serchio a Lucca, il Pd è sempre più renziano. Attorno al sindaco fiorentino, segretario nazionale del partito e prossimo presidente del Consiglio, sta nascendo una nuova classe dirigente. Tania Franchini, gallicanese doc e da anni impegnata nel sociale, rappresenta questa novità, al punto da essere stata scelta nella segreteria territoriale con delega al turismo. Franchini, politicamente vicina all'ala renziana del Pd in Valle del Serchio, fa parte anche dell’unione comunale Pd di Gallicano. 
E si dice che dietro la scelta di Christian Alpini di candidarsi alle primarie in alternativa al dottor Italo Burrelli, lei abbia svolto un ruolo decisivo. E allora, per saggiare il clima che si respira in riva al Serchio, chi meglio di lei può raccontare le vicende locali? Anche perché il centrosinistra a Gallicano sceglierà il suo candidato sindaco attraverso le primarie. Ma sarà davvero un'opportunità per tutti, visti i precedenti? «Il Partito democratico, a Gallicano, ha aperto le primarie a tutti, con la voglia di accogliere le persone che hanno il coraggio di impegnarsi in un possibile riscatto politico – afferma Franchini -. 
L’innovazione è la carta che dobbiamo giocare, anche per cambiare il destino della nostra economia locale. Dobbiamo scommettere sui giovani, sulla loro forza innovativa e sul loro talento, senza buttare l’esperienza, quella che ha sviluppato idee e pensieri giusti, utili per la comunità. Solo la buona politica ci potrà salvare dalla cattiva politica, quindi è necessario che il Partito democratico si impegni e si rinnovi, come ha fatto a livello nazionale, così deve fare a livello locale». 
È chiaro che questa novità non sarà indolore, ma la scossa è stata assestata. Anche perché la partita si gioca anche altrove, su più livelli istituzionali che tra non molto saranno chiamati a fare scelte delicatissime. I renziani in Valle del Serchio hanno fatto incetta di voti durante le scorse elezioni nei circoli e unioni comunali. 
A livello di scelte dei candidati sindaci anche in altri comuni, potrebbe scattare una sorta di “effetto emulazione”, con primarie diffuse: «Io credo che la scelta del candidato sindaco vada al di là delle correnti politiche. Contano la persona, il programma, la passione e l'impegno, non da meno il tempo che il candidato vorrà dedicare al suo incarico. È chiaro che devono dare un segnale forte di quel cambiamento che a Gallicano, in questo momento, serve». Dall’impegno in segreteria a quello diretto in politica, il passo è breve. 
Tania Franchini gestisce da anni il Tennis Club Gallicano, ha promosso tante iniziative sociali, e poi è entrata nella “stanza dei bottoni”. Ma per ora, la diretta interessata, smentisce coinvolgimenti, anche se non chiude le porte a nulla: «La carica istituzionale non è un obbiettivo prioritario, l'importante è lavorare per migliorare i servizi ed il benessere dei cittadini. E poi il futuro politico di una persona, giustamente, lo decide la gente».

Fonte: Il Tirreno - Nicola Bellanova

Che ne diresti di leggere un altro articolo a caso del blog? Potresti trovarlo utile e interessante!